Sei nella sezione Mondo   -> Categoria:  Politica Estera  
La riforma UE del codice della strada

La riforma UE del codice della strada
Autore: Raul Romojaro - Redazione Attualita'
Data: 09/04/2019 06:36:41

La sicurezza stradale nell'Unione europea è migliorata notevolmente negli ultimi anni, ma non è mai abbastanza.

Il numero di vittime per milione di abitanti era di 49 nell'UE nel 2017, rispetto a 147 in media nel mondo. Nonostante questa evoluzione, l'anno scorso 24.794 persone sono morte in incidenti stradali nei Paesi membri e 140.740 sono rimaste gravemente ferite. Per continuare sulla strada della riduzione di queste cifre, il Parlamento europeo propone una serie di misure obbligatorie per le nuove auto dopo il 2022.

La Commissione europea ha proposto alcune tecnologie di sicurezza ritenute indispensabili nelle prossime vetture di serie, e il Consiglio europeo e il Parlamento hanno accolto favorevolmente gli accordi previsti negli studi effettuati l'anno scorso. In questo modo, l’iter per la loro approvazione inizierà prima della fine del 2019 e, se dovesse procedere come previsto, entro due anni le norme dovrebbero essere operative.

Le norme significherebbero un significativo miglioramento della sicurezza delle automobili includendo un dispositivo molto valido come la frenata d'emergenza automatica o il controllo della pressione dei pneumatici. Ma al di là dei veicoli stessi, l'Unione europea mira a frenare le pericolose abitudini dei conducenti, come il consumo di alcol, le distrazioni e la velocità eccessiva.

In questa impostazione sarebbe obbligatorio il controllo intelligente della velocità di crociera, che regola la segnalazione di velocità, oltre a mantenere la distanza di sicurezza tra veicoli. Le probabilità di commettere infrazioni si ridurrebbe in tal modo al minimo, con minori riscossioni da parte delle casse pubbliche per le infrazioni ai limiti di velocità, anche se nel breve termine i veicoli in circolazione sarebbero gli stessi di ora, senza questa tecnologia.

Si tratta di norme che potrebbero creare diverse polemiche per questo motivo, oltre ai vincoli che verrebbero generati nel flusso del traffico stesso. Senza dimenticare i requisiti delle infrastrutture di segnalazione che il suo utilizzo richiederebbe.

Altri sistemi diventeranno essenziali per l'approvazione di un nuovo veicolo (auto, furgone o camion) come quelli di allarme per distrazioni e sonnolenza, il rilevamento di pedoni e ciclisti, la telecamera posteriore, la segnalazione di cambio corsia involontario e un'unità di archiviazione dei dati.

Quest'ultima sarà come una scatola nera che memorizza le informazioni per utilizzarle in caso di incidente, sia sulle condizioni del veicolo che sulle condizioni in cui è stato fatto circolare.

Interessante è la richiesta di includere - su richiesta - la preinstallazione di un etilometro capace di bloccare il veicolo in caso di superamento dei limiti di legge. In linea di principio il suo uso obbligatorio sarebbe limitato ai conducenti con una storia di guida sotto gli effetti dell'alcool, che potrebbe mettersi la volante solo dopo aver superato un test all’etilometro.


L'articolo ha ricevuto 528 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 26/06/2019 10:40:32

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Politica Estera

Autore: Redazione Politica
Data: 27/05/2019 07:02:51
Aborto nel mondo: leggi restrittive discriminano le fasce deboli

Leggi troppo restrittive sull'aborto, come quelle appena varate in Alabama e Missouri rischiano di penalizzare le donne piu' povere e di minoranze etniche, favorendo il ricorso alla pratica clandestina

Leggi l'articolo

Autore: Luca de Rossi - Redazione Esteri
Data: 14/04/2019 07:12:20
Libia: respinta l'offensiva di Haftar a Suani Ben Adem

Una violenta battaglia infuria tra le forze di Khalifa Haftar - che sono riuscite a penetrare a Sud di Tripoli- e quelle fedeli al governo nazionale di Fayez al Sarraj. Sarebbero 100 le vittime dal 4 Aprile, data di inizio del conflitto, secondo quanto è stato riportato dall'Amsi, medici stranieri in Italia. 28 sono bambini.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 10/04/2019 06:48:26
USA: Trump minaccia dazi al Messico se non bloccheranno i traffici di droga

La Casa Bianca, da tempo intenta a denunciare una eccessiva permeabilita' delle frontiere rispetto ai flussi illegali, ha intensificato l'invio di forze di sicurezza sulla linea di confine.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 08/02/2019 07:07:53
L'ira di Macron contro Di Maio che sostiene i gilet gialli

La crisi tra Italia e Francia è scaturita dalla decisione del vice premier Di Maio di recarsi a Parigi per incontrare i cosiddetti "Gilet Gialli". Ad accompagnarlo, Alessandro Di Battista.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -