Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Attualita  
Scandali sessuali: il “trend” del momento. A chi tocca oggi?

Scandali sessuali: il “trend” del momento. A chi tocca oggi?
Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 01/12/2009 11:52:06

 

 

Monica Lewinsky morirebbe dal ridere ancor di più se leggesse le nostre cronache. Si perché oggi, la sua storia o storiaccia con l’ex Presidente statunitense Bill Clinton, sembra quasi una favoletta per minorenni.

 

Certo, negli USA predomina ancora un certo moralismo, lo stesso che ancora oggi fa dimettere Ministri e Consiglieri per motivazioni che, a noi Europei sembrano parossistiche.

 

Si è iniziati con lo “scandalo Marrazzo”: sarà vero? Non sarà vero? Certo è che ci è scappato pure il morto. O meglio, la morta, visto che persino l’identità della Trans in questione, è stata oggetto di cronaca ed interesse da parte della Stampa e dell’Opinione Pubblica. Un Trans è “uno” o “una”? Il mondo è insonne per trovare risposta…

 

Insomma, dopo gli scandali economici, i crack, la crisi, il feuilleton della famiglia Berlusconi, la non Informazione implosa e che non informa ed un mondo politico impazzito, ecco il nuovo trend: lo scandalo sessuale.

 

E’ la volta in queste ore, dell’Onorevole Alessandra Mussolini, ex attrice di second’ordine e con un pregresso di foto “artistiche” ancora reperibili sul Web. Ai tempi, erano gli anni ’80, nelle vene dell’Onorevole Mussolini, scorreva ancora sangue artistico e non politico. Poi, le scelte, il cognome, la volontà di assurgere a palcoscenici diversi, hanno fatto il resto.

 

Eccola ora protagonista di quello che sembra voler essere il sequel dello “scandalo Marrazzo”: come non appassionare l’Opinione Pubblica, dirigendo ora l’attenzione non più sulle diatribe interne a partiti e personaggi politici, ma bensì mettendo in piazza eventuali – se reali – storie di sesso sfrenato addirittura condotte nella sede di Forza Nuova?

 

C’è per caso di meglio per scatenate pruderie del genere sull’Opinione Pubblica?

 

“Il Giornale” non volendone parlare, mette la notizia in prima pagina. Un giochetto niente male: “Noi non ne parleremo!!” gridano in bella mostra. E giù a sciorinare particolari piccanti.

 

La Mussolini intanto – tolta l’aura di condottiera agguerrita – si mostra in pubblico con gli occhi arrossati dalle lacrime (dicono) e con la ferrea volontà di metter tutto a tacere il prima possibile.

 

C’è da chiedersi a questo punto, perché la vittima del momento sia l’Onorevole Mussolini, che certamente non è un personaggio chiave nella politica nostrana.

 

Messaggi trasversali? Metodiche terroristiche? Prove tecniche di trasmissione?

 

Certamente l’intelligence nazionale ha materiali in archivio da terza guerra mondiale: e mica solo i cittadini sono sotto controllo continuo con le telecamere nascoste in ogni angolo di strada!

 

Insomma, toccherà sorbirci l’ennesimo tormentone che già occhieggia nelle nostre giornate rese grigie – a volte totalmente nere – da una informazione che scarseggia di contenuti ed ancor più di programmi televisivi, visto che, stranamente, da che si parla di Digitale Terrestre e conseguenti problemi tecnici, forse il settore della carta stampata sta riottenendo una bella fetta di lettori: se non riesci a vedere la tv, puoi tornare ad “informarti” sulla carta stampata.

 

Avanti il prossimo: a chi tocca?


L'articolo ha ricevuto 9504 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 22/08/2019 04:10:37

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Attualita

Autore: Ana Camarero - Redazione Attualita'
Data: 17/08/2019 06:17:36
Vacanze con gli adolescenti: i consigli per viverle al meglio

Le vacanze scolastiche portano un cambiamento evidente nelle case. E non solo perché anche le temperature sono aumentate, ma perché la routine stabilita per tutto il resto dell'anno è diversa. 

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Attualita'
Data: 15/08/2019 07:04:29
Italiani in crociera a Ferragosto: il 75% sceglie il Mediterraneo

A bordo di una nave per far tappa nelle città e nelle località balneari più affascinanti del Mediterraneo. È la fotografia del Ferragosto dei crocieristi italiani: il 75% sceglie quest’area per le proprie vacanze.   

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Attualita'
Data: 13/08/2019 07:06:33
Estate: 6 italiani su 10 riscoprono il piacere di fare colazione

I numerosi impegni quotidiani sottraggono molto tempo agli italiani che, dovendo ottimizzare le proprie giornate, sono costretti durante l’anno a sacrificare l’importante momento della colazione. 

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Attualita'
Data: 12/08/2019 06:23:21
SuperEnalotto: persino in Kazakistan è scoppiata la febbre per il Jackpot

Dall'Italia al Kazakistan, passando per Bardonecchia. Il giro è un po' largo, ma la caccia alla fortuna, grazie ai social network, azzera ogni confine. E così succede che il SuperEnalotto guadagni un appeal mondiale.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -