Sei nella sezione Scienza   -> Categoria:  Medicina  
Olio alla Cannabis per curare la depressione di cani e gatti

Olio alla Cannabis per curare la depressione di cani e gatti
Autore: Redazione Scientifica
Data: 09/10/2018 06:47:22

Gatti e cani depressi, ansiosi o aggressivi? Le cure a base di cannabis arrivano anche nella cuccia. Una start up italiana, Weedentity, ha infatti lanciato dei prodotti a base di olio di cannabis sativa legale, gia' usata negli Usa, e pensati per gli animali domestici. La novita', creata da quattro giovani imprenditori napoletani under 40, si basa sul'uso aromaterapico del cannabidiolo: l'olio per la pet therapy contiene infatti il 5% di CBD, un principio attivo naturalmente presente nelle piante di cannabis, che ha proprieta' antinfiammatorie e antiossidanti e serve a combattere e prevenire stati di ansia, panico o insonnia.

E' indicato soprattutto per la cura di cani che manifestano comportamenti aggressivi o di gatti sterilizzati per un migliore decorso post operatorio. Gli oli, spiegano i giovani imprenditori partenopei, sono prodotti in Svizzera con metodi naturali che escludono l'uso di pesticidi o sostanze chimiche, hanno un'origine al 100% vegetale, provengono da coltivazioni biologiche. Sono testati e analizzati da laboratori svizzeri e, una seconda volta, da laboratori italiani certificati dal ministero della Salute.

"Abbiamo deciso - racconta Chiara Basile, che insieme ai suoi tre soci ha lanciato Weedentity - di aprire quest'attivita' attraverso il varco legislativo che si e' aperto nel 2016. La legge 242 del 2016, infatti, ha dato il via libera all'uso di prodotti realizzati con cannabis sativa entro precisi limiti di THC, uno dei principi attivi della cannabis. E' stato un primo passaggio importante perche' apre all'uso di quella che forse e' la pianta piu' criminalizzata del mondo ma dalle enormi potenzialita'".

"I nostri oli per cani e gatti non hanno effetti psicoattivi ma solo miorilassanti. Gli animali, cioe', non vengono 'sedati': come afferma l'Organizzazione Mondiale della Sanita' - continua Basile - il CBD, l'unico cannabinoide presente negli oli, non crea dipendenza".

"La canapa industriale, che ha un concentrazione di THC (il cannabinoide con effetti psicoattivi) prossima allo 0%, permette ai nostri amici a 4 zampe di restare vigili e reattivi ma li solleva perfino di dolori cronici o artriti. La reazione dei nostri clienti e' stata entusiasta - sottolinea Basile - anche cani che abbaiavano e ringhiavano hanno trovato armonia". Il primo a usare la cannabis per curare gli animali e' stato il dottor Douglas Kramer che ha deciso di somministrare un prodotto con CBD al suo husky. 


L'articolo ha ricevuto 416 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 18/12/2018 11:15:21

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

LUDOPATIA: denunciamo lo Stato!

Oggi, dopo le sconcertanti reazioni di molti cittadini ai danni della dipendenza da gioco CREATA DALLO STATO e' giunto il momento di MUOVERSI: lo Stato ora deve PAGARE i danni che ha generato in milioni di famiglie.



Data:26/07/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Medicina

Autore: Isabella Melchionda - Redazione Scientifica
Data: 21/11/2018 06:20:34
Fibrillazione atriale: ne soffrono due milioni di italiani

La fibrillazione atriale è un’aritmia, un disordine nel ritmo del cuore, che provoca sintomi come mancanza di respiro, stanchezza profonda, senso di vertigine, sensazione di un frullo nel petto, ma altrettanto spesso dà sintomi sfumati o che non vengono affatto percepiti. 

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Scientifica
Data: 16/11/2018 06:16:23
Abuso di alcol: cresce il numero dei morti

L’alcol è la sostanza che miete più vittime in termini di dipendenza, rispetto a fumo, droghe sintetiche e cocaina: dal 2008 al 2017 in Italia sono stati 435mila i morti per malattie alcol-correlate, incidenti, omicidi e suicidi ad esso dovuti.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Scientifica
Data: 29/10/2018 06:23:09
Cannabis per uso terapeutico: in Piemonte triplicati i pazienti

E' triplicato il numero dei pazienti che utilizzano cannabis a uso terapeutico, quintuplicate le prescrizioni.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Scientifica
Data: 27/10/2018 07:05:51
Microplastiche nella catena alimentare

Nei prossimi 60 secondi, nel mondo sarà acquistato un milione di bottiglie e due milioni di sacchetti di plastica.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -