Sei nella sezione Il Direttore   -> Categoria:  Editoriali  
'L’odore della vagina' e la follia di chi la compra

'L’odore della vagina' e la follia di chi la compra
Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 12/01/2020

This smells like my vagina tradotto significa L'odore della mia vagina". È il nome dato a una particolare candela, messa in commercio da Gwyneth Paltrow e sold-out in meno di 24 ore. Se qualche lettore non si scompone più di tanto, significa che il processo di impazzimento generalizzato è compiuto.

C’è molto da dire, non tanto sull’attrice e la trovata di dubbio gusto, quanto su chi è corso a pagare un obolo onestamente esoso per aggiudicarsi un moccolo al profumo di rosa damascena, bergamotto agrumato, geranio e cedro. La candela è stata messa in vendita sull’e-commerce della star che si chiama Goop e tramite il quale è possibile acquistare prodotti di lusso di vario genere, dall’abbigliamento agli accessori, fino alla candela in questione che in questo momento è appunto esaurita a causa del fatto che in molti si sono affannati a spendere 77 dollari per aggiudicarsene una.

Il punto è la candela, il business, i soldi spesi per un moccolo firmato e profumato? No, il punto è un altro e ve lo spiego. Non esistono più limiti. A cosa? A qualsiasi cosa. Qualcuno potrebbe dire: “Ma dai, che vuoi che sia…” e come al solito si rimette tutto nelle mani del “Esistono cose peggiori e più gravi”.

Eppure il problema nasce proprio da questa tendenza mentale, quella che porta troppe persone a ritenere che, di fronte a cose e comportamenti di dubbi gusto, esistano cose ancora peggiori.

In tal modo si esercita però un potere negativo, quello che permette di avanzare costantemente nella strada del trash, come in un caso simile, o di accettare per esempio la mala politica con la convinzione che “Quelli di prima” fossero peggio di “Quelli di adesso”.

Pur di non esercitare l’arte della partecipazione attiva, pur di non dissentire – costa fatica – pur di non analizzare le situazioni, e quindi la società in cui si vive, la maggior parte delle persone preferisce rintanarsi in una sorta di bolla, restarsene nel proprio rifugio e non usare i neuroni.

La cosa incredibile è l’immediata vendita di queste candele, che conferma una cosa: l’imbecillità generale e diffusa. Al costo di 77 dollari, si porta a casa un’idiozia. E questo conferma un’altra cosa: per molti il valore non è dato dal materiale prezioso, dal valore intrinseco di un oggetto, quanto dal nome, dal brand, dal trend, da ciò che fa figo in un momento specifico.

Stessa cosa dicasi per la politica, che se in un determinato periodo storico è priva di contenuti, invece di sortire ribellione – in questo caso parlo del popolo italiano incapace di reagire ai soprusi – sortisce maggiore sonnolenza.

Diciamolo chiaramente: all’uomo comune non piace pensare, non piace usare il cervello. Preferiscono che lo usi qualcun altro per loro, e questi sono gli effetti aberranti. Candela compresa…

©Tutti i diritti riservati. La diffusione è concessa esclusivamente indicando chiaramente il nome dell'autore e il link che riporta a questa pagina




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 07/04/2020 05:30:40

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Editoriali

Autore: Editoriale del direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 07/04/2020
Prestare i soldi degli italiani alle imprese: la nuova idea geniale del governo Conte bis

Invece di tentare di non far crollare il tessuto economico della nazione, si potevano scegliere due strade: la prima, aprire cantieri. Il virus non è un meteorite microscopico che si abbatte dal cielo e colpisce chi sta all’aria aperta. Si doveva, e poteva, sfruttare il momento e quindi la mancanza, anche, di circolazione di vetture nelle strade, per mettere finalmente a posto la nazione, programmando un decreto ad hoc per favorire le imprese del settore – a livello fiscale – e i lavoratori, con contratti sviluppati appositamente. 

Leggi l'articolo

Autore: Il direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 06/04/2020
Proposta: creiamo il Fondo Economico Sociale

Chiedetevi se versereste un euro in un grande salvadanaio, gestito in maniera trasparente da tutta la collettività, con gli stessi cittadini a garanzia dei fondi a livello territoriale, cittadini che - per ovvie ragioni di trasparenza - devono cambiare costantemente e in tempi brevissimi.

Leggi l'articolo

Autore: Editoriale del direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 05/04/2020
Pornografia e pedopornografia su Twitter e Telegram: la libertà di essere mostruosi

Cosa sta succedendo e perché? Quale motivo si nasconde dietro al fatto che certi materiali circolino liberamente sui social network? La Polizia Postale, come sappiamo, è oberata di richieste, non si può quindi additare come “colpevole” (come fanno in molti sui social) anche perché si muove dietro denuncia e segnalazione, come è giusto che sia.

Leggi l'articolo

Autore: Editoriale del direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 04/04/2020
Veneto: mascherine allegate coi giornali del Gruppo Gedi? E' concorrenza sleale...

La notizia è questa: la Regione Veneto, ha stretto un accordo con Grafica Veneta per la distribuzione gratuita di 250.000 mascherine a chi acquista i quotidiani del Gruppo Gedi (lo stesso di Repubblica, per intenderci). Col giornale acquistato, si riceve una confezione di 5 mascherine o meglio, di 5 “schermi protettivi”.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -