Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Cronaca  
Catania, morte bimbo 3 mesi: Save the Children 'Urgente attuare misure di sostegno e protezione'

Catania, morte bimbo 3 mesi: Save the Children 'Urgente attuare misure di sostegno e protezione'
Autore: Redazione Cronaca
Data: 04/12/2018 06:55:03

 

 

Catania, morte bimbo 3 mesi: Save the Children, urgente attuare misure nazionali di sostegno e protezione per i neogenitori e i loro bambini nei primi 1.000 giorni di vita

 

 

“Una tragedia come quella accaduta a Catania che vede protagonisti un bambino di tre mesi e la sua mamma ci deve far riflettere sulla necessità di creare una rete di sostegno e protezione nei confronti di tutti i nuovi nati e dei loro genitori”, ha dichiarato Raffaela Milano, Direttrice dei Programmi Italia-Europa di Save the Children - l’Organizzazione internazionale che dal 1919 lotta per salvare la vita dei bambini e garantire loro un futuro – in relazione alla drammatica notizia della morte di un bambino di tre mesi a Catania.

 

“C’è bisogno di garantire un’offerta attiva che parta ancora prima della nascita e di un monitoraggio strutturato da parte dei servizi sociali e sanitari per non lasciare le famiglie da sole a fronteggiare situazioni di disagio emotivo e psicologico che spesso provocano nei bambini conseguenze gravi e, in qualche caso, come questo, possono sfociare in un dramma”, ha proseguito Raffaela Milano.

Al di là di quanto verrà accertato dalle autorità competenti in merito alla tragica vicenda di Catania, va considerato che la depressione post partum, come si evince dai dati del Ministero della Salute, colpisce tra il 7% e il 12% delle neomamme in Italia ed esordisce generalmente tra la sesta e la dodicesima settimana dopo la nascita del figlio. Tuttavia, i sintomi sono diagnosticabili già durante la gravidanza.

“Esperienze come le visite domiciliari (l’”home visiting”) e le “dimissioni protette” delle mamme dopo il parto per garantire una presa in carico integrata da parte dei diversi servizi – sociali, sanitari e di sostegno psicologico - devono diventare la norma. Ề infatti paradossale che in un Paese dove nascono sempre meno bambini non vengano ancora garantite in modo omogeneo e continuativo tutte le misure nazionali di sostegno e protezione per tutti gli aspetti, non solo clinici ma anche psico-sociali, relativi ai primi mille giorni di vita. Ề dunque urgente una azione, che da tempo sollecitiamo, da parte del Ministero della Salute e delle Regioni per la effettiva messa in pratica di tali misure”, ha concluso Raffaela Milano. 

 

Con l’obiettivo di offrire supporto ai neogenitori prima, durante e dopo la gravidanza, dal 2012 Save the Children ha attivato il progetto Fiocchi in Ospedale, attualmente attivo nei reparti materno-infantili di 10 ospedali italiani, nelle città di Bari, Milano, Napoli, Pescara, Roma, Sassari e Torino dove tra il 2012 e il 2017 l’Organizzazione è riuscita a raggiungere oltre 24 mila persone tra mamme, papà e familiari adulti e più di 17 mila bambine e bambini. In particolare, il progetto fornisce sostegno ai neogenitori per migliorare il benessere del nucleo familiare, attraverso una collaborazione con l’ospedale, e interviene per prevenire casi di maltrattamento e abuso, per segnalare e affrontare situazioni di disagio sociale e socio-economico, per contribuire a migliorare le competenze e le reti di sostegno dei genitori e ridurre condizioni di isolamento e incertezza nelle quali si possono trovare.


L'articolo ha ricevuto 400 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 20/04/2019 19:26:22

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cronaca

Autore: Angela Urso - Redazione Cronaca
Data: 17/04/2019 17:31:28
Caso Cucchi: la Procura chiede il processo per otto carabinieri

Caso Cucchi: la Procura di Roma, nell'ambito dell'inchiesta sui depistaggi che seguirono alla sua morte,  ha chiesto il rinvio a giudizio per otto appartenenti all'Arma dei Carabinieri, tra cui alcuni ufficiali.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cronaca
Data: 17/04/2019 06:40:46
Spaccio di droga: sindaco leghista organizza caccia agli spacciatori con un drone

Caccia gli spacciatori con un drone, il sindaco leghista partecipa personalmente al pattugliamento del bosco con la polizia locale.

Leggi l'articolo

Autore: Angela Urso - Redazione Cronaca
Data: 15/04/2019 07:22:20
Palermo: mutilazioni e fratture indotte per frodare le assicurazioni

42 le persone persone fermate a Palermo dagli agenti della squadra mobile di Palermo, la guardia di finanza e la polizia penitenziaria .

Leggi l'articolo

Autore: Angela Urso - Redazione Cronaca
Data: 13/04/2019 16:49:38
Foggia: Carabiniere ucciso durante una sparatoria. Arrestato un pregiudicato

Era in servizio presso la stazione di Cagnano Varano, nel Foggiano, il carabiniere rimasto ucciso durante un conflitto a fuoco avvenuto nella piazza principale del paese, ad un posto di blocco.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -