Sei nella sezione Il Direttore   -> Categoria:  Editoriali  
Emanuele Filiberto di Savoia: un gesto di solidarietà che scalda il cuore

Emanuele Filiberto di Savoia: un gesto di solidarietà che scalda il cuore
Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 19/09/2018 09:30:20

Un bel gesto di solidarietà, da parte del Principe Emanuele Filiberto di Savoia, che ha deciso di fare qualcosa di concreto per aiutare i genovesi, toccati dalla tragedia del crollo del ponte Morandi.

In sintesi, Emanuele Filiberto di Savoia ha deciso di finanziare la realizzazione di un poliambulatorio, presso la sede della Croce Rosa Italiana di Rivarolo, che si trova poco al di là della cosiddetta “Zona rossa”. In questo punto del territorio genovese, serve urgentemente una soluzione che permetta ai cittadini di poter raggiungere agevolmente, e rapidamente, gli ospedali che si trovano nel centro di Genova, e sono collocati proprio oltre la zona del crollo del ponte Morandi.

Il poliambulatorio, che sarà intitolato alla Beata Cristina di Savoia – così come deciso dal consiglio di amministrazione della pubblica assistenza - e sarà composto di tre stanze già in possesso della Croce Rossa Italiana, sarà completato entro un paio di mesi grazie alla donazione di 40mila euro corrisposta dagli Ordini Dinastici di Casa Savoia e del Principe Emanuele Filiberto, che ieri – 19 Settembre – ha presenziato a Genova per consegnare direttamente la somma, disvelando anche una targa commemorativa.

La cifra di 40mila euro però, è solo un inizio, dal momento che sarà incrementata da altre donazioni provenienti dall’Ordine di Malta e da persone che vorranno mettere in campo la loro solidarietà.

"In qualche mese, se tutto va bene, la struttura per diagnosi e soccorso sarà pronta - ha detto Emanuele Filiberto durante la sua visita presso la sede della Croce Rosa che si trova in via Croce Rosa - In una zona dove tutto è difficile e la viabilità complicata ci sembrava utile contribuire a una presenza sanitaria importante" e ha aggiunto: "Ho incontrato delle persone ottimiste che combattono, sono di buon umore, vanno avanti. D’altra parte i genovesi su questo sono un popolo forte".

Gesti come questo sono importanti al giorno d'oggi. Viviamo in un periodo storico complesso, in cui appare sempre più evidente l'alto livello di indifferenza al dolore altrui, alle esigenze di chi soffre, dei poveri, dei malati o di chi viene toccato da tragedie insensate, come quella accaduta a Genova.

Abbandonati da una politica troppo distratta da se stessa, per considerare davvero le istanze degli esseri umani, un gesto del genere vince su tutto e tutti, e ne abbiamo davvero grande necessità tutti noi. Perché non sono le parole a curare le ferite e le mancanze, ma i gesti.

 

Tutti i diritti riservati. La diffusione è concessa esclusivamente indicando chiaramente il nome dell'autore e il link che riporta a questa pagina 

 


L'articolo ha ricevuto 1344 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 10/12/2018 00:57:02

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

LUDOPATIA: denunciamo lo Stato!

Oggi, dopo le sconcertanti reazioni di molti cittadini ai danni della dipendenza da gioco CREATA DALLO STATO e' giunto il momento di MUOVERSI: lo Stato ora deve PAGARE i danni che ha generato in milioni di famiglie.



Data:26/07/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Editoriali

Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 07/12/2018 06:33:27
Abuso di pornografia: una  dipendenza che distorce la realtà nei rapporti di coppia

La diffusione della pornografia, causata negli ultimi anni dal proliferare di siti pornografici, ha realizzato una vera modificazione per quanto riguarda le convinzioni di molti signori uomini. In pratica, la visione metodica di filmati ad alto contenuto pornografico, sta deviando le necessità e le aspettative maschili nei confronti dei rapporti sessuali col gentil sesso.

Leggi l'articolo

Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 21/11/2018 17:07:02
Nave Aquarius: le intercettazioni non confermano il dolo da parte di Medici Senza Frontiere

Le intercettazioni telefoniche che molti utenti dei social sbandierano come “prova certa di colpevolezza” non sono affatto una conferma, ma – se lette o ascoltate – dandogli un senso, risuonano non tanto come un reato commesso dalla ONG quanto come un sistema di corruzione che alberga altrove, e viene quasi imposto all’organizzazione internazionale come metodo, una sorta di convenzione, di patto, tra chi opera nel porto e chi attracca col suo carico di problematiche umane di ogni sorta.

Leggi l'articolo

Autore: Emilia Urso Anfuso - Redazione Economia
Data: 20/11/2018 06:07:18
Canone di locazione: come abbassarlo

L’Italia è una nazione popolata da proprietari di appartamento. L’80% delle famiglie, infatti, ne possiede almeno uno anche se – dati che sono stati diffusi grazie a un recente studio realizzato dall’ISTAT – il 17,7% sta pagando le rate di un mutuo.

Leggi l'articolo

Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 13/11/2018 07:17:39
Reddito di cittadinanza: il pastrocchio

Per “Reddito di cittadinanza” s’intende un reddito garantito ai cittadini di una nazione, al di là della condizione reddituale o lavorativa. E’ quindi quello che si intende per reddito universale.  In realtà, la misura che dicono di voler varare i tipi dei 5S è un reddito minimo garantito, modello Riforma Hartz IV  tedesca, che in Germania è servita a togliere diritti ai cittadini, imporgli un sistema paradossale di precariato lavorativo e sfruttamento, ma di Stato

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -