Sei nella sezione Il Direttore   -> Categoria:  Editoriali  
Il virus della psicosi collettiva

Il virus della psicosi collettiva
Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 25/02/2020

Calma e gesso. Il panico è il virus pandemico che più di ogni altro ha afflitto milioni d’italiani, incuranti del fatto che dal mondo scientifico arrivano comunicazioni di ogni sorta, atti a sedare la crisi isterica generale. Il governo sta utilizzando quest’ondata d’isteria collettiva, che ha molto sollecitato fin dai primi giorni, a suon di dichiarazioni che un giorno indicano a tutti di starsene tranquilli e il giorno dopo servono forse a far scattare le antenne dei cittadini, che si comportano di conseguenza manco fossimo ai tempi della peste bubbonica.

L’hanno chiamato “virus cinese” in quanto con molta probabilità uno dei primi focolai di un certo interesse è stato quello sviluppatosi a Wuhan, ma nessuno può confermarlo con certezza. Perché sia chiaro: di virus di tal genere ne esistono diversi, e la loro evoluzione è costante e metodica. Di conseguenza è del tutto inutile affibbiare agli orientali la colpa di essere gli untori dell’umanità.

In tutto questo, gli unici che continuano a campare serenamente sono i cinesi. Nemmeno un contagiato tra i residenti in Italia. Evidentemente il virus è meno giallo di quanto di sospetti. O forse i nostri amici con gli occhi a mandorla sanno come comportarsi nei casi in cui è bene osservare qualche cautela per non rischiare un contagio virale.

Certi media stanno facendo a gara per distribuire informazioni di cattivo livello. Dalle trasmissioni televisive arrivano bizzarrie di ogni sorta, l’importante è aumentare lo share, mica fare informazione.

Sia chiara una cosa: le persone che in questi giorni hanno perso la vita erano in età avanzata e già sofferenti di patologie di ogni sorta, come la signora di oltre 80 anni che poveretta aveva contratto un cancro.

Ovvio che, se sei avanti con gli anni e il tuo stato di salute non è dei migliori, un virus un poco più aggressivo possa definire il giorno della tua dipartita.

Non basta: a causa di virus e batteri, ogni anno negli ospedali italiani 49.000 persone  perdono la vita. Com'è possibile? Il personale sanitario che non indossa le protezioni che servono a tener fuori dalle stanze sanificate i batteri e i virus che si attaccano alle scarpe o alla pelle è una delle prime cause.

Smettete di svuotare i supermercati, smettete di comportarvi da persone insensate. Il problema c’è, ma va vissuto senza isterismi. La Regione Lombardia, così come il Veneto, che appaiono essere i territori più colpiti da fenomeno, stanno affrontando la situazione con fermezza e considerando utile, al momento, il blocco di ogni manifestazione che implichi l’assembramento di molte persone al fine di evitare la propagazione del contagio. Basta seguire le regole del buonsenso e la situazione rientrerà, come continua giustamente ad affermare il governatore della Lombardia Attilio Fontana.

Ma attenzione: è un virus polmonare che, di per sé, non è un killer spietato, non distrugge l’organismo non appena vi si insedia, e non presuppone che i cittadini di una nazione si comportino da beoti.

Riflettete semmai su una serie di cose: ancora oggi molte strutture sono infestate dall’eternit, l’obesità, considerata a livello mondiale una delle 10 maggiori cause di decesso, ogni anno provoca la morte di 57.000 persone solo nel belpaese. L’abuso di alcol, tabacco e droghe compie stragi quotidianamente e non fa differenza per fasce di età o sesso. Gli incidenti stradali per incauta guida o incauto attraversamento pedonale compiono il resto di una strage che ha le proporzioni di un genocidio.

Calma e gesso, ripeto. Semmai sfruttiamo questo periodo virulento per riconsiderare abitudini di vita e sistema sociale. Non si sprechi quest’occasione di crescita ed evoluzione.

©Tutti i diritti riservati. La diffusione è concessa esclusivamente indicando chiaramente il nome dell'autore e il link che riporta a questa pagina




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
C'è (sic!) un articolo di Legge che recita più o meno "PROCURATO ALLARME", se non sbaglio l'art. 658 c.p. Un paio di notti in "gattabuia" ci vedrei bene "mezza Italia" (e oltre) ma penso al disastro economico e... ...poi... altro che "paio di notti". La tristezza è poter capire i TG in tedesco e sloveno e poi anche quello del vicino Canton Ticino... ci rendiamo ridicoli. E virali. Bah.
Commento di: Lucaa Ip:151.49.209.20 Voto: 10 Data 25/02/2020 19:04:20

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Editoriali

Autore: Editoriale del direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 05/04/2020
Pornografia e pedopornografia su Twitter e Telegram: la libertà di essere mostruosi

Cosa sta succedendo e perché? Quale motivo si nasconde dietro al fatto che certi materiali circolino liberamente sui social network? La Polizia Postale, come sappiamo, è oberata di richieste, non si può quindi additare come “colpevole” (come fanno in molti sui social) anche perché si muove dietro denuncia e segnalazione, come è giusto che sia.

Leggi l'articolo

Autore: Editoriale del direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 04/04/2020
Veneto: mascherine allegate coi giornali del Gruppo Gedi? E' concorrenza sleale...

La notizia è questa: la Regione Veneto, ha stretto un accordo con Grafica Veneta per la distribuzione gratuita di 250.000 mascherine a chi acquista i quotidiani del Gruppo Gedi (lo stesso di Repubblica, per intenderci). Col giornale acquistato, si riceve una confezione di 5 mascherine o meglio, di 5 “schermi protettivi”.

Leggi l'articolo

Autore: Editoriale del direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 03/04/2020
Coronavirus: grazie al virus ora è evidente a tutti come funziona la politica

Abbiamo dovuto apprendere che, mentre per gli italiani ci sono – manco a dirlo – pochi denari, e che per chiedere un bonus si rischia di vedere i propri dati sensibilissimi alla mercé di tutti, il governo nazionale distribuisce milioni alla Tunisia e alla Bolivia: esattamente 71 milioni di euro...

Leggi l'articolo

Autore: Il direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 02/04/2020
Coronavirus, Bonus 600 euro e sito Inps: gravissimo attacco alla privacy dei cittadini

Nel video pubblicato da Repubblica il racconto di quanto è avvenuto ieri, 1 Aprile 2020, quando i cittadini hanno tentato di accedere al sito INPS per chiedere il bonus di 600 euro. Una situazione grave e paradossale, subito "scusata" dalle istituzione come "attacco hacker": tra attacco hacker e mala gestione di una situazione di questo genere ce ne passa.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -