Sei nella sezione Mondo -> categoria: Politica Estera       
Multiproprietà: l'Unione Europea impone. L'Italia non dispone

Autore:Roberta Lemma - Uffico Stampa Federcontribuenti
Data: 28/04/2011
Multiproprietà: l'Unione Europea impone. L'Italia non disponeCi si troverà a pagare una montagna di soldi al mese senza usufruire di nulla e con società fantasma che chiuderanno e apriranno e vi ricontatteranno per nuove truffe a risolvere le vecchie. La truffa consiste nel farvi credere di acquistare con pochi soldi proprietà in comunione con altri clienti e con i quali a turno godrete di paradisiache vacanze. Pochi giorni a testa e all'anno con la possibilità di subaffittare il turno di vacanza guadagnandoci sopra. - In effetti – rivela il consulente legale della Federcontribuenti – i cittadini non acquistano immobili, ma acquistano una settimana all'anno in un complesso turistico. Acquistano cioè, un affitto a vita -.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 23/03/2011
Dopo le 'guerre di pace' arrivano quelle per la democrazia...

Effetto domino si chiama. Ha iniziato la Tunisia, gli è venuto dietro l’Egitto e via via, altri Paesi del Vicino e Medio Oriente hanno alzato la testa oltre i Regimi subiti spesso da oltre trent’anni. I giovani: ecco la scintilla che ha acceso la miccia. I giovani si sono ribellati ai regimi che i loro stessi padri e nonni hanno più o meno accettato per decenni. Ed ora, oltre le “guerre di pace”, baluardo scolorito di un Occidente che confonde Guerra e Pace, ci ritroviamo a dover gestire guerre e guerriglie di Democrazia. Stavolta e forse di più, a suon di mitragliatrici, missili ed accordi internazionali.


Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 26/02/2011
Berlusconi/Gheddafi: c'eravamo tanto amati...In queste ore, cadono - o si tenta di far cadere - regimi prima consolidati al punto da non riuscire più a discernere i limiti e le conseguenze dello stesso Regime. Le popolazioni, spinte al massimo sacrifico, prima o poi si sa, si spingono oltre il terrore, perchè di terrore quotidiano è fatta la loro esistenza. Chi non teme più nemmeno di perdere la vita, può operare il cambiamento. O almeno, ci prova. La corda tirata al massimo, non rende. Ma il potere assoluto può far uscire dalla realtà qualsiasi persona. Che tenderà a non limitare più in alcun modo, la sua azione vessatrice nei confronti di popoli che ritiene ormai disconnessi al punto da non ribellarsi di fronte a nulla.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 31/08/2010
Gheddafi, l'Italia e le colonie...Infatti, questo progetto in Libia porta in realtà la firma di un Governo di centro sinistra, quello condotto da Dini col beneplacito dell’allora Ministro degli esteri D’Alema. Una sorta di patto storico, che doveva in qualche modo rimediare "Ai disagi e le ingiustizie causate ai cittadini libici durante il periodo coloniale”. Di autostrade all’epoca – era il 1998 – non vi era cenno.

Autore:Massimiliano Priore
Data: 30/04/2010
Belgio: dal Bhv alla Vallonia francesePeriodo difficile per il Belgio, che capita proprio a poco dall�inizio del suo turno alla presidenza dell�Unione Europea. Dopo che anche il vescovo di Bruges Roger Vangheluwe si � dimesso per pedofilia, ecco la crisi di governo in seguito alle dimissioni del governo Leterme.

Autore:Massimiliano Priore
Data: 05/04/2010
No del Belgio al BurqaIl Belgio sta per approvare una legge che prevede il divieto di utilizzo del burqa. La proposta è piaciuta anche ai partiti dell’opposizione, come i verdi. Sarebbe un provvedimento perfettamente in linea con lo spirito di questo Paese, che ha fatto della laicità dello Stato uno dei propri principi.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 11/06/2009
Gheddafi: storia di un dittatore ...Ogni anno in Libia, il 7 Ottobre, viene celebrato quello che dal 1970 viene chiamato “il giorno della vendetta”. Questa giornata di festa nazionale, è sorta per ricordare come il Governo Gheddafi di allora, fosse riuscito a liberarsi completamente dei cittadini Italiani residenti all’epoca nel Paese. Una colonia di oltre 20.000 Italiani, fu prima espropriata di ogni avere – compresi i contributi I.N.P.S. che furono versati nelle casse della corrispondente istituzione assistenziale libica.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 01/06/2009
Solidarietà fra poveri: l’Italia versa otto milioni di dollari per gli indigenti del MyanmarSicuramente c’è da ribadire un concetto: c’è sempre chi sta peggio di noi. Per quanto ci si possa lamentare della condizone socio politica della nazione in cui si vive – cosa che accade da sempre a trecentosessanta gradi – c’è da dire che realisticamente esistono aree del pianeta ove la condizione umana perde totalmente i confini della dignità, e rientra in quella che a pieno titolo appare come persecuzione. Certo, i livelli della persecuzione stessa passano per una sorta di asta graduata che va dal concetto bistrattato di Democrazia a veri e propri regimi totalitaristi...
Elenco Pagine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
In Evidenza

Da Televideo
In breve
Data:08/07/2020 17:09:45
Conte: porterò dossier Aspi in Cdm Porteremo il dossier Autostrade in Cdm.

E' una decisione di tale importanza che dovrà essere condivisa al di là dei due ministri direttamente competenti.

Va coinvolto tutto il governo.

Così Conte da Madrid soffermandosi sulla questione Ponte di Genova.Questo dossier va chiuso, spero di farlo entro la settimanagiungebbiamo evitare una situazione paradossale.Poi,commentando la sentenza della Consulta sul dl Genova:Ci conforta che la Corte abbia confermato la piena legittimità costituzionale della soluzione normativa elaborata a suo tempo dal Governo.


Da Televideo
In breve
Data:08/07/2020 17:09:45
Aspi: cambiato management e procedure La tragedia del 14 agosto 2018 ha segnato in modo indelebile la storia della società.Così Autostrade Italia.

E' stato completato un radicale cambiamento di management e dei processi aziendali,spiega in una nota, e sono stati realizzati in due anni investimenti per oltre 1 miliardo,aumentate le spese di manutenzione di oltre il 50%, tutti i controlli sulla rete effettuati da società esterne e dallo scorso gennaio Aspi sta lavorando col Commissario Bucci per facilitare l'entrata in esercizio del nuovo viadotto di Genova

Da Televideo
In breve
Data:08/07/2020 17:09:45
Ponte Genova,ex sfollati:Siamo basiti Siamo rimasti basiti,dice Ravera presidente dell'associazione Quelli del Ponte Morandi,ex Comitato Sfollati, sulla decisione di affidare la gestione del Ponte ad Aspi dei Benetton,mentre è in corso una procedura della magistratura.E' una sconfitta della politica Gli fa eco Possetti (Comitato Ricordo Vittime Morandi):Capiamo l'affidamento temporaneo, ma vogliamo la revoca:non è accettabile che un'azienda che ha gestito le Autostrade in questo modo per tutto questo tempo, continui a gestire il nostro patrimonio autostradale,

articolo presente in Italia -> Attualita
Autore: Editoriale di Daniel Abruzzese
Data: 19/05/2020
La crisi del lowcost: la fine dell'Europa?

Al di là dell’ottimismo sbandierato da Ryanair, che vorrebbe invogliare i clienti a tornare a volare ancora prima della fine dell’estate, l’era dei voli lowcost pare volgere al termine. 


Autore: Editoriale del direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 18/05/2020

Quanti di voi conoscono i retroscena della riforma Lorenzin? Tracciati e documentai tutto nel mio libro inchiesta. Pecorelli, l’allora presidente AIFA, volò negli USA con la Ministro Lorenzin, per prendere questo importante incarico, assegnatoci direttamente dagli Stati Uniti: ciò conferma ciò che faccio emergere da anni, e che in pochi capiscono ancora. Le decisioni, in special modo quelle importanti, su economia, fisco, sanità, banche, sicurezza, nel sistema politico ed economico internazionale moderno, non sono prese internamente alle singole nazioni. Esistono trattati, accordi, strategie.

GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -