Sei nella sezione Mondo -> categoria: Cronaca dal Mondo       
Terremoto Le Pen, la destra vince in Francia

Autore:Teresa Corrado - Redazione Esteri
Data: 06/12/2015 23:39:15
Terremoto Le Pen, la destra vince in Francia

All'indomani delle stragi che hanno sconvolto la Parigi, la Francia si ritrova ad andare alle urne per le regionali. Il Front National di Marine Le Pen si afferma come primo partito francese, conquistando il 29,5% delle preferenze francesi. Il secondo partito sarebbero i Republicains di Nicolas Sarkozy, mentre solo terzo i socialisti.


Autore:Emanuele La Fonte - Redazione Cronaca
Data: 05/12/2015 18:55:37
Azerbaijan: piattaforma petrolifera in fiamme. Almeno 32 morti

A diffondere la notizia, capo del comitato indipendente azero per la protezione dei diritti dei lavoratori petroliferi, Mirvari Gakhramanly.


Autore:Angela Urso - Redazione Esteri
Data: 05/12/2015 13:02:44
Francia: nuovo ceppo di aviaria. Giappone e altre nazioni bloccano l 'impotazione di pollame

Il virus dell'aviaria, l'influenza diffusa dai volatili fra cui polli e uccelli selvatici e che può trasmettersi agli esseri umani, torna a far capolino sulle notizie di cronaca, stavolta però i ceppi sarebbero stati trovati in Francia: il virus denominato H5N1 sarebbe infatti stato scovato in alcuni allevamenti di pollame nel territorio sudovest del paese.


Autore:Teresa Corrado - Redazione Cronaca
Data: 03/12/2015 21:08:54
Pistorius condannato per omicidio volontario

Oscar Pistorius � stato condannato per omicidio volontario dalla Corte d'appello del Sudafrica. Si ribalta in questo modo la precedente sentenza che aveva visto il giovane atleta sudafricano ricevere la semplice condanna di omicidio colposo. Il giudice della Corte d'appello, Lorimer Leach, ha accolto le richieste del pubblico ministero che si e' battuto per dare giustizia alla famiglia della vittima. Ora, come letto dallo stesso giudice in aula, dovra' essere l'Alta Corte di North Gauteng ad emettere una nuova sentenza.


Autore:Teresa Corrado - Redazione Esteri
Data: 03/12/2015 21:05:58
Scintille tra Russia e Turchia

Continua il botta e risposta tra Ankara e Mosca. Alle accuse russe di comprare greggio dall'isis, il presidente turco Erdogan afferma che e' la stessa Russia a commercializzare petrolio con l'Isis. Ma Putin non ci sta e da Mosca manda un avvertimento preciso: "si pentiranno di quello che hanno fatto", riferendosi all'abbattimento del jet russo ai confini con la Siria.


Autore:Angela Frazzetta - Redazione Cronaca
Data: 03/12/2015 08:58:01
San Berbardino, California: strage in un centro disabili. 14 morti

 Sono stati uccisi i due killer che hanno realizzato ieri la strage in un centro disabili di San Bernardino, California.


Autore:Teresa Corrado - Redazione Esteri
Data: 02/12/2015 21:49:04
La Russia accusa: Erdogan finanzia Isis

Sono pesanti le accuse che la Russia muove alla Turchia. Il vice ministro della Difesa russo, Anatoli Antonov ha affermato che il presidente turco Erdogan e la sua famiglia, oltre a esponenti politici di altro grado della Turchia, sono coinvolti in nel "business criminale del traffico illecito di petrolio" che arriva dai territori occupati dell'Isis, in Siria e in Iraq. Mosca afferma che la Turchia e' il maggior consumatore di petrolio dei combattenti dell'Isis e, per questo motivo, e' anche il suo maggior finanziatore. Oltre a finanziare l'Isis, la Russia accusa Erdogan di comprare petrolio rubato ai legittimi proprietari che sono Iraq e Siria, causando anche una grave crisi economica ai due paesi.


Autore:Teresa Corrado - Redazione Esteri
Data: 28/11/2015 20:56:26
Francia: stop ingressi a circa 1.000 persone

Il ministro degli interni francesi Bernard Cazeneuve ha dichiarato da Strasburgo che e' stato negato il permesso di entrare in Francia a circa 1.000 persone. L'attuazione dei dinieghi e' avvenuto dopo gli attentati di Parigi e le persone a cui non e' stato permesso entrare, sono persone che rappresentano rischi per la sicurezza e l'ordine pubblico, quindi non gradite in territorio francese.


Autore:Teresa Corrado - Redazione Esteri
Data: 28/11/2015 20:25:11
Turchia: ucciso Elci avvocato per i diritti umani

In Turchia il clima continua ad essere rovente. Il capo dell'associazione degli avvocati di Diyarbakir Tahir Elci, e' stato assassinato in una sparatoria proprio nella citta' di Diyarbakir. La citta' del sue est turco e' a maggioranza curda e Tahir Elci era uno dei maggiori esponenti per i diritti umani e uomo molto noto in Turchia.


Autore:Redazione Cronaca
Data: 28/11/2015 10:25:17
Medici Senza Frontiere: Repubblica Centrafricana, un paese dimenticato

Più di 447.000 persone sono ancora sfollate in CAR, più di 44.000 nella sola Bangui. A loro si aggiungono i 460.000 rifugiati centrafricani che sono fuggiti nei paesi limitrofi, soprattutto in Camerun, Ciad e nella Repubblica democratica del Congo (RDC). In totale, il 20% della popolazione del CAR è sfollato internamente o rifugiato nei paesi vicini.

Elenco Pagine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | 61 | 62 | 63 | 64 | 65 | 66 | 67 | 68 | 69 | 70 | 71 | 72 | 73 | 74 | 75 | 76 | 77 | 78 | 79 | 80 | 81 | 82 | 83 | 84 | 85 | 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
In Evidenza

HUTHI MINACCIANO NUOVI ATTACCHI IMPIANTI RIAD
Da Televideo
In breve
Data:16/09/2019 07:50:29
Gli insorti yemeniti huthi, considerati vicini all'Iran che hanno rivendicato gli attacchi alle installazioni petrolifere saudite sabato scorso, avvertono le compagnie petrolifere straniere e i loro dipendenti di stare lontani dalle raffinerie di Abqaiq e Khurais.

Questi obiettivi,si legge nel comunicato firmato dal generale Yahya Saria, portavoce delle forze huthi, sono ancora nel nostro mirino...possiamo colpire questi e altri obiettivi sauditi quando vogliamo.Così la tv Al Masirah, che trasmette da Beirut.


FOTO USA:ATTACCHI RIAD DA IRAN O IRAQ
Da Televideo
In breve
Data:16/09/2019 07:50:29
Gli impianti petroliferi sauditi potrebbero essere stati colpiti da una combinazione di numerosi droni e missili da crociera:lo hanno riferito dirigenti Usa in un briefing con i giornalisti.

In tal caso il livello dell'obiettivo,la precisione e la sofisticatezza dell'attacco supererebbero la capacità dei ribelli yemeniti huthi.

Lo scrive il New York Times.

E le foto satellitari diffuse dagli Usa dimostrerebbero che i raid sarebbero partiti da Iran o Iraq e non dallo Yemen,come rivendicato dagli huthi.


TRUMP PRONTO REAGIRE ATTACCHI CONTRO RIAD
Da Televideo
In breve
Data:16/09/2019 07:50:29
A A Gli Stati Uniti sono pronti a reagire agli attacchi contro Riad.

Così Trump su Twitter, dopo i raid con droni o missili a 2 maxiraffinerie saudite.

Trump ha anche autorizzato l'uso delle risorse petrolifere strategiche Usa.

Botta e risposta tra Washington e Teheran: gli Usa accusano dei raid l'Iran, che replica: accuse infondate e insensate.

Non molto responsabile dare colpe senza prove definitive e in assenza di indagine conclusiva, ammonisce Pechino augurandosi che Usa e Iran possano esercitare la moderazione e difendere la pace e la stabilita nel Medioriente.


Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 14/09/2019 09:26:06
Italiani: un popolo di ignoranti che ha permesso il crollo del sistema paese

Non è un caso se nelle nazioni orientali si scenda in piazza già solo per una proposta di legge che, qualora venisse ratificata, porterebbe a un diverso assetto del sistema politico e sociale. Le manifestazioni che, dallo scorso aprile, incendiano le strade di Hong Kong sono una prova concreta di come altrove le cose vadano in maniera diversa rispetto all’Italia. La gente comprende cosa accade e reagisce di conseguenza. Non ci stanno a farsi trattare da pecore perché pecore non sono.


Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 30/08/2019 13:26:08

A molti la svolta salviniana non è andata giù. Alcuni hanno pensato a un’insolazione, beccata magari durante la giornata al Papeete con tanto di cubiste e qualche drink estivo. Insomma, chi pensava di potersene stare in panciolle almeno fino a settembre, si è beccato una sonora fregatura.

GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -