Sei nella sezione Scienza   -> Categoria:  Ambiente  
Frutta e verdura fuori stagione nuocciono all'ambiente

Frutta e verdura fuori stagione nuocciono all'ambiente
Autore: Celine Deluzarche - Redazione Scientifica
Data: 02/11/2019 07:27:20

I fagiolini e le clementine non sono sempre esemplari in materia ambientale. Alcuni frutti e verdure generano enormi sprechi energetici o inquinamento del suolo.

Frutta e verdura consumate fuori stagione
Fragole e ciliegie a Natale, no! Coltivate in serre o importate da terre lontane, questi frutti hanno in entrambi i casi un disastroso record ambientale. Ad esempio, i pomodori coltivati in condizioni ristrette richiedono 4,5 volte più energia e input rispetto a quelli piantati in terra, 
secondo uno studio dell'INRA. Le serre devono essere riscaldate 24 ore al giorno, illuminate e ventilate, il che genera un enorme spreco di energia. Tuttavia, le verdure di campo usano più terra e pesticidi. Comunque sia, la frutta e la verdura di stagione hanno più gusto e sono più economiche. Nel peggiore dei casi, si possono scegliere verdure surgelate che possono essere conservate e quindi ridurre la necessità di coltivarle fuori stagione.

Frutta e verdura golose di acqua
In dieci anni, il consumo europeo di avocado è aumentato da 202 milioni di tonnellate a 650 milioni, con un aumento del 220%. Tuttavia, ci vogliono quasi 100.000 litri di acqua al giorno per irrigare un ettaro di avocado. In Cile, l'aumento della produzione sta causando una vera catastrofe, con il prosciugamento di fiumi e terreni. E l'avvocado non è l'unico. Secondo uno studio olandese, la produzione di un chilogrammo di pistacchi richiede 11.363 litri di acqua, quella di fichi 3.350 litri e quella di datteri 2.277 litri. Mentre fragole, lamponi e carote non richiedono molta acqua. Tuttavia, il fabbisogno idrico di un avvocado rimane 15 volte inferiore a quello della carne bovina, afferma Xavier Equihua, presidente della World Organization of Advocacy, WAO.

Frutta e verdura trasportate in aereo
Ogni anno, secondo Interfel, la Francia importa circa 3,2 milioni di tonnellate di frutta e verdura fresche coltivate al di fuori dell'UE. Se il 98% arriva via mare, alcuni particolarmente fragili come asparagi, fagiolini o mango devono essere trasportati in aereo. Tuttavia, la frutta e la verdura trasportate per via aerea generano una media di 21,9 kg di CO2/kg contro 1,3 kg di CO2/Kg se sono importati via mare o camion e 0,3 kg di CO2/Kg per quelli prodotti localmente, secondo il database FoodGES di Ademe. Detto questo, i prodotti fuori stagione a volte consumano meno energia rispetto a quelli conservati per diversi mesi in celle frigorifere, afferma SNIFL (Unione nazionale importatori / esportatori di frutta e verdura).

Frutta e verdura trattate con fertilizzanti e pesticidi
Secondo un sondaggio dell'associazione Generations Futures, il 72,6% di frutta e il 41,1% di ortaggi controllati dalla repressione delle frodi (DGCCRF) tra il 2012 e il 2016 contenevano residui di pesticidi. I frutti più contaminati sono uva, clementine e ciliegie. La vite è davvero molto sensibile alla peronospora e alla peronospora, che è responsabile del 95% dei trattamenti fungicidi. Nelle verdure troviamo sedano, erbe fresche e cicoria in cima alla classifica. La patata soffre anche di un'irrorazione record di fungicidi, insetticidi e altri erbicidi (19 dosi di riferimento / ettaro / anno). La mela 33,4 all'anno e la banana 7,9.

Frutta e verdura lavorate
Gli alimenti trasformati inducono un aumento del consumo di energia e di imballaggio. I pomodori in scatola generano quindi 1,4 kg di CO2 equivalente / kg contro 0,3 kg di CO2/Kg per i pomodori freschi (in stagione) coltivati in Francia, calcolati dall'Ademe. Allo stesso modo, i mini asparagi in scatola provengono spesso dalla Cina, il più grande produttore al mondo. Tuttavia, nessuna grande differenza tra il succo d'arancia e le arance fresche, essendo le arance intere più pesanti da trasportare, è altrettanto utile spremerle sul posto. Tuttavia, la trasformazione non è sempre negativa: i frutti mal calibrati o troppo maturi finiscono per esempio nella composta, che limita i rifiuti.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 20/11/2019 01:28:55

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Ambiente

Autore: Celine Deluzarche - Redazione Scientifica
Data: 11/11/2019 07:01:38
Aumento della temperatura: raddoppia la presenza di arsenico nel riso

Numerosi studi hanno già messo in evidenza l'impatto negativo dell'aumento delle temperature e della CO2 atmosferica sul riso

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Politica
Data: 30/10/2019 07:30:38
Rapporto ASVIS sul sistema idrico nazionale

l Rapporto ASviS 2019 evidenzia che nel corso dell’ultimo anno sul Goal 6 "Acqua pulita e servizi igienico-sanitari" non sono state adottate misure efficaci per diminuire la dispersione d'acqua.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Scientifica
Data: 27/09/2019 07:17:54
NASA: le immagini delle evoluzioni della banchisa negli ultimi 35 anni

Mentre l'anno 2019 sembra cupo per il circolo polare artico, una nuova animazione della NASA mostra l'evoluzione della banchisa di ghiaccio negli ultimi 35 anni, tra gennaio 1984 e luglio 2019.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Scientifica
Data: 19/09/2019 07:06:50
Ambiente: siamo destinati a frequenti catastrofi?

Il riscaldamento globale causato dalle attività umane avrà conseguenze drammatiche per gli oceani e la criosfera, che comprende ghiaccio marino, ghiacciai, calotte polari e terreno permanentemente ghiacciato. 

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -