Sei nella sezione Economia   -> Categoria:  Occupazione  
Cannabis light: i produttori lanciano l'allarme. A rischio un mercato da 150mln l'anno

Cannabis light: i produttori lanciano l'allarme. A rischio un mercato da 150mln l'anno
Autore: Redazione Economia
Data: 17/06/2019

Secondo i produttori di cannabis light la "poca chiarezza" della recente sentenza della Cassazione sulla illegalità della vendita di un prodotto con "effetto drogante", starebbe mettendo a rischio un giro d'affari da 150 milioni di euro l'anno e la sopravvivenza di numerose società e startup del settore, nate negli ultimi anni.

Le imprese della cannabis light sostengono che ad oggi hanno tolto milioni di euro dal mercato nero. Pur non essendo una droga, precisano, questi prodotti presentano un alto livello di CBD, Cannabinoide proveniente dalla canapa che non ha effetti "stupefacenti" ed è ampiamente utilizzato, all'estero, per i suoi benefici sulla salute e le sue capacità di apportare relax, con bassissimi livelli di THC, psicotropo che provoca lo "sballo".

"Il vero problema è il limbo formatosi con la sentenza. Non è chiaro infatti se l'effetto drogante sia da intendere come THC nullo oppure, come da tossicologia forense lo 0,5%" dichiara Francesco Albano, ceo di Cannabeasy.it, una realtà che opera nel settore della vendita e della consegna a domicilio di Cannabis sativa 100% legale, con consegne in tutta Milano.

Cannabeasy.it ad oggi, dopo la sentenza, ha dovuto interrompere il servizio fino a nuovi chiarimenti, per non rischiare ritorsioni penali. E così come la startup milanese oggi l'intero settore, con centinaia di negozi e migliaia di posti di lavoro in tutta Italia, è paralizzato, in attesa di capire le motivazioni dietro alla sentenza.

Molti negozi ad oggi, in una Italia che ha bisogno di lavorare e produrre Pil, hanno purtroppo abbassato le saracinesche e restano in attesa di capire se la sentenza spazza via un intero un intero settore in florida espansione oppure se sostanzialmente resta tutto invariato, con la soglia dello 0,5% di THC come legale.

Mary Moonlight, Legal Weed e Cbweed, le tre principali aziende di cannabis light operanti del settore italiano, si uniscono per lanciare un appello alle istituzioni per tutelare il settore. "Quello che chiediamo - si legge nel comunicato delle tre aziende - è una regolamentazione del settore perché la legge (la 242 del 2016, ndr) parla chiaro, dunque vogliamo essere tutelati in quanto professionisti che svolgono nella legalità il proprio lavoro. Una tutela che non riguarda solo le nostre attività imprenditoriali ma anche i consumatori, perché lo stato deve tutelare innanzitutto i diritti dei cittadini.

Una regolamentazione del settore infatti gioverebbe non solo alle aziende operanti nel settore della cannabis ma anche ai migliaia di consumatori che ogni giorno acquistano i prodotti che vengono utilizzati anche a scopo alimentare, quindi dovrebbero essere prodotti rispettando i più alti standard alimentari, cosa che noi già facciamo indipendentemente da quando siamo nati".

"Con un mercato non regolamentato i consumatori non sono tutelati e il rischio è che possa essere immessa nel mercato merce poco salubre - proseguono -. Siamo una realtà viva nel nostro paese, con milioni di fatturato e con centinaia di migliaia di consumatori che ogni giorno acquistano e apprezzano i nostri prodotti, che rispettano da sempre la legge sugli stupefacenti (la 309 del 1990, ndr). Abbiamo appreso che nei giorni scorsi il senatore del Movimento 5 Stelle Ciampolillo ha fatto appello alle forze politiche sane del Parlamento per votare 'subito una legge che consenta anche la commercializzazione della cannabis light, delle infiorescenze e dei prodotti derivati da piante sviluppate con semi certificati', appello che anche noi sottoscriviamo e siamo pronti anche noi ad aprire un dialogo con le istituzioni affinché si trovi al più presto una soluzione a salvaguardia dell'interno settore della canapa".
(9Colonne)




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 14/08/2022 04:53:48

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Occupazione

Autore: Emilia Urso Anfuso - Redazione Economia
Data: 24/05/2020
Decreto rilancio: approvato il Bonus colf e badanti

Nella precedente versione del decreto, gli importi del sostegno economico erano stati fissati dai 400 ai 600 euro...

Leggi l'articolo

Autore: Andrea Pascale - Redazione Economia
Data: 10/05/2020
Fase 2, allarme delle imprenditrici: ''Le donne rischiano di essere tagliate fuori''

“Nel dibattito sulla fase due le donne sono del tutto assenti. Il Governo sembra essersi dimenticato di mettere le imprenditrici e le lavoratrici... 

Leggi l'articolo

Autore: Fausta Tagliarini - Redazione Economia
Data: 30/04/2020
Covid-.19: Cassa Dottori Commercialisti: online il bando per contributi agli iscritti

È online da ieri sul sito della Cassa Dottori Commercialisti il bando per la richiesta di contributi assistenziali a supporto degli iscritti che lavorano in uno studio professionale in affitto.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Economia
Data: 27/04/2020
Settore ristorazione: si rischia il fallimento

Moriranno oltre 50.000 imprese e 350.000 persone perderanno il loro posto di lavoro. Bar, ristoranti, pizzerie, catering, intrattenimento, per il quale non esiste neanche una data ipotizzata...

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -