Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Catastrofi Naturali  
Terremoto in Abruzzo: era prevedibile?

Terremoto in Abruzzo: era prevedibile?
Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 06/04/2009 11:00:44

 

L'allarme, qualcuno lo aveva dato. Dopo mesi di piccole scosse sismiche - non più forti di 3.0 - che avevano comunque provocato spavento fra i cittadini e qualche malore, conseguente alla stessa paura.

Un ricercatore dei laboratori del Gran Sasso, Giampaolo Giuliani, circa quindici giorni fa, aveva predetto la calamità incombente, ma non solo non è stato ascoltato: è stato denunciato per "procurato allarme".

Lo stesso Bertolaso, relativamente le dichiarazioni sull'imminente catastrofe ad opera di Giuliani, ha confermato che non esiste alcun modo di prevenire un sisma di tali proporzioni, e che questo è alla base del mancato allerta preventivo alla popolazione e la conseguente denuncia al ricercatore.

Giuliani, intervistato, pone ombre e dubbi sul fatto che lo si sia così prontamente messo a tacere. Dichiara che un terremoto è sicuramente prevedibile, oltre che monitorabile. E sbottonandosi un pò di più, dichiara: «Figuriamoci se Boschi e Bertolaso, ascoltano qualcuno. Figuriamoci."

E perchè Boschi - Presidente dell'Istituto nazionale di Geofisica e vulcanologia - e Bertolaso non dovrebbero dar retta?

Boschi ha dichiarato stamane, confermado le parole di Bertolaso, che non è scientificamente possibile prevedere un terremoto e la conseguente entità, ricordando peraltro, che nel 2002, dopo il terremoto di S. Giuliano di Puglia, il Governo istituì una commissione con lo scopo di individuare le zone a maggior rischio sismico in Italia.

Grazie a questa commissione, è stato possibile creare una mappa delle zone a più alto rischio sismico, e l'Aquila appare in testa.

Le soluzioni? Opere edili che consentano agli edifici di sostenere le scosse.

Ma ad oggi, questi lavori non hanno mai visto inizio.

I dubbi si susseguono: le dichiarazioni di Boschi e Bertolaso, sono dovute alla realtà dei fatti, che non concretizza opere di ristrutturazione antisismica sui territori dichiarati ad alto rischio?

Oppure è reale il fatto che nessuna tecnologia e parametro scientifico, ad oggi, possa prevenire un terremoto?

Dovendo in ogni caso affidarsi ai Garanti della nostra incolumità, non essendo edotti più di tanto su sismi, scosse, e vulcanologia, non resta altro da fare che prender per buone queste dichiarazioni.

Ma in molti di noi, il dubbio che una maggiore attenzione e lettura di certi parametri, possa preventivare un evento tellurico di proporzioni tragiche, permane.

La verità, come dicono alcuni, non la sapremo. Mai.

Ecco l'intervista Audio a Giampaolo Giuliani a posteriori.


L'articolo ha ricevuto 12912 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 18/09/2019 10:14:10

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Catastrofi Naturali

Autore: Redazione Attualita'
Data: 31/10/2017 06:43:37
Scuole e terremoto -  Save the Children: 4,5 milioni di studenti vivono in aree ad alto pericolo sis

L’Organizzazione lancia una petizione per mettere in sicurezza gli istituti scolastici nelle zone più a rischio

Leggi l'articolo

Autore: Emanuele La Fonte - Redazione Attualita'
Data: 17/08/2015 11:48:28
Meteo: arriva il ciclone Troy. Temperature in ribasso

Stanchi di soppoprtare il caldo tropicale? Tranquilli: il Meteo.it assicura che è in arrivo un peggioramento delle condizioni climatiche e questo a causa di Troy, il ciclone in arrivo sull'Italia e che porrà fine alle temperature calde e afose che hanno caratterizzato l'Estate 2015.

Leggi l'articolo

Autore: Angela Urso - Redazione Cronaca
Data: 14/08/2015 14:46:17
Summer Storm: arriva la burrasca su tutta l'Italia. Crollano le temperature

Summer Storm porterà un crollo delle temperature massime che arriveranno a 22° su buona parte della penisola. 

Leggi l'articolo

Autore: Max Murro - Redazione Attualita'
Data: 16/07/2015 10:29:10
Tornado in Veneto e altri strani eventi: dietro le quinte lobby come il Bilderberg

“È palese che ci sia qualcuno che orienti le cose, sia dal punto di vista economico, che climatico, che di gestione del pianeta. È tutto molto strano: in Veneto non avevo mai visto fenomeni di questo tipo. Ai tropici o negli Usa, sì; ma qui no. Può essere il cambiamento climatico; ma può essere sicuramente che qualcuno metta qualcosa apposta nell'aria...”

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -