Sei nella sezione Mondo   -> Categoria:  Cronaca dal Mondo  
Yemen, epidemia di colera: ogni giorno 1000 bimbi contagiati

Yemen, epidemia di colera: ogni giorno 1000 bimbi contagiati
Autore: Redazione Esteri
Data: 27/03/2019 06:19:02

Ogni giorno, in Yemen, 1.000 bambini vengono colpiti dal colera in seguito alla preoccupante diffusione di un’epidemia che solo nelle ultime due settimane ha già contagiato 40.000 persone, di cui più di un terzo bambini con meno di 15 anni di età. Un aumento del 150% di nuovi casi sospetti rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Questa l’ultima denuncia di Save the Children - l'Organizzazione che da 100 anni lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro – nel giorno in cui ricorre il quarto anniversario dall’escalation del devastante conflitto in Yemen, durante il quale si stima che 85.000 bambini con meno di cinque anni di età abbiano perso la vita a causa della fame e delle malattie, conseguenze indirette della guerra, e quasi 6.500 minori sono stati uccisi o feriti dai bombardamenti. Bombardamenti, questi ultimi, condotti con armi vendute dai governi stranieri alla Coalizione a guida saudita, tra cui anche bombe prodotte in Italia sulle quali Save the Children ha lanciato una petizione pubblica on line – disponibile al sito www.savethechildren.it/StopArmi - per chiedere al nostro Paese di fermarne immediatamente l’esportazione.

L'epidemia di colera in Yemen, la peggiore nella storia del Paese, che nel 2017 ha contagiato più di un milione di persone, con l'arrivo delle forti piogge è destinata a diffondersi ancora più rapidamente se non verranno adottate misure urgenti per contrastarla. In particolare, nell’anno in corso sono stati registrati quasi 124.500 casi sospetti in tutto il Paese, la metà dei quali a marzo.

"Quattro anni di guerra hanno già lasciato i bambini dello Yemen sfamati e sfiniti e questa nuova epidemia di colera rappresenta l’ennesimo killer con cui si trovano a dover fare i conti. Tutto questo è inaccettabile perché il colera si potrebbe prevenire facilmente garantendo ai bambini l’accesso all’acqua pulita e a servizi igienici di base. Ma purtroppo la realtà in Yemen è che i sistemi fognari, già carenti prima del conflitto, ora sono praticamente quasi inesistenti e ci sono sempre più persone che nel tentativo di fuggire dai combattimenti si vedono costrette a trovare rifugi in campi che versano in condizioni particolarmente precarie”, ha affermato Tamer Kirolos, Direttore di Save the Children in Yemen.

A correre rischi gravissimi sono soprattutto i milioni di bambini che soffrono di malnutrizione e che hanno maggiori probabilità di contrarre il colera e conseguentemente di perdere la vita. I bambini malnutriti, infatti, hanno sistemi immunitari più vulnerabili e hanno almeno tre probabilità in più di morire a causa del colera rispetto ai loro coetanei; allo stesso modo, il colera e altre malattie come la diarrea possono a loro volta essere causa della malnutrizione. Quest’anno, in base ai dati diffusi dalle Nazioni Unite, 2 milioni di bambini avranno bisogno di cure contro la malnutrizione acuta.  

"Tutte le parti in conflitto, e coloro che le sostengono, devono mettere in pratica l'unica azione responsabile che è quella di raggiungere urgentemente una risoluzione pacifica del conflitto perché i bambini dello Yemen non possono più aspettare mentre la guerra e le malattie continuano a sferzare le loro vite”, ha concluso Kirolos.


L'articolo ha ricevuto 368 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 18/04/2019 08:53:18

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cronaca dal Mondo

Autore: Angela Urso - Redazione Cronaca
Data: 15/04/2019 19:09:53
Parigi: incendio nella Cattedrale di Notre Dame

Un incendio sta interessando proprio in questi minuti la Cattedrale di Notre-Dame. Un'alta colonna di fumo si sta sviluppando dal centro dell'edificio

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 15/04/2019 07:04:49
#ForzaCocoricoo: il Calcio femminile scende in campo per ciclone in Mozambico

Tutto è iniziato all’emergere di nuovi casi di colera nell’area di Chingussura, alla periferia di Beira. Per più di una settimana, MSF ha supportato il Ministero della Salute curando i pazienti nella struttura sanitaria locale

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 08/04/2019 07:15:14
Ebola in Congo: sono oltre 100 i bimbi morti e oltre 1.100 i casi registrati

Il picco dei casi arriva poco dopo le segnalazioni di quattro attacchi in sole due settimane alle strutture di trattamento dell’ebola o a quelle di transito.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 07/04/2019 06:25:18
Nigeria, Borno: 30.000 persone in gravi difficoltà

Con la stagione delle piogge in arrivo, nella città di Monguno c’è bisogno di acqua, cibo e cure mediche per evitare una catastrofe 


Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -