Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Politica Italiana  
35 mesi... Il Governo – per ora – non cadrà.

35 mesi... Il Governo – per ora – non cadrà.
Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 11/09/2010

 

35 mesi. Un lasso di tempo che, a seconda di ciò che definisce, può essere molto o pochissimo nell'esistenza umana. A 35 mesi un bimbo ha imparato a camminare e riesce a dire frasi di senso compiuto. A modo suo.

 

A 35 anni, un uomo può considerarsi adulto. E se un tempo a questa età si era già capo famiglia e genitore, sempre più spesso oggi a 35 anni si abita ancora coi genitori. O con un gruppo di colleghi di università. Tutti fuori corso.

 

35 mesi di carcere è la pena media inflitta nel nostro Paese. Tanto, sono pochissime -  quasi rare - le persone che subiscono realmente pene di tempo maggiore. Ma è un lungo periodo della vita, in questo caso ed in ogni senso.

 

E 35 ancora, sono gli anni che un attuale lavoratore deve attendere per vedersi erogare uno sputo di pensione. Per ora. Perchè dovrete prepararvi al fatto che, presto nessuno più avrà diritto alla pensione: ci stanno pensando in maniera approfondita e seria, i nostri politici.

 

Ci sono poi, 35 mesi sui cui si dibatte da decenni. E' quel lasso di tempo – in questo caso brevissimo – dopo il quale un Deputato ottinene il vitalizio, da non confondere con la Pensione, che giungerà anch'essa una volta raggiunti i limiti di età.

 

E c'è un'altro numero 35, relativo agli anni di professione di un Magistrato. E' la base da cui parte lo stipendio di un qualsiasi Parlamentare appena eletto. Si: percepiscono in un batter d'occhio l'equivalente – mensile – di ciò che un Magistrato percepisce dopo 35 anni di lavoro.

 

35 mesi. 35 anni. Un batter d'occhio. Una vita intera.

 

O una legislazione: un pò oltre la metà di un normale percorso di un qualsiasi Governo nostrano.

 

L'attuale Governo Berlusconi è stato eletto il 15 Aprile 2008. Due anni e cinque mesi. 29 mesi in tutto. Il Governo – per ora – non crollerà. Non può crollare. Nessuno dei Politici che conosciamo può avere in animo di perdere questi sei mesi ancora di Governo e veder volatizzare un così dorato vitalizio.

 

E' già avvenuto. Altri Governi in crisi sono stati destituiti da nuove elezioni, ma rispettando religiosamente non i tempi della vita politica e civile con conseguenti criticità, bensì i famosi 35 mes, così da dare a tutti – destra, centro o sinistra che sia – la dorata buon'uscita a vita.

 

Nel frattempo, mentre tutto il nostro parterre politico continua a fare a pezzi la nostra economia, facendo lievitare mostruosamente il debito pubblico e senza mai almeno parlare di voler alleggerire un pò le spese della politica, la gente comune langue. Si dibatte. Non ha diritti di vita equa. Ha al massimo, una speranza di vita, così come si dice ora. Ma nessuna speranza di potersi permettere di vivere degnamente. Almeno, per una larga parte di cittadinanza.

 

I Governi progettano manovre finanziarie che colpiscono le fasce deboli. Scandalo! Macchè: lo scandalo è che oltre al danno – di tagli a finanziamenti fondamentali per i cittadini -  si deve pure sopportare la beffa di sapere che – puntualmente – ogni mese noi tutti paghiamo incredibili somme ad ognuno dei circa 1.000 parlamentari attualmente esistenti nella nostra struttura politica.

 

Ed anche, che continueremo a versare oboli per tutta la durata della vita di ognuno di essi. Che di governo in governo, cambiano nomi e si aggiungono ad altri nomi che continueremo a sostenere economicamente a fronte di...Nulla.
 
Eh si, perchè a ben guardare, cosa produce questo scarso migliaio di persone?

 

Scandali, inciuci, speculazioni, votafaccia, leggi ai danni dei cittadini, vessazioni ai danni della comunità civile. E li paghiamo pure. Puntualmente e riccamente.

 

Il governo attuale non cadrà. Non prima di altri sei mesi. Ne sono certa. Se così non dovesse essere, sono anche certa di un'altra cosa: per allora, avranno legiferato in tempo utile per far si che i vitalizi vengano erogati dopo un numero di mesi minore. Alla faccia di tutti.
 
Quei tutti – i cittadini italiani – che ancora stanno sopportando sulle loro spalle, le angherie di un Sistema ormai esploso. Ma che a quanto sembra, non ha sortito danni utili a nessuno.

 

Non c'è troppo da argomentare, quando si riflette su come diavolo si possa mai migliorare le sorti dell'Italia. Basta riflettere su queste aberrazioni, per iniziare il cammino. Che può essere irto solo di grandi soddisfazioni. Per chi la vita la guarda sempre dal basso.

 

 




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 24/02/2020 21:25:16

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Politica Italiana

Autore: Redazione Politica
Data: 19/02/2020
Ettore Rosato (Iv): ''Conte cerca maggioranza alternativa ma non ci riesce''

Volete cacciare Conte da Palazzo Chigi? “E’ lui che tutti i giorni cerca una maggioranza alternativa ma ahimè non ci riesce” 

Leggi l'articolo

Autore: Max Murro - Redazione Politica
Data: 13/02/2020
Caso Gregoretti: un video chiarisce il coinvolgimento di Giuseppe Conte

"Per quanto riguarda le collocazioni abbiamo sempre lavorato noi, col ministero degli Esteri, per le ricollocazioni".

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Politica
Data: 13/02/2020
Buoni pasto, FIPE: 'Buona l'apertura, ora attendiamo risposte concrete dal governo'

L'apertura arrivata oggi da Consip, con l'annuncio di imminenti audizioni sul tema dei buoni pasto, rappresenta un primo passo che va nella giusta direzione.

Leggi l'articolo

Autore: Primo Mastrantoni - Redazione Politica
Data: 12/02/2020
Governo: ecco perché in Italia non si investe

I motivi per i quali non si investe in Italia sono sotto gli occhi di tutti; putroppo gli occhi sono bendati, almeno quelli dei nostri governanti.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -