Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Catastrofi Naturali  
Terremoto: quando l'Immagine è più importante delle vite umane...

Terremoto: quando l'Immagine è più importante delle vite umane...
Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 06/04/2009 21:49:36

Fra le tante bizzarrie che ruotano intorno al drammatico terremoto in Abruzzo, ci sono da segnalare alcuni punti.

Questa sera, al Tg uno, dalle 20:05 alle 20:45, in diretta da l'Aquila, il Giornalista David Sassoli, contornato da un folto gruppo di operatori della Protezione Civile - con il Comandante del gruppo in prima fila - e con accanto il Professor Boschi, Presidente dell'Istituto nazionale di Geofisica e vulcanologia - sono rimasti completamente inattivi a braccia conserte di fronte alle telecamere, per tutta la durata del servizio televisivo.

Oltretutto, intervistato per primo dal Giornalista, il comandante del gruppo della Protezione Civile, ha dichiarato un paio di volte: "In questo momento, stiamo continuando le opere di soccorso che dureranno per tutta la notte".
 
(...)

Forse, i telespettatori ipnotizzati dall'orrore della visione di tanta disperazione, vista nei servizi passati dalla tv nelle ultime ventiquattro ore, possono non averci fatto caso: ma è ciò che si è palesemente potuto appurare, seguendo la trasmissione televisiva. Peraltro, nell'immagine di gruppo, spiccava un grosso ombrello rosso, a proteggere dalla pioggia incalzante.

Il Professor Boschi, visibilmente alterato - causa forse il freddo della sera - ha risposto senza in verità...rispondere, alle domande del cronista, dichiarando peraltro, una possibile nuova ondata di micro e macro scosse telluriche.

Cosa ci facessero questi operatori a braccia conserte per tutto questo tempo, davanti alle telecamere del Tg uno, non è dato sapere. Aspettavano un cambio turno?

Coperti dalle giacche imbottite, piuttosto che scavare con le mani alacremente, nella speranza di poter salvare ancora qualche vita umana, sembravano piuttosto pronti per una parata d'onore con tanto di Generale d'armata.

Tornando a bomba, sui fatti ed eventi.

La querelle che vede protagonista il tecnico Giampaolo Giuliani, che grazie ad alcuni macchinari da lui stesso progettati, attraverso il quale è possibile rilevare e misurare la quantità di gas Radon - che è un gas pesante e radioattivo, formato dal decadimento del radio e dell'Uranio sul suolo, quindi presente in ogni caso in piccole quantità sul terreno - e che grazie a queste misurazioni, a suo parere, si rende possibile la prevedibilità di un sisma, continua nelle parole del Presidente del Consiglio, che durante la conferenza stampa, tenutasi oggi all'Aquila, ha dichiarato che "al momento, vi sono altre priorità, non certo quella di confermare o meno, l'attendibilità della comunicazione preventiva ad opera di Giuliani".

Peccato che nel frattempo, Giuliani sia indagato per "procurato allarme", cosa che peraltro, visto l'atteggiamento di totale chiusura nei confronti della possibilità di prendere in seria considerazione la sua tesi, fa pensare ancor più, che la sua possa essere più, molto più di una tesi astratta.

A poco servono le negazioni del Professor Boschi (forse abbattuto dal fatto, di non essere stato lui, l'autore di tale tesi e premonizione) e di Bertolaso (anch'esso forse preso da raptus di non accettazione per tutto ciò che non lo vede protagonista): Giuliani, almeno per ora, è indagato, e possiamo prevedere con una certa sicurezza - questo si - che non ne uscirà molto bene, da questa storia...

Proviamo a pensare: la Commissione creata nel 2002, dopo il grave sisma di S. Giuliano in Puglia, ha creato una mappatura delle zone a più alto rischio sismico. A tale mappatura, dovevano seguire, opere di consolidamento delle strutture architettoniche, tali da renderle - appunto - antisismiche.

Tutto ciò, come spesso avviene in Italia, non è avvenuto.

Come dare quindi credito pubblicamente, ad uno sconosciuto  tecnico dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, con la passione della ricerca votata alla prevenzione delle forti scosse telluriche?

Lui, piccolo tecnico, contro i bisonti del potere sismologico e vulcanologico e della stessa Protezione Civile?

Non se ne parla. nel senso che, se mai questa tesi avesse realisticamente una base scientifica, questa metterebbe nel ridicolo, fior di scenziati e gli stessi soccoritori nazionali, che non possono certo perdere la faccia, di fronte ad una nazione in lutto.

Le ore scorrono. La disperazione della gente no. Non potrà scorrere. Tutta l'Italia è sgomenta. Unita in un unico tormento.

Momento collettivo di riflessione, e finalmente scopre l'umanità, che è ormai sbiadita dietro diatribe vuote, che hanno per protagonisti, personaggi ancor più vuoti, almeno per ciò che riguarda l'espressione di un voler governare a pieno titolo, non soltanto le tasche della nazione, quanto le necessità più vere.

Quanto durerà l'onda, non del sisma, ma di questa ennesima tragedia che forse - ma ne siamo davvero sicuri? - non poteva essere preannunciata, ma che già da tempo, poteva essere smorzata? Magari, con qualche opera, non grandiosa come un Ponte sullo Stretto di Messina o la Tav, ma con un paziente e continuo risanamento delle strutture edili, la dove già si sapeva esserci un forte pericolo.

Ma si sa, le piccole cose non promuovono l'immagine di nessuno. E pur di apparire grandi, si lascia il passo e la possibilità di morire così facilmente, alle stesse persone che magari, hanno contribuito a render bello e grande il nostro Paese.
 
E che da quella notte...non ci sono più.

L'articolo ha ricevuto 22608 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 22/09/2019 17:23:47

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Catastrofi Naturali

Autore: Redazione Attualita'
Data: 31/10/2017 06:43:37
Scuole e terremoto -  Save the Children: 4,5 milioni di studenti vivono in aree ad alto pericolo sis

L’Organizzazione lancia una petizione per mettere in sicurezza gli istituti scolastici nelle zone più a rischio

Leggi l'articolo

Autore: Emanuele La Fonte - Redazione Attualita'
Data: 17/08/2015 11:48:28
Meteo: arriva il ciclone Troy. Temperature in ribasso

Stanchi di soppoprtare il caldo tropicale? Tranquilli: il Meteo.it assicura che è in arrivo un peggioramento delle condizioni climatiche e questo a causa di Troy, il ciclone in arrivo sull'Italia e che porrà fine alle temperature calde e afose che hanno caratterizzato l'Estate 2015.

Leggi l'articolo

Autore: Angela Urso - Redazione Cronaca
Data: 14/08/2015 14:46:17
Summer Storm: arriva la burrasca su tutta l'Italia. Crollano le temperature

Summer Storm porterà un crollo delle temperature massime che arriveranno a 22° su buona parte della penisola. 

Leggi l'articolo

Autore: Max Murro - Redazione Attualita'
Data: 16/07/2015 10:29:10
Tornado in Veneto e altri strani eventi: dietro le quinte lobby come il Bilderberg

“È palese che ci sia qualcuno che orienti le cose, sia dal punto di vista economico, che climatico, che di gestione del pianeta. È tutto molto strano: in Veneto non avevo mai visto fenomeni di questo tipo. Ai tropici o negli Usa, sì; ma qui no. Può essere il cambiamento climatico; ma può essere sicuramente che qualcuno metta qualcosa apposta nell'aria...”

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -