Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Politica Italiana  
Alitalia, la cordata ed il gioco del Monopoli...

Alitalia, la cordata ed il gioco del Monopoli...
Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 26/09/2008

Alitalia fallisce. E sembra una notizia di prima mano. Molti infatti hanno dimenticato che la crisi Alitalia è vecchia di dieci anni. Ma se ne parla devvero soltanto adesso che nessuno ne vuole sentir parlare. La soluzione del Governo è quella di dividere l'Alitalia in due. Da una parte gli oneri e dall'altra gli onori. Chiaramente gli onori andrebbero alla cordata composta da 18 intrepidi imprenditori e gli oneri allo Stato, cioè noi. Nulla di nuovo quindi, se non scoprire che i "poveri" piloti, hostess e steward, hanno campato fino ad ora con un misero stipendio di circa termila euro al mese, oltre ad agevolazioni di vario tipo.
 
Certo, nulla a confronto con gli stipendi milionari dei dirigenti, che fanno impallidire e morire di vergogna al solo nominarne le cifre, ma tant'è, in Italia si scopre solo ora che eravamo un Paese di ricchi borghesi che ora devono affrontare la dura realtà del livellamento sociale. C'è da dire, che non si riesce assolutamente a capire quali siano i parametri economici da prendere a modello per rendersi conto realmente di quali siano questi famosi stipendi del personale di volo Alitalia. Le comparazioni con le altre compagnie fanno dedurre che siano stipendi al di sotto della media di settore, ma appare bizzarro parlare di equiparazione di stipendi mentre la compagnia di bandiera sta scivolando nel fallimento.
 
Nessuno propone nuove soluzioni. Nessuno presenta progetti proponibili. La situazione stagna fra le due opzioni finora possibili. Da un lato la cordata dall'altra il fallimento. Se si arrivasse al fallimento, accadrebbe ciò che accade a qualsiasi impresa: un'altra impresa può decidere di acquisire l'azienda fallita e tutto - più o meno - tornerebbe nella norma. Ma come togliere il bel giocattolo di una compagnia di bandiera a 18 imprenditori che non vedono l'ora di aggiungere ai loro affari da Monopoli il prestigio di poter esibire un fiorellino all'occhiello dei loro fumiginosi affari internazionali? Travaglio fa le pulci ad ognuno, e scopre che tutti hanno portato denaro ed investimenti in altri lidi.
 
Gente abituata a giocare grosso e che adesso non vogliono rinunciare ad una nuova avventura, peraltro pagata dai contribuenti. Berlusconi ormai ha promesso a tutti la loro fetta di torta, e certamente non può ritirare la parola data. A conti fatti, sembra sia questa l'unica vera realtà della situazione Alitalia: far giocare coi nostri soldi il più alto numero di imprenditori italiani pronti a mettere le mani sull'affare più controverso della storia industriale italiana.
 
Ricorda molto da vicino un "gioco" di moda negli anni '80 che si chiamava proprio "L'aeroplano". Una truffa che ha fatto perdere soldi ad ignari piccoli investitori cui si era fatto credere che investendo una somma in questa sorta di catena di sant'Antonio, avrebbero visto decuplicare i propri soldi. Molti all'epoca piansero i risparmi di una vita volatilizzati da un momento all'altro. Alcuni si fregarono le mani per aver guadagnato, sempre in un batter d'occhio cifre da capogiro. Della questione Alitalia, ci saranno vittoriosi e sconfitti, come sempre accade in ogni grossa impresa economica che riguardi il nostro Paese.
 
Il dubbio che i vittoriosi siano ancora una volta coloro che hanno già dalla loro parte una fortuna economica, è da dare per scontato. L'Italia si troverà probabilmente con qualche migliaio di precari in più, che andranno a confermare l'unica realtà ineluttabile del nostro Paese: che la massa affondi ed il Potere rimonti. Con buonapace di chi è ancora convinto di poter manifestare il proprio sconcerto e la propria ribellione ad un Sistema che ormai, non lascia spazio alcuno al dialogo fra cittadini e Governo.

Buona riflessione a tutti




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 05/06/2020 09:25:10

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Politica Italiana

Autore: Editoriale di Sergio Ragaini
Data: 24/05/2020
Nessun diritto: solo concessioni

L’idea di scrivere questo articolo mi è venuta da una riflessione su quanto sta accadendo in questyo periodo. E, soprattutto, dall’articolo 16 del Decreto “Cura Italia”. 

Leggi l'articolo

Autore: Paolo Russo - Redazione Politica
Data: 21/05/2020
COVID-19 - Campania: da oggi riaprono i ristoranti

Da venerdì invece riapriranno le aree mercatali non più soltanto per i generi alimentari. Si dà mandato alle amministrazioni comunali di predisporre i previsti dispositivi di sicurezza nei mercati stessi.

Leggi l'articolo

Autore: Paolo Russo - Redazione Politica
Data: 19/05/2020
Regione Campania: Turismo e Cultura, de Luca: 'Parola d'ordine Campania Sicura'

Il Presidente Vincenzo De Luca, insieme con l'Unità di crisi, ha incontrato oggi i rappresentanti degli operatori del comparto del turismo e successivamente i rappresentanti del mondo della cultura e degli spettacoli della Campania. 

Leggi l'articolo

Autore: Primo Mastrantoni - Redazione Politica
Data: 17/05/2020
Coronavirus: per appurare le responsabilità della Cina serve una commissione internazionale

Le esportazioni italiane verso l'Europa valgono qualcosa come 311 miliardi di euro e verso la Cina 13 miliardi di euro. Una differenza abissale.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -