Sei nella sezione Mondo   -> Categoria:  Cronaca dal Mondo  
Etiopia meridionale: circa 1 milione di sfollati hanno bisognoso con urgenza di aiuti umanitari

Etiopia meridionale: circa 1 milione di sfollati hanno bisognoso con urgenza di aiuti umanitari
Autore: Redazione Esteri
Data: 02/09/2018

A seguito di nuove violenze inter-comunitarie più di 900.000 persone sono state costrette a fuggire lungo il confine tra Gedeo e West Guji, due aree rispettivamente nelle regioni del SNNP (Southern Nations and Nationalities People’s) e dell’Oromiya, nel sud dell’Etiopia. Dopo una prima missione esplorativa, Medici Senza Frontiere (MSF) ha lanciato un intervento d’emergenza per rispondere ai più importanti bisogni della popolazione sfollata.

 

Con tante persone fuggite in così poco tempo, la priorità è fornire rifugi, beni di prima necessità, acqua, cure mediche e servizi igienici” dichiara Alessandra Saibene, coordinatrice per la risposta a questa emergenza di MSF. “La maggior parte delle persone è fuggita improvvisamente e senza niente al seguito. Oggi le famiglie dormono in edifici abbandonati, come scuole o chiese, e talvolta anche all’aperto sopra foglie di banano o teli di plastica”.

 

Anche prima di questa crisi, questa regione era una delle più densamente popolate del paese. Il rapido afflusso di sfollati rende ancora più carenti le risorse disponibili e i servizi pubblici. Nonostante l’intervento del governo per garantire cure mediche, cibo e generi di primo soccorso, le condizioni di vita sono preoccupanti perché permangono ancora gravi lacune nella fornitura di rifugi, acqua e servizi igienico-sanitari.

 

Sovraffollamentolimitato accesso all’acqua pulita e latrine insufficienti fanno aumentare il rischio di insorgenza di malattie trasmissibili. Dobbiamo intervenire tempestivamente per migliorare le condizioni di vita, altrimenti la situazione potrà soltanto peggiorare” aggiunge Saibene di MSF.

 

MSF, in coordinamento con altri attori umanitari, sta costruendo con urgenza latrine e installando infrastrutture idriche e fognarie nei distretti di Kochere e Gedeb. L'organizzazione medico-umanitaria rifornisce gli sfollati di acqua potabile e migliora le condizioni igieniche e l'accesso all'acqua nelle strutture sanitarie locali. In più MSF sta supportando centri per la salute e ospedali con servizi medici di base e secondari, e ha in programma la distribuzione di generi di prima necessità come coperte o utensili da cucina.

 

“Stiamo lavorando con l’Ufficio sanitario regionale per assicurare agli sfollati l’accesso all'assistenza sanitaria di base e salvavita. Le nostre équipe hanno effettuato più di 19.000 visite mediche, di cui 6.700 a bambini al di sotto dei cinque anni. Abbiamo anche supportato il governo con una campagna di vaccinazione contro il morbillo rivolta ai bambini” prosegue Saibene di MSF

 

La maggior parte dei pazienti che riceve assistenza nelle strutture mediche di MSF soffre di diarrea, parassiti intestinali, infezioni del tratto respiratorio e della pelle; tutte conseguenze di povertà, sovraffollamento e assenza di acqua pulita. Con l'avvicinarsi del clima più freddo e la stagione delle piogge alle porte, le condizioni possono drammaticamente peggiorare, con gravi conseguenze per la salute delle persone. Pertanto, in stretto coordinamento con le autorità locali, MSF è pronta a implementare rapidamente tutti gli interventi necessari per proteggere la popolazione.

 

Durante la stagione delle piogge si esauriscono quasi del tutto le scorte alimentari delle famiglie, rendendo così necessaria la distribuzione di generi alimentari per evitare la malnutrizione. È fondamentale una risposta rapida e prolungata da parte delle organizzazioni non governative e delle autorità locali, oltre ad un continuo impegno dei donatori” conclude Saibene di MSF

 




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 08/04/2020 22:45:29

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cronaca dal Mondo

Autore: Max Murro - Redazione Esteri
Data: 30/03/2020
Coronavirus negli USA - Trump: 'Il picco in due settimane'

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, mette da parte l'idea di riaprire le attività per Pasqua:  le attuali linee guida per il contenimento del virus resteranno in vigore un mese oltre il previsto e quindi fino al 30 aprile

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 20/03/2020
Coronavirus - L'india blocca i voli internazionali in arrivo

L'India ha vietato i voli internazionali in arrivo, ha limitato le riunioni pubbliche e ha bloccato le strade per sigillare il Kashmir dopo che la regione devastata dall'insurrezione ha riportato la sua prima infezione da coronavirus.

Leggi l'articolo

Autore: Angela Frazzetta - Redazione Esteri
Data: 10/03/2020
Francia: il Ministro della Cultura Franck Riester è positivo al Covid-19

Il ministro francese della cultura Franck Riester è stato contagiato dal coronavirus. E' quanto ha riferito una fonte vicina al ministero della cultura 

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 09/03/2020
Covid-19: anche il Senegal si prepara a contenere la diffusione dei contagi

Finora il Senegal ha registrato solo quattro persone che hanno contratto il coronavirus, con un paziente guarito e subito dimesso dall'ospedale

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -