Sei nella sezione Mondo   -> Categoria:  Immigrazione  
Migranti, Save The Children: scongiuriamo una nuova tragedia in mare

Migranti, Save The Children: scongiuriamo una nuova tragedia in mare
Autore: Redazione Attualita'
Data: 21/01/2019 06:40:50

“Dopo l’assurda morte in mare di 117 persone, tra cui due bambini e una donna incinta, in queste ore stiamo rischiando che un’altra tragedia si consumi a largo delle coste libiche. Un barcone con a bordo 100 persone sta affrontando una situazione metereologica avversa ed è molto probabile che ci siano bambini tra di loro”, ha dichiarato Raffaela Milano, Direttrice Programmi Italia- Europa di Save the Children, l’Organizzazione che da 100 anni lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro.

“La tragedia che si è consumata negli ultimi giorni non può che mettere tutti noi, l’Italia e l’Europa intera di fronte alle proprie responsabilità. Non possiamo semplicemente fingere che la cosa non ci riguardi, lasciando che il Mediterraneo diventi un cimitero di vittime invisibili.”

“È indispensabile che la comunità internazionale si impegni per realizzare vie di accesso sicure dalle aree di crisi o di transito, per evitare che decine di migliaia di persone continuino ad essere costrette a ricorrere ai trafficanti, mettendo in serio pericolo la propria vita, per attraversare il Mar Mediterraneo, ed è immediatamente necessario soccorrere le persone a rischio in mare, a prescindere da qualsiasi altra considerazione.”


L'articolo ha ricevuto 528 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 21/04/2019 06:54:36

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Immigrazione

Autore: Redazione Esteri
Data: 13/04/2019 06:47:07
Libia: MSF fornisce acqua e cibo nei centri di detenzione

La situazione a Tripoli resta preoccupante per i civili coinvolti nel conflitto, che negli ultimi giorni ha colpito aree più densamente popolate.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 19/03/2019 06:44:12
Grecia: a tre anni dall'accordo UE-Turchia 12.000 persone restano bloccate negli hotspot

A causa dell’accordo UE-Turchia, circa 12.000 tra uomini, donne e bambini sono attualmente bloccati in condizioni terribili nei cinque hotspot sulle isole greche. 

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Politica
Data: 17/03/2019 06:48:58
Europee: la priorità per 10 milioni di europei è la sostenibilità

Ambiente, efficienza e trasparenza delle istituzioni europee, R & S, istruzione, evasione fiscale, politiche sociali, migrazione…tante le priorità sollevate. 

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 04/02/2019 06:48:05
Camerun: decine di migliaia di camerunensi in fuga verso la Nigeria meridionale

Decine di migliaia di persone stanno fuggendo dalle violenze nelle regioni del nord-ovest e sud-ovest del Camerun, per cercare rifugio in Nigeria meridionale, nello stato di Cross River, dove prima ancora che nei campi profughi sono stati accolti nelle case delle comunità locali. 

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -