Sei nella sezione Cultura   -> Categoria:  Teatro  
Roma, OffOff Theatre: La mite - dal 7 al 9 Gennaio 2020

Roma, OffOff Theatre: La mite - dal 7 al 9 Gennaio 2020
Autore: Roberta Savona e Carla Fabi - Redazione Cultura
Data: 01/01/2020

Da martedì 7 a giovedì 9 gennaio 2020

VIA GIULIA, 19, 20, 21 - ROMA

DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

LA MITE

Liberamente tratto da “La Mite” di Fedor Dostoevskj

Adattamento di Raffaella Mattioli e Rossana Banti

con

Leonardo Sbragia      

Giorgia di Cristofalo

Regia e coreografie

 Raffaella Mattioli

 

Musiche di Led Zeppelin - Maria Teresa Vera - Bach- Vivaldi- Radiohead-

René Aubry - Alexandra Strelinsky 

Scene e costumi – Giuseppe Miraudo; luci – Chico de Maio

 “Una delle storie più potenti della letteratura universale”, Leonid Grossman

Liberamente tratto dall’opera letteraria di Fedor Dostoevskij, debutta in prima nazionale all’OffOff Theatre, dal 7 al 9 gennaio 2020, lo spettacolo “La Mite”, testo adattato da Rossana Banti e Raffaella Mattioli, che ne cura la regia, e interpretato da Leonardo Sbragia e Giorgia Di Cristofalo. 

“Immaginate un uomo, accanto al quale giace, stesa su di un tavolo, la moglie suicida che qualche ora prima si è gettata dalla finestra.   L’uomo è sgomento e ancora non gli è riuscito di raccogliere i propri pensieri… Ecco, parla da solo, si racconta la vicenda, la chiarisce a se stesso”

Russia 1876. Una ragazza si getta dal sesto piano del proprio palazzo tenendo tra le mani un santino della Madonna.

Preso come spunto da un caso di cronaca realmente accaduto, il racconto si apre con un uomo che parla da solo davanti al cadavere della moglie appena morta, sdraiata su un tavolo. Si racconta ad alta voce: il pensiero diventa parola. E così la storia prende forma.

Lui un ex ufficiale reinventatosi usuraio. Lei una ragazzina, un’adolescente totalmente in balia della vita e delle sue vicissitudini. S’incontrano. Si sposano. La differenza di età, i dettami di un tempo che non c’è più, il rigore formale che strozza le interrelazioni personali sono la base di un rapporto pieno di silenzi. Di parole “non dette”. Ora è l’uomo che sembra avere il sopravvento, a dettare le regole di una giusta e retta convivenza. Ora è la ragazza, che non parla mai, a trasmettere una resistenza passiva che si fa via via sempre più forte

Entrambi sono colpevoli di non rivelare all’altro il proprio “monologo interiore”. L’inverno passa e il silenzio si rafforza sempre di più. L’incomprensione di lei, la presunzione di lui. Ed è proprio attraverso la sola ed unica voce di quest’uomo che il racconto si dipana. Prima accusa, poi si discolpa, dopo rimpiange. Non c’è logica negli eventi, logica che Dostoevskij rifiuta, esiste solo una multiformità di quest’essere umano che tenta di spiegarsi una serie di eventi finiti in tragedia. Ma non ottiene risposta. Quello che emerge è una profonda analisi dell’essere umano. Uomo e donna che sia. In maniera sublime viene narrata una storia d’amore che va oltre gli stilemi e le dietrologie della società. Una storia d’amore che racconta l’animo di un uomo “arrivato troppo tardi” a capire l’anima di una donna.

 

OFF/OFF THEATRE

Via Giulia 19 – 20 – 21, Roma / DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

Costo Biglietti: Intero 25€; Ridotto Over65 18€; Ridotto Under35 15€;

Dal Martedì al Sabato h.21,00 – Domenica h.17,00

Info e Prenotazioni: +39 06.89239515 -

offofftheatre.biglietteria@gmail.com  

 

 

SITO: http://off-offtheatre.com/ 

FB: https://www.facebook.com/OffOffTheatreRoma/

IG: https://www.instagram.com/offofftheatre/?hl=it




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 29/01/2020 12:55:34

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Teatro

Autore: Silvia Signorelli - Redazione Cultura
Data: 29/01/2020
Ninni Bruschetta al Brancaccino con 'Il mio nome è Caino' -

Caino è il killer di mafia che al comando ha preferito l’amministrazione rigorosa della morte, qualcosa che somiglia a un mestiere...

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cultura
Data: 27/01/2020
Roma, Teatro Tirso de Molina: I love pets - in scena fino al 9 Febbraio 2020

Una scoppiettante commedia che racconta di un amore, di un rapporto che dura da anni e di un incontro improvviso...

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cultura
Data: 26/01/2020
Roma, Teatro di Documenti - Cuori selvaggi - 30 e 31 Gennaio 2020

Un concept di Alessandra Izzo. Tre monologhi sulla forza, fragilità, ironia e contraddizioni al femminile

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cultura
Data: 24/01/2020
Roma, Teatro Cometa Off: Ascolta Israele - dal 28 alo 31 Gennaio 2020

Sulla scena spoglia gli attori narrano le testimonianze dei prigionieri del campo di concentramento di Bolzano con spaventata e dolorosa intensità...

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -