Sei nella sezione Economia   -> Categoria:  Finanza  
BANCHE e non solo: è ora di agire!

BANCHE e non solo: è ora di agire!
Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 10/12/2007

 

Da tempo ormai la parola "Banche" è entrata nel lessico degli Italiani e non solo. Si parla però non di servizi proposti alla clientela, quanto invece di soprusi più o meno palesi.
 
Interessi sui conti correnti, quelli Italiani, ai più alti livelli mondiali. Ogni cliente di qualsiasi banca infatti, spende una media di circa 180 € l'anno solo per la tenuta in essere del proprio conto corrente. Seguito da vicino dalla Gran Bretagna, ma con 65 € l'anno e così via via, fino ad approdare alle rosee situazioni di Paesi come l'Olanda che ai propri clienti bancari, chiede solo 23 € l'anno. Ci si chiede "perchè" ad ogni dove. Perchè siamo la nazione che oltre ad aver cancellato l'essenza stessa dello stato sociale, corre vorticosamente la guerra agli aumenti senza peraltro generare nei cittadini una qualsivoglia tendenza all'opposizione? Sembra infatti, che l'Italiano medio sia inattacabile sotto il profilo della resistenza ai soprusi. Incassa di tutto. Ingoia bvorbottando. Ma in realtà non reagisce granchè, se non con qualche pallido tentativo reso concreto da manifestazioni di piazza e basta. Il boicottaggio nel nostro paese non trova adepti.
 
La parola "paura" è da sempre nella trama di un sociale che fa acqua da tutte le parti. Gli italiani sono in realtà, per quanto contraddittorio possa sembrare, l'aguzzino di se stessi, rispondendo ad ogni sopruso di potere con parole che non trovano di contro alcuna azione effettiva da chi al potere sta. Perchè questo strambo modo di agire? Perchè la paura dell'azione? Perchè ci si lamenta senza concretizzare? Le banche appunto, sono una delle noti dolenti del nostro quotidiano. Paghiamo interessi su interessi - anatocismo bancario - servizi mai richiesti, more assurde. Per avere di contro pezzi di carta il cui solo valore è quello di un pò di carta ed un sorso di inchiostro buttato lì, senza alcun senso. L'Italiano paga e non si ribella. Lo fa a parole, ma poi non è in grado di prendere di petto la situazione in prima persona. Ritiene di non aver dalla propria, alcuna arma da utilizzare. O forse lo sa, e per assurdo non la utilizza. L'Italiano medio è apezzi. fatto a coriandoli da un Sistema supremo e totalitario che ne ha disconnesso la mente. Il ragionamento. La riflessione. L'Italiano medio paga e scopre il petto per farsi battere e battere ancora. Abituato com'è a subire. A soffrire. Sopratutto a pagare.
 
Unica motivazione cui siamo chiamati ad esistere. Nessuna rivoluzione nazionale. Nessuna vera opposizione al potere. Niente. Nulla. Il vuoto. Solo un lungo ed eterno lamento, che non comprende l'azione. Forse memori ancora, di una fame da postguerra che è divenuta l'arma con cui si muove una nazione risorta e poi gettata alle ortiche. Se un solo anelito di ribellione concreta venisse da questo nulla, si potrebbe coerentemente pensare ad un'attacco al Sistema. Che non si aspetta più ribellioni da temere. Riflettere su questo stato di cose è un dovere verso se stessi. E verso i propri simili. Per rifondare una nazione ormai persa fra gli intrighi internazionali di un parterre di pochi eletti che comandano non più sulle nostre vite. ...ma sulle nostre morti.

 

Buona riflessione a tutti.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 22/05/2022 02:23:34

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Finanza

Autore: Chiara Vicario - Redazione Economia
Data: 27/05/2020
Settore giochi: scatta l'allarme cassa  integrazione straordinaria

Un allarme occupazionale che preoccupa un intero settore, ancora chiuso per il lockdown e che non intravede una possibile data di ripartenza del business. 

Leggi l'articolo

Autore: Lettera dei Presidenti Dario Gallina e Paolo Scudi
Data: 26/05/2020
Lettera di Unione Industriale di Torino e ANFIA al Presidente Conte

“Sollecitare un intervento governativo è vitale per recuperare l’operatività del settore automotive e la sua capacità di sviluppo decisiva per il progresso economico” – si legge nella lettera.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Economia
Data: 26/05/2020
Settore giochi e Fase 2: Ughi (Obiettivo 2016) 'Settore discriminato e beffato'

Un danno economico addizionale poiché non vi sono previsioni sulla data di riapertura dei luoghi di vendita (sale scommesse, sale bingo, sale giochi ecc...

Leggi l'articolo

Autore: Diletta Regoli - Redazione Economia
Data: 25/05/2020
Inchiesta Altroconsumo: l'impatto del Covid-19 sul portafogli degli italiani

L’emergenza coronavirus in corso non riguarda solo la salute ma anche l’economia delle famiglie, per questo Altroconsumo ha condotto un’indagine per analizzare il peso che sta avendo la pandemia sui bilanci degli italiani

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -