Sei nella sezione Economia   -> Categoria:  Finanza  
Bitcoin: produrli consuma più di uno stato come l'Ohio

Bitcoin: produrli consuma più di uno stato come l'Ohio
Autore: Redazione Economia
Data: 04/09/2018 07:06:18

La pratica di produrre i Bitcoin, il cosiddetto 'mining', consuma piu' energia di uno stato come l'Ohio, e la richiesta di potenza di calcolo, e quindi di energia, e' in continuo aumento.

L'allarme viene dall'audizione al senato Usa di un ricercatore dell'universita' di Princeton, secondo cui ormai l'1% dell'elettricita' mondiale viene usata proprio a questo scopo.

Secondo Arvind Narayanan, esperto di Computer Science, i tentativi in corso di rendere piu' 'verdi' i bitcoin agendo ad esempio sulla fonte di elettricita' usata sono trascurabili rispetto alle dimensioni del fenomeno. "Secondo i miei calcoli - ha affermato - in un giorno si utilizzano cinque gigawatt di energia solo per il 'mining' (produzione, ndr) dei bitcoin.

Questo e' appena sotto l'1% del consumo mondiale di elettricita', ovvero poco piu' di quanto consumano l'Ohio o lo stato di New York". A determinare il consumo, che e' gia' raddoppiato rispetto allo scorso maggio quando invece era pari alla richiesta di elettricita' dell'Irlanda, spiega Narayanan, e' la potenza di calcolo necessaria agli algoritmi che servono alla raccolta unita all'energia che serve per raffreddare i computer che producono le criptovalute.

Alla stima fatta per i Bitcoin va aggiunto il consumo dovuto alle altre criptovalute, che comunque e' molto piu' basso al momento. "L'unica cosa che davvero determina quanta energia usano i bitcoin e' il loro prezzo - aggiunge -. Se il prezzo della criptovaluta sale verra' usata piu' energia per il mining; se cala, si abbassa anche il consumo.

Altri fattori contano poco. In particolare l'aumento dell'efficienza energetica dell'hardware utilizzato per il mining essenzialmente non ha un impatto sul consumo energetico". Il problema non riguarda solo chi per professione produce tbitcoin, ma puo' avere un impatto anche su chi e' colpito dai programmi, sempre piu' diffusi, che sfruttano la potenza di calcolo dei computer all'insaputa del possessore. Non tutti gli esperti sono pero' d'accordo con lo scenario 'allarmista' disegnato da Narayanan. Secondo Katrina Kelly dell'universita' di Pittsburgh ad esempio il mining diventera' sempre piu' efficiente, e questo avra' un impatto favorevole. "Le nuove tecnologie - scrive su 'The Conversation', come data center, computer e prima di questi treni, automobili e aerei, sono spesso grandi consumatori di energia. Nel tempo pero' diventano piu' efficienti, una progressione naturale di ogni tecnologia".


L'articolo ha ricevuto 352 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 13/12/2018 00:37:43

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

LUDOPATIA: denunciamo lo Stato!

Oggi, dopo le sconcertanti reazioni di molti cittadini ai danni della dipendenza da gioco CREATA DALLO STATO e' giunto il momento di MUOVERSI: lo Stato ora deve PAGARE i danni che ha generato in milioni di famiglie.



Data:26/07/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Finanza

Autore: Claudio Martinotti Doria - Redazione Economia
Data: 09/12/2018 07:13:35
La Deutsche Bank può far naufragare l’economia dell'UE

Il colosso bancario tedesco oltre ad accumulare scandali che ne hanno ormai minato la credibilità internazionale (riciclaggio di denaro sporco, speculazioni criminali, manipolazione illecite dei mercati, evasione fiscale, gestione scellerata, ecc.) ha in portafoglio titoli tossici (perlopiù "derivati") per svariate migliaia di miliardi di euro. 

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Economia
Data: 05/12/2018 06:46:06
Finanziamenti online: la banca può guardare i vostri profili social

Meno burocrazia e lungaggini per coloro che nel richiedere un finanziamento si affidano ad Internet, effettuando la richiesta comodamente dal proprio pc o anche dallo smartphone, senza più necessità di recarsi in banca, e con il vantaggio di accorciare anche i tempi di risposta, che in certi casi può arrivare subito al termine della procedura.

Leggi l'articolo

Autore: Emilia Urso Anfuso - Redazione Economia
Data: 30/11/2018 06:37:21
Rate del mutuo: tre metodi per abbassarle

Per quanto riguarda i mutui accesi per acquistare un appartamento, la situazione è questa: secondo l’Annuario statistico, sono 3,2 milioni le famiglie che, attualmente, pagano un mutuo per la casa, con una rata media mensile calcolata in 586,41 euro.

Leggi l'articolo

Autore: Maria Luisa Chioda - Redazione Economia
Data: 26/11/2018 06:35:50
Terzo Valico: Condotte non paga Cociv. Salini Impregilo in pressing su commissari

I tre commissari (Giovanni Bruno, Matteo Uggetti, Alberto Dello Strologo) non sono ancora riusciti a strappare alle banche un prestito ponte, in attesa di quello statale autorizzato dalla Ue (previsto a cavallo di fine anno), e i nodi vengono al pettine.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -