Sei nella sezione Economia   -> Categoria:  Finanza  
Pernigotti: brucia 5,3 milioni in sei mesi e ricapitalizza per 3 milioni

Pernigotti: brucia 5,3 milioni in sei mesi e ricapitalizza per 3 milioni
Autore: Redazione Economia
Data: 12/01/2019 06:19:03

Incarico a Vitale per vendere la divisione creme per gelati

 

Più di 5 milioni bruciati in sei mesi e una ricapitalizzazione per 3 milioni che porta la data del 27 luglio 2018. La crisi in cui versa la Pernigotti, è riportata nero su bianco nel verbale della riunione del Consiglio di amministrazione che si è tenuta lo scorso 14 dicembre e di cui Radiocor in possesso.

 

Dal documento emerge anche l'affidamento dell'incarico a Vitale e Associati per la vendita della divisione I&P, impegnata nella produzione e commercializzazione di preparati per gelaterie artigianali e pasticcerie.

 

A fare il punto in cda sullo stato patrimoniale dell'azienda è stato il neo-presidente del Consiglio di amministrazione, Zafer Toksoz, proprietario, insieme con il fratello Ahmet, della casa del gianduiotto dal 2013. Il magnate turco si è soffermato, in particolare, sui risultati al 30 giugno 2018, da cui emergono ricavi per 21,3 milioni e una perdita di 5,3 milioni, in conseguenza della quale il patrimonio netto della società è crollato a 0,6 milioni.

 

E' a fronte di tale situazione - nonchè dei dati di forecast che al 30 settembre 2018 proiettavano un valore di patrimonio netto negativo - che l'azionista ha deciso di ricapitalizzare la società per 3 milioni, rinunciando a crediti di corrispondente importo. Pernigotti ha chiesto la Cigs al ministero del Lavoro per 100 dipendenti dell'hub di Novi Ligure dallo scorso 7 novembre e scelto di avviare la "cessazione delle attività produttive", espressione testuale riportata nel verbale del cda. Si tratta di una strategia funzionale al piano di risanamento della società, visto che l'hub di Novi è "da sempre caratterizzato da volumi non abbastanza significativi per ottenere efficienza ed economie di scala, anche in funzione dello stato di avanzata obsolescenza funzionale e tecnologica dell'immobile e di buona parte dei macchinari".

 

Il verbale conferma l'intensa attività di scouting (affidata all'advisor Sernet) di un player industriale cui affidare la produzione: un passaggio chiave del documento parla della totale esternalizzazione delle produzioni in futuro e, parallelamente, della possibilità di cedere lo stabilimento con lo scopo di reindustrializzare l'area di Novi. Durante l'ultimo incontro al ministero del Lavoro tra azienda, sindacati e Governo, sono trapelati i nomi di Laica - azienda di Novara specializzata nella produzione di Gianduiotti - e de La Suissa, azienda dell’alessandrino interessata ai macchinari del celebre brand piemontese. Ma per poter valutare le proposte occorre tempo e la firma dell’accordo per la Cassa integrazione per cessazione è rimandata al 5 febbraio.

 

Al momento, la manifestazione d’interesse più concreta, appare quella della cremonese Sperlari, storico brand di caramelle e torroni di proprietà della tedesca Katjes International. Si è parlato anche di un fondo indiano che potrebbe entrare in partita.

 

Il Sole 24 Ore Radiocor Plus


L'articolo ha ricevuto 736 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 18/01/2019 09:18:40

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

LUDOPATIA: denunciamo lo Stato!

Oggi, dopo le sconcertanti reazioni di molti cittadini ai danni della dipendenza da gioco CREATA DALLO STATO e' giunto il momento di MUOVERSI: lo Stato ora deve PAGARE i danni che ha generato in milioni di famiglie.



Data:26/07/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Finanza

Autore: Redazione Economia
Data: 17/01/2019 06:59:25
Pernigotti: incontri col fondo indiano, ma la proprietà non vuol cedere marchio

Si intensificano i contatti tra la proprietà e un fondo indiano con base a Zurigo per il futuro di Pernigotti, la storica azienda del cioccolato, che dal 7 novembre ha avviato la «cessazione delle attività produttive».

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Economia
Data: 16/01/2019 06:48:43
Astaldi: Salini Impregilo verso offerta a breve ma senza accollarsi debito

E' in dirittura d'arrivo l'offerta di Salini Impregilo sulle attività di Astaldi. L'impresa ha "tuttora in corso degli approfondimenti sempre nella direzione di un'integrazione industriale, nella prospettiva di miglioramento del rating e della compatibilità finanziaria".

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Economia
Data: 12/01/2019 06:51:32
F2i: punta ancora su aeroporti, pronta a offerta per il 55% di Trieste

Salvo colpi di scena dell’ultima ora, il fondo infrastrutturale – secondo quanto risulta a Radiocor – a breve potrebbe formalizzare la propria proposta visto che il termine per la presentazione delle offerte sarebbe fissato per l’inizio di settimana prossima.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Economia
Data: 28/12/2018 06:43:02
Manovra economica: 140 articoli approvati senza avere la possibilità di leggere il testo

Il Codacons interviene sul tema della Manovra di Bilancio 2019 con un esposto per violenza a un organo collegiale, alla luce del fatto che il testo della misura venga letteralmente imposto al Parlamento senza neanche la possibilità per i parlamentari di leggerlo e valutarlo, e protesta contro il provvedimento che stabilisce l'aumento delle tasse per le no-profit penalizzando esclusivamente i cittadini in condizioni di bisogno.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -