Sei nella sezione Il Direttore   -> Categoria:  Opinioni  
Il Governo delle Veline: un attacco alla Democrazia.

Il Governo delle Veline: un attacco alla Democrazia.
Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 19/03/2010

(Video di "uomosenzasonno2")
 
La Dirigenza di una Nazione, ne è lo specchio? Come si può creare una classe Politica che non sia pregna di Politica almeno nelle esperienze pregresse? E cosa determina la scelta di candidare persone che, fino ad oggi, hanno lavorato in ambiti lontanissimi dalla Politica stessa?

 

L'Italia è una nazione che cambia faccia. L'ha già cambiata da tempo. Ma nel convulso correre verso un qualcosa che ha perso contenuti e progetti, non si sa più cosa seguire.

 

L'Italia "era" una Repubblica Democratica fondata sul lavoro, sulla dignità personale, sullo sviluppo della meritocrazia e sulle pari opportunità.

 

In effetti, forse non lo è mai stata, ma questo era l'intento di chi nel '48 creò la nostra chiaccherata Costituzione. I buoni propositi non è detto che vengano poi messi in atto. Democrazia. Popolo Sovrano. Termini usati ed abusati, e per questo resi totalmente inutili.

 

Un Popolo non è Sovrano se non viene messo nella condizione di sapere cosa significhi alla fine, essere Popolo Sovrano. E non vi è nulla di più anti democratico che parlare sempre e comunque di Democrazia mentre – contemporaneamente – si mettono in atto una serie infinita di strategie per contrabbandare per Democrazia uno stato di Regime che va avanti da decenni.

 

Come si può attaccare negativamente la Nazione facendo credere al Popolo che si è Liberi ed in regime di Democrazia? Si permette tutto. Il possibile e l'impossibile. Si crea il caos totale. Si fa diminuire il livello di istruzione. E – ciliegina sulla torta di panna acida – si pongono in Politica ed ai vertici, persone che tutto avrebbero potuto fare nella Vita, tranne che la Politica.

 

Se ai vertici di una azione sviluppata come l'Italia, si spalacano le porte a Veline ed attricette che in un nanosecondo passano dalle luci della ribaltina di qualche rasmissione televisiva sgangherata  alla luce del Parlamento, ecco che in quel preciso momento, chi Governa il Paese ha dato una stoccata mortale alla Democrazia, alla Giustizia ed all'equità.

 

Può una Nazione essere diretta da chi al più ha ballicchiato con minigonne filo inguine o dato il corpo nudo ad un qualch ecalendario sexy? Cosa significa – nella realtà dei fatti – questo andamento che molti da più parti criticano?

 

Significa abbattere il livello culturale italiano. Significa dare in mano – ma solo simbolicamente in realtà – il controllo della nazione alla prima venuta da qualche provino televisivo. Vuol dire ledere la dignità di personaggi Politici con una storia pregressa fatta di decenni di militanza politica. Significa distruggere il criterio per cui, arivare a posizioni dirigenziali, dovrebbe essere il frutto di un percorso diverso da quello di calendari sexy e ballame vario.

 

Invece no: c'è chi ha capito che oggi uno stato di Regime si crea non più coi colpi di Stato, bensì coi colpi di anca. Si uccide il livello di cultura politica, si attacca la democrazia in maniera univoca.

 

Se chi nel parterre politico ai vertici dell'Italia, si infila qualche "errore di Sistema" ecco che tutto il Sistema crolla, inevitabilmente.

 

Inutile fare nomi, come sempre. Le realtà, le cronache ed i fatti, sono sotto gli occhi di chiunque voglia riflettere seriamente.

 

 Se la Realtà politica che stiamo vivendo in Italia è quella del Governo delle Veline, c'è da rabbrividire pensando a cosa mai ci potrà capitare in testa. Cosa mai stiamo per vivere di peggiore di ciò che già conosciamo.

 

Nel frattempo - "candidamente" – veline ed attricette misconosciute, cominciano a comparire nelle tribune elettorali per le imminenti Regionali. Al diavolo la Par Condicio: ha più visibilità una velina in odore di Ministero che una militante storica, messa magari nel frattempo ad attaccare manifesti elettorali in giro per le Città…




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 17/10/2021 15:30:13

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Opinioni

Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 27/07/2013
Non esistono piu' i Colpi di Stato di una volta...

Chi oggi come oggi realizzerebbe nel nostro Paese un Colpo di Stato? E’ una domanda che mi è stata posta spesso negli ultimi tempi, sia da lettori che da colleghi e conoscenti. La mia risposta – ogni volta – è stata la stessa: “Lo Stato. Attraverso il Governo”

Leggi l'articolo

Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 30/05/2013
M5S: Grillo vittima di se stesso. E dei grillini…Io credo che Grillo ormai è vittima di se stesso, dell’idea di un Movimento che non può funzionare perché nulla di dissimile ha mostrato al Paese. Ed è vittima dei suoi stessi “cittadini” parlamentari, che lo hanno tratto in inganno, contraddicendo subito un sogno che oggi non appartiene a nessuno perché nessuno ha avuto la capacità di metterlo in atto.
Leggi l'articolo

Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 17/12/2012
Italia: ci vorrebbe un 'dittatore'. Svedese...E’ meglio essere i primi fra i peggiori o gli ultimi fra i migliori? In pratica, la sostanza non cambia, anche se a prima vista la seconda opzione potrebbe far pensare ad un livello di positività, anche se al ribasso. L’Italia in qualsiasi classifica, sia essa relativa agli stipendi europei, al livello di sistema sanitario, a quello riferito alla scolarizzazione e tutto ciò che globalmente crea il sistema Paese, è sempre matematicamente nella classifica peggiore.
Leggi l'articolo

Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 24/10/2012
Elsa Fornero ed i giovani 'choosy'. Ma c'è anche chi scrive 'Grazie Fornero'...In un articolo di opinione apparso oggi su panorama.it, Marco Ventura, i sostiene senza alcun dubbio la versione Fornero sulla poca adattabilità dei giovani al primo lavoro. Lo fa con un’ enfasi tale che gli fa dimenticare altre realtà, altre possibili visioni dello stesso problema. Avere una visione monolitica di un problema complesso, non fa onore a nessuno. Né alla Fornero, né a chiunque sostenga a spada tratta qualsiasi azione o pensiero mancante di possibili alternative visioni prismatiche.
Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -