Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Cronaca  
Ludopatia: a Milano il sindaco vieta l'apertura delle sale slot

Ludopatia: a Milano il sindaco vieta l'apertura delle sale slot
Autore: Redazione Cronaca
Data: 28/11/2018 06:55:07

 
MILANO FINTA CITTÁ CONTRO LA LUDOPATIA

SINDACO VIETA APERTURA DELLE SALE SLOT DALLE 12 ALLE 18 PER TENERE LONTANI CHI ESCE DA SCUOLA MA NON FA CONTROLLI

OGGI BLITZ DEL CODACONS NELLE SALE APERTE NONOSTANTE IL DIVIETO

ESPOSTO ALLA PROCURA PER ACCERTARE LA RESPONSABILITA' DI GESTORI E CONTROLLI COMUNE DI MILANO
Slot machine sempre accese, anche negli orari in cui dovrebbero essere spente. L’ordinanza anti-slot continua a mostrare delle lacune: il Codacons ha effettuato in data odierna blitz sparsi in città, passando da piazza Diaz, vicino al Duomo, a Centrale e Loreto. 
 
Le macchinette divora-denaro non smettono mai di funzionare, anche nel pomeriggio. Attirando una folla di anziani, donne di mezza età, stranieri (soprattutto dall’Oriente) che vanno avanti per ore a sfidare la sorte, a cercare la combinazione vincente di frutti o simboli schiacciando ostinatamente dei tasti.

Lo chiamano divertimento ma a sorridere sono soprattutto le società che gestiscono le slot: bastano tre minuti di gioco per farsi alleggerire il portafogli di 10 euro. Un pomeriggio è sufficiente per bruciare una pensione. Eppure le disposizioni del provvedimento varato con tanta enfasi dal Comune di Milano il 15 ottobre del 2014 (con un’integrazione del 23 ottobre) parlano chiaro, definendo precise e limitate fasce orarie per l’attività delle sale gioco e per il funzionamento delle slot machine nei locali pubblici.

Le sale non dovrebbero essere aperte 24 ore su 24, ma solo dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 23, in modo da «ridurre la possibilità di accedervi, con particolare attenzione agli orari di uscita dalle scuole e al tempo libero delle fasce più fragili della cittadinanza, in primo luogo giovani e anziani».

C’è il gioco che richiama il mondo dell’infanzia, quello che ha il volto del cane lupo più famoso della tv, etc. Una donna sembra come ipnotizzata dall’intermittenza delle luci e dei suoni. Il tutto avvolto nell'oscurità della sala e il fumo delle sigarette.
I blitz effettuati verranno mandati in onda questa sera su Telelombardia.

Nonostante le battaglie e le lotte del Codacons, la ludopatia rappresenta una malattia sottovalutata di cui non si comprende la reale portata dannosa.
Innanzitutto i gestori delle sale slot se ne infischiano delle regole, ma oltre loro anche il comune e le pubbliche amministrazioni locali hanno le loro responsabilità, stante la totale assenza di controlli sul territorio o l'attribuzione di sanzioni al fine di prevenire e sensibilizzare determinati comportamenti.

Per tali motivi il Codacons deposità denuncia in Procura nei confronti dei gestori delle sale slot e del Comune di Milano per omissione di controlli, inosservanza dell'ordinanza emanata dalla Pubblica Autorità, induzione al gioco d'azzardo e associazione a delinquere.
 

L'articolo ha ricevuto 416 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 11/12/2018 22:25:11

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

LUDOPATIA: denunciamo lo Stato!

Oggi, dopo le sconcertanti reazioni di molti cittadini ai danni della dipendenza da gioco CREATA DALLO STATO e' giunto il momento di MUOVERSI: lo Stato ora deve PAGARE i danni che ha generato in milioni di famiglie.



Data:26/07/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cronaca

Autore: Redazione Attualita'
Data: 11/12/2018 06:10:01
Guida agli acquisti sugli e-commerce orientali

La comodità di poter acquistare online qualsiasi tipo di prodotto non ha eguali. Con la diffusione dell’uso di Internet, oggi è davvero possibile acquistare di tutto, e non solo da piattaforme di e-commerce nazionali, come i tanti siti proprietari di aziende del Made in Italy che, ormai, mettono in commercio i loro articoli non solo all’interno dei negozi fisici ma attraverso le piattaforme web.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cronaca
Data: 11/12/2018 06:40:08
Corinaldo: una petizione del MOIGE per chiedere misure restrittive per le discoteche

Di fronte ai morti di Corinaldo non possiamo restare fermi e in silenzio ma dobbiamo subito agire per evitare che ci siano altre “Lanterne Azzurre”.

Leggi l'articolo

Autore: Angela Urso - Redazione Cronaca
Data: 08/12/2018 06:11:54
Corinaldo (AN): panico in discoteca. 6 morti e 67 feriti

Sei persone sono morte a Corinaldo, provincia di Ancona, schiacciate dalla folla all'interno di una discoteca. Le vittime sono tre ragazzine, tre ragazzini e una donna di 40 anni.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cronaca
Data: 04/12/2018 06:55:03
Catania, morte bimbo 3 mesi: Save the Children 'Urgente attuare misure di sostegno e protezione'

“Una tragedia come quella accaduta a Catania che vede protagonisti un bambino di tre mesi e la sua mamma ci deve far riflettere sulla necessità di creare una rete di sostegno e protezione nei confronti di tutti i nuovi nati e dei loro genitori”

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -