Sei nella sezione Economia   -> Categoria:  Occupazione  
I bandi della Regione Lazio di questa settimana

I bandi della Regione Lazio di questa settimana
Autore: Ufficio Stampa Consigliere Regionale Enzo Foschi
Data: 12/04/2011

Da oggi, in accordo con il Consigliere Regionale Lazio, Enzo foschi, proponiamo la sua newsletter settimanale, inerente tutti i bandi della Regione Lazio. Un servizio utile per tutti i cittadini interessati, che potranno avere in un unico punto di riferimento, notizie utili ogni settimana
 
 
TUTTI I BANDI DALLA REGIONE LAZIO:

 Modifiche alla determinazione dirigenziale n. A7493 del 30 dicembre 2010. Approvazione della procedura di cottimo fiduciario per la realizzazione del programma di riabilitazione culturale e di rieducazione, destinato ai soggetti ristretti negli Istituti penitenziari del Lazio, per un costo di € 105.000,00, di cui alla DGR n. 498 del 29 ottobre 2010.

NEW!

 Allegati:

 

Potenziamento e qualificazione dei servizi del collocamento mirato

NEW!

Potenziamento e qualificazione dei servizi del collocamento mirato

Gara a procedura aperta per un servizio di supporto alla Direzione Formazione e Lavoro per il potenziamento e la qualificazione dei servizi del collocamento mirato per l'inserimento lavorativo delle persone diversamente abili. Importo a base d'asta € 1.100.000,00.


Gara a procedura aperta per un servizio di supporto alla Direzione Formazione e Lavoro per il potenziamento e la qualificazione dei servizi del collocamento mirato per l'inserimento lavorativo delle persone diversamente abili.

Data invio GUCE : 1 aprile 2011

Termine per il ricevimento delle offerte: 3 giugno 2011, ore 12.00

Punto di contatto:              bandifselavoro@regione.lazio.it

ALLEGATI:

*       Determinazione D1385 del 2 aprile 2010  (pdf - 49,64 Kb)

*       Determinazione B1442 del 1 marzo 2011  (pdf - 46,75 Kb)

*       Bando di Gara  (pdf - 352,86 Kb)

*       Allegati I, II, III  (doc - 84,50 Kb)

 

Politiche giovanili, pubblicati due bandi

NEW!

Sul Bollettino ufficiale della Regione Lazio n. 11 del 21 marzo 2011 (parte terza) sono stati pubblicati due bandi dell'assessorato Diritto allo studio e politiche per i giovani.

Il primo ("Bando delle Idee") finanzia progetti che perseguono le seguenti finalità: potenziare lo sviluppo di associazioni e di gruppi creati e gestiti a maggioranza da giovani, favorendo lo spirito di iniziativa in attività culturali, del tempo libero, della vita associativa; potenziare sedi e strutture in grado di erogare servizi e facilitare forme di aggregazione, volte a esprimere creatività e capacità tecniche, artistiche e/o accrescere competenze anche di tipo professionale; promuovere la legalità diffusa, la cittadinanza proattiva, la solidarietà sociale; incoraggiare la partecipazione dei giovani alle attività sportive, incentivando quelle di nuova generazione (skate park, pareti per arrampicata libera, trekking ambientale e urbano, mountain bike etc.) e valorizzando la crescita della cultura sportiva; creare reti di partenariato o di relazioni con i soggetti della comunità locale (istituzionali e no).

La scadenza per la presentazione delle proposte è il 17 maggio. Per saperne di più: http://www.sirio.regione.lazio.it/default.asp?id=313&bando_id=6961.

Il secondo bando ha come scopo la creazione di tre Officine dell'Arte dislocate sul territorio regionale. L'iniziativa  intende favorire la partecipazione attiva dei giovani allo sviluppo regionale mediante la promozione e il sostegno delle loro attività e produzioni artistiche e culturali, attraverso la creazione di luoghi in cui i giovani possano manifestare e realizzare le loro capacità creative nel settore artistico (produzioni musicali, teatrali, cinematografiche, attività relative alla danza e alle arti figurative) con l'impiego e l'ausilio di strumenti e di attrezzature multimediali.

La scadenza per la presentazione delle proposte è il 30 aprile. Per saperne di più: http://www.sirio.regione.lazio.it/default.asp?id=313&bando_id=6929.

 TUTTI I BANDI APERTI PER FARE IMPRESA:

NEW!

 http://www.agevolazio.it/cerca/bandi-aperti

 UN BANDO A TUTTO SPORT: LA REGIONE LAZIO PER LA PROMOZIONE SPORTIVA

fino al 30 aprile le domande per il secondo semestre 2011

Un bando a tutto sport è quello istituito dalla Regione Lazio, attraverso l'Assessorato alla Cultura, Arte e Sport, che offre contributi per manifestazioni ed iniziative di promozione delle attività sportive di rilevanza regionale e/o di particolare rilievo internazionale o nazionale organizzate nel Lazio. Fino al 30 aprile 2011 si potranno presentare le domande di contributo per iniziative il cui svolgimento è previsto da Luglio a Dicembre 2011 (come previsto nel bando pubblicato sul B.U.R.L. del 7 ottobre 2010).

Il contributo, previsto dal bando, concorrerà alla realizzazione delle iniziative sportive, fino a un massimo del 50% della spesa.
Potranno concorrere al bando le seguenti categorie: Coni; Cip; Federazioni sportive nazionali; Associazioni e società sportive a carattere dilettantistico affiliate al Coni, al Cip o agli altri enti di promozioni sportiva; Enti di promozione sportiva riconosciuti dal Coni e dal Cip; soggetti giuridici privati specializzati nell'organizzazione di manifestazioni e iniziative di promozione della pratica sportiva; Enti locali; Scuole secondarie di primo e secondo grado del Lazio, facenti parte del sistema pubblico di istruzione.

Le domande dovranno essere inviate a: Regione Lazio – dipartimento Sociale direzione regionale Cultura, arte e sport, Area 01 – Interventi per lo sport, via Rosa Raimondi Garibaldi 7 – 00145 Roma. Oppure consegnarla a mano presso Ufficio Spedizioni/Accettazione della Regione Lazio, via Rosa Raimondi Garibaldi 7 – 00145 Roma (entro le ore 12 del giorno di scadenza del bando).

Documenti

vedi e scarica il bando

 Approvazione Avviso Pubblico "Bando delle Idee".

INVITO A PRESENTARE PROPOSTE PROGETTUALI PER LA REALIZZAZIONE DELL'INIZIATIVA DENOMINATA "BANDO DELLE IDEE" DI CUI ALL'ACCORDO DI PROGRAMMA QUADRO (APQ LAZIO) – ANNUALITA' 2007-2009 - DGR N. 736 DEL 28 SETTEMBRE 2007

Atto pubblico

Approvato con Det. n° B1635 del 28/03/2011

Scadenza

Scade il 17/05/2011 alle ore 14.00

Pubblicazione Ufficiale

Pubblicato sul BUR n° 12 SO del 28/03/2011

Allegati

1.      Allegato A

Avviso Pubblico

2.      Allegato 1

MODELLO DI DOMANDA in formato pdf

3.      Allegato 1

MODELLO DI DOMANDA in formato word

4.      Allegato 2

Descrizione progetto in formato pdf

5.      Allegato 2

Descrizione progetto in formato word

6.      Allegato 3

Preventivo finanziario in formato pdf

7.      Allegato 3

Preventivo finanziario in formato word

8.      Allegato 4

DICHIARAZIONE AUTENTICITA' in formato pdf

9.      Allegato 4

DICHIARAZIONE AUTENTICITA' in formato word

10. Allegato 5

Dichiarazione sostitutiva di certificazione in formato pdf

11. Allegato 5

Dichiarazione sostitutiva di certificazione in formato word

12. Allegato 6

Autocertificazione della comunicazione antimafia in formato pdf

13. Allegato 6

Autocertificazione della comunicazione antimafia in formato word

 

L. R. 28/06/1993 n. 29 e s.m.i. " Disciplina dell'attività di Volontariato nella Regione Lazio": adempimenti ex art.3 bis.

A tutte le Organizzazioni di Volontariato iscritte nel Registro Regionale del Volontariato ai sensi della L.R.29/93 e s.m.e i.

Oggetto: L. R. 28/06/1993 n. 29 e s.m.i. " Disciplina dell'attività di Volontariato nella Regione Lazio": adempimenti ex art.3 bis .

In riferimento all'oggetto, si invitano tutte le Organizzazioni di Volontariato iscritte nel Registro Regionale del Volontariato, a trasmettere, entro e non oltre il 30 aprile c.a., direttamente presso gli Uffici della Direzione Regionale "Politiche Sociali e Famiglia", Area Terzo Settore e Servizio Civile, in V.le del Caravaggio 99, 00147 Roma, o tramite i Centri di Servizio per il Volontariato, la documentazione richiesta per la valutazione della permanenza dei requisiti di iscrizione, corredata da lettera di trasmissione, avvalendosi del modello appositamente predisposto, scaricabile dal sito internet www.socialelazio.it, al fine di evitare l'avvio della procedura di cancellazione prevista dalla normativa vigente per le Organizzazioni inadempienti.

Si informa, altresì, che, le variazioni relative al Rappresentante Legale o alla Sede legale delle Associazioni, saranno registrate se comunicate trasmettendo i seguenti documenti:
-copia autocertificata del verbale di assemblea;
-copia autocertificata del certificato di attribuzione del codice fiscale aggiornato;
-documento di identità del legale rappresentante in corso di validità.

 
Bandi regionali

torna al menù

 

Nuove modalità di gestione dell'esenzione per reddito

Dal 1 aprile 2011, a seguito del DPCM del 11 Dicembre 2009, cambiano le regole per ottenere l'esenzione dalla quota di compartecipazione alla spesa sanitaria per condizione economica.

Dal 1 aprile 2011, a seguito del DPCM del 11 Dicembre 2009, cambiano le regole per ottenere l'esenzione dalla quota di compartecipazione alla spesa sanitaria per condizione economica. I criteri che danno diritto all'esenzione per reddito restano gli stessi, cambia solo il loro metodo di rilevazione. Il codice di esenzione sarà apposto sulla ricetta direttamente dal medico che effettua la prescrizione in base ai dati comunicati dal Ministero dell'Economia e delle Finanze. I cittadini non presenti in elenco, che possiedono i requisiti che danno diritto all'esenzione ed in ogni caso per l'esenzione E02 (stato di disoccupazione), dovranno effettuare l'autocertificazione,presso gli sportelli esenzioni della propria ASL di appartenenza. Nella fase di impianto del nuovo processo, ossia fino alle prescrizioni effettuate in data 30 giugno 2011, sarà possibile per il cittadino in possesso dei requisiti di legge, continuare ad apporre la firma sulla ricetta. Dal 1 luglio 2011, non saranno più accettate ricette riportanti la firma del cittadino come autocertificazione.

Maggiori informazioni sono disponibili sul Portale Sanitario della Regione Lazio www.poslazio

Approvazione Avviso Pubblico in materia di Politiche Giovanili ed Attività Sportive.

APQ 2007- 2009 in materia di Politiche Giovanili ed Attività Sportive. Azione "Implementazione della rete regionale delle Officine dell'Arte". Approvazione Avviso Pubblico.

Atto pubblico

Approvato con Det. n° B1634 del 21/03/2011

Scadenza

Scade il 30/04/2011 alle ore 14.00

Pubblicazione Ufficiale

Pubblicato sul BUR n° 11 SO del 21/03/2011

Allegati

  1. Allegato A

AVVISO PUBBLICO

  1. Allegato 1

MODELLO DOMANDA in formato Word

  1. Allegato 1

MODELLO DOMANDA in formato PDF

  1. Allegato 2

LINEE GUIDA

  1. Allegato 3

DOTAZIONE INFORMATICA PER OGNI SINGOLA OFFICINA DELL'ARTE

DGR 434/2010: Interventi di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro finanziati con le risorse del Fondo per le politiche relative ai diritti ed alle pari opportunità per l'anno 2009

Oggetto: DGR 434/2010. Interventi di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro finanziati con le risorse del Fondo per le politiche relative ai diritti ed alle pari opportunità per l'anno 2009. Criteri e modalità di utilizzazione delle risorse assegnate.

LA GIUNTA REGIONALE

SU PROPOSTA dell'Assessore alle Politiche Sociali e Famiglia, di concerto con l'Assessore al Lavoro e Formazione;

VISTA la legge regionale 18 febbraio 2002, n. 6 concernente "Disciplina del sistema organizzativo della Giunta e del Consiglio e disposizioni relative alla dirigenza ed al personale regionale" e successive modifiche;

VISTO il Regolamento di organizzazione degli uffici e dei servizi della Giunta Regionale 6 settembre 2002, n. 1 e successive modifiche;

VISTO il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112 recante "Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della L. 15 marzo 1997, n. 59.";

VISTA la legge 8 marzo 2000, n. 53 concernente "Disposizioni per il sostegno della maternità e della paternità, per il diritto alla cura e alla formazione e per il coordinamento dei tempi delle città";

VISTA la legge 5 giugno 2003, n. 131 concernente: "Disposizioni per l'adeguamento dell'ordinamento della Repubblica alla L.Cost. 18 ottobre 2001, n. 3";

VISTA la legge regionale 9 settembre 1996, n. 38 recante "Riordino, programmazione e gestione degli interventi e dei servizi socioassistenziali nel Lazio" e successive modifiche;

VISTA la legge regionale 6 agosto 1999, n. 14 recante "Organizzazione delle funzioni a livello regionale e locale per la realizzazione del decentramento amministrativo";

VISTA la legge regionale 16 giugno 1980, n. 59 recante "Norme sugli asili nido" e successive modifiche;

VISTO il Trattato di Lisbona, che modifica il trattato sull'Unione europea e il trattato che istituisce la Comunità europea, firmato a Lisbona il 13 dicembre 2007;
VISTO il Quadro Strategico Nazionale italiano (di seguito: "QSN") per la politica regionale di sviluppo 2007 - 2013;

VISTO l'articolo 19, comma 3, del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223 recante "Disposizioni urgenti per il rilancio economico e sociale, per il contenimento e la razionalizzazione della spesa pubblica, nonché interventi in materia di entrate e di contrasto all'evasione fiscale", convertito con modificazioni dalla legge 4 agosto 2006, n. 248, che istituisce presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri il fondo denominato "Fondo per le politiche relative ai diritti e alle pari opportunità";

PRESO ATTO dell'intesa sancita in sede di conferenza unificata nella seduta del 29 aprile 2010 (Repertorio Atti n. 26/CU) concernente: "Intesa sui criteri di ripartizione delle risorse, le finalità, le modalità attuative nonché il monitoraggio del sistema di interventi per favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro di cui al Decreto del Ministro per le pari opportunità del 12 maggio 2009 inerente la ripartizione delle risorse del Fondo per le politiche relative ai diritti e alle pari opportunità per l'anno 2009", di seguito denominata Intesa;

ATTESO che le risorse assegnate alla Regione Lazio, in virtù dei criteri individuati dall'articolo 4 dell'Intesa, ammontano ad Euro 3.925.588,00;

ACQUISITI i pareri favorevoli di ANCI Lazio espresso con nota prot. n. 433 del 29 settembre 2010 e di UPI espresso con nota prot. n. 63 del 29 settembre 2010;

VISTA la deliberazione della giunta regionale 8 ottobre 2010, n. 434 concernente: "Programma attuativo degli interventi di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro finanziati con le risorse del Fondo per le politiche relative ai diritti ed alle pari opportunità per l'anno 2009", che prevede, nell'ambito delle finalità previste dall'Intesa, la realizzazione dei seguenti interventi:
- attività di consulenza per le donne in congedo parentale per facilitare il rientro al lavoro e riduzione del gap di carriera attraverso aggiornamento formazione e e-learning, rientrante tra le finalità specifiche di cui all'articolo 2, comma 2, lettera b) dell'Intesa;
- sostegno economico per le famiglie in lista di attesa presso asili nido pubblici o che sono residenti in comuni privi di asili nido pubblici, che utilizzano asili privati autorizzati, rientrante tra le finalità specifiche di cui all'articolo 2, comma 2, lettera c) dell'Intesa;
- il telelavoro come modalità di lavoro facilitante e sperimentazione di un tele centro pilota, rientrante tra le finalità specifiche di cui all'articolo 2, comma 2, lettera d) dell'Intesa;

ATTESO che con nota del Direttore del Dipartimento Sociale prot. n. 120018 del 14 ottobre 2010 è stato trasmesso al Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri il Programma attuativo degli interventi di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro di cui alla DGR 434/2010;

PRESO ATTO che l'erogazione delle risorse assegnate alla Regione Lazio avverrà secondo la modalità prevista dell'Intesa art.3, comma 6, come di seguito specificato:
a) una quota pari al 40% viene erogata successivamente alla sottoscrizione di un'apposita convenzione con il Dipartimento per le pari opportunità;
b) una quota fino ad un massimo del 40% delle risorse assegnate viene erogata a seguito della presentazione e verifica della relazione intermedia sull'utilizzo delle risorse;
c) la quota residua viene erogata a seguito della presentazione e verifica della relazione finale sull'utilizzo delle risorse;

PRESO ATTO che il Gruppo di Lavoro di cui all'articolo 5 comma 1 dell'Intesa, ha esaminato e valutato positivamente la coerenza di quanto indicato nel Programma Attuativo della Regione di cui alla DGR 434/2010 ai sensi di quanto previsto dallo stesso articolo 5, comma 2, lettera a), dell'Intesa, con la raccomandazione di quantificare le risorse finanziarie da assegnare a ciascuna finalità specifica, come comunicato con nota della Presidenza del Consiglio dei Ministri DPO 0016306 del 23 novembre 2010;

PRESO ATTO della convenzione tra la Regione Lazio e il Dipartimento per le Pari Opportunità "Convenzione tra il Dipartimento per le Pari Opportunità e la Regione Lazio in attuazione dell'Intesa del 29 aprile 2010 relativa ai "Criteri di ripartizione delle risorse, le finalità, le modalità attuative nonché il monitoraggio del sistema di interventi per favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro", sottoscritta il 21 dicembre 2010, Registro cronologico 13686 del 25/01/2011;

VISTO il Decreto della Presidente della Regione Lazio n. T0070 del 4.3.2011 che istituisce, nell'ambito delle risorse concernenti il Fondo per le Politiche relative ai diritti e alle pari opportunità di cui alla legge 248/2006, i rispettivi capitoli di entrata e di spesa con uno stanziamento, per entrambi, pari ad € 3.925.588,00, esercizio finanziario 2011;

RITENUTO opportuno, in considerazione dell'entità delle risorse assegnate e secondo le valutazioni effettuate dalle competenti strutture dell'Assessorato Politiche Sociali e Famiglia e dell'Assessorato Lavoro e Formazione, utilizzare le risorse assegnate alla Regione nel seguente modo:

1) Euro 930.000,00 per l'intervento b) del Programma attuativo "Attività di consulenza per le donne in congedo parentale per facilitare il rientro al lavoro e riduzione del gap di carriera attraverso aggiornamento formazione e e-learning", la cui realizzazione è di competenza della Direzione Formazione e Lavoro;

2) Euro 2.000.000,00 per l'intervento c) del Programma attuativo "Sostegno economico per le famiglie in lista di attesa presso asili nido pubblici o che sono residenti in comuni privi di asili nido pubblici che utilizzano asili privati autorizzati ", la cui realizzazione è di competenza della Direzione Politiche Sociali e Famiglia;

3) Euro 995.588,00 per l'intervento d) del Programma attuativo "Il telelavoro come modalità di lavoro facilitante e sperimentazione di un tele centro pilota" la cui realizzazione è di competenza della Direzione Formazione e Lavoro;

all'unanimità

DELIBERA

per le motivazioni indicate in premessa, che si richiamano integralmente, in attuazione della DGR 434/2010 inerente l'utilizzazione delle risorse del Fondo per le politiche relative ai diritti e alle pari opportunità per l'anno 2009 assegnate alla Regione, pari complessivamente ad Euro 3.925.588,00, e secondo le modalità della Convenzione citata, quanto segue:

A) le risorse assegnate alla Regione, pari a complessivi € 3.925.588,00, a valere rispettivamente sul capitolo di entrata 229130 e sul capitolo di uscita F31116 istituiti con apposito Decreto della Presidente della Regione Lazio n. T0070 del 4.3.2011, sono utilizzate nel modo seguente:

1) Euro 930.000,00 per l'intervento b) del Programma attuativo "Attività di consulenza per le donne in congedo parentale per facilitare il rientro al lavoro e riduzione del gap di carriera attraverso aggiornamento formazione e e-learning", la cui realizzazione è di competenza della Direzione Formazione e Lavoro;

2) Euro 2.000.000,00 per l'intervento c) del Programma attuativo "Sostegno economico per le famiglie in lista di attesa presso asili nido pubblici o che sono residenti in comuni privi di asili nido pubblici che utilizzano asili privati autorizzati ", la cui realizzazione è di competenza della Direzione Politiche Sociali e Famiglia;

3) Euro 995.588,00 per l'intervento d) del Programma attuativo "Il telelavoro come modalità di lavoro facilitante e sperimentazione di un tele centro pilota" la cui realizzazione è di competenza della Direzione Formazione e Lavoro;

B) le risorse di cui al punto 2) della lettera A) sono utilizzate secondo i criteri e le modalità di cui all'allegato A, che forma parte integrante della presente deliberazione; le risorse di cui ai punti 1) e 3) della lettera A) sono utilizzate secondo i criteri e le modalità di cui all'allegato B che forma parte integrante della presente deliberazione;

C) nel caso in cui le risorse degli interventi dei punti 1) della lettera A) non fossero interamente utilizzate, le stesse saranno destinate per le finalità di cui al punto 3) della lettera A) e viceversa; nel caso in cui le risorse degli interventi di cui ai punti 1) e 3) non fossero interamente utilizzate, le stesse saranno destinate alle finalità del punto 2) e viceversa, previa comunicazione tra le Direzioni competenti e al Gruppo di lavoro a supporto dell'attuazione dell'Intesa.

Avvisi

Promozione Voucher Lavoro Accessorio


Con il progetto VO.LA la Regione Lazio rimborsa ai datori di lavoro il costo di un voucher per lavoro accessorio ogni 10 acquistati. Il contributo è riservato ai datori di lavoro che acquistano (o hanno già acquistato) voucher da utilizzare in attività dei settori:

- commercio
- agricoltura
- turismo
- servizi alla famiglia

La promozione all'utilizzo dei voucher è una delle strategie della Regione Lazio finalizzata all'emersione dal lavoro irregolare e per supportare i giovani nella costruzione di un futuro previdenziale. Infatti, il voucher da 10 euro corrisponde a 7,50 euro di compenso per la prestazione e 2,50 euro di contributi assicurativi INAIL e previdenziali INPS. Il progetto VO.LA prevede un contributo del valore di 1 voucher, pari a 10 €, ogni 10 acquistati da datori di lavoro che utilizzano lavoratori residenti/domiciliati nella Regione.


Destinatari dell'iniziativa

Possono presentare richiesta di concessione dei contributi:

a) committenti costituiti nella forma di impresa con sede legale nella regione Lazio alla data di pubblicazione del presente avviso;

b) committenti intesi come privati cittadini con residenza o domicilio nella regione Lazio alla data di pubblicazione del presente avviso.

Ogni domanda può far riferimento ad un unico acquisto di voucher,  per via cartacea o telematica, in un singolo giorno. Gli acquisti possono consistere di uno o più pacchetti di voucher.

Ogni commettente può presentare più domande in riferimento ad ogni acquisto, in un singolo giorno, di uno o più pacchetti di voucher in formato cartaceo o telematico.

Le domande dovranno pervenire all'indirizzo mail vola@regione.lazio.it o in caso di spedizione con raccomandata A/R o di consegna a mano all'indirizzo di :

Agenzia Regionale Lazio Lavoro Viale del Caravaggio, 99 - 00147 Roma.

Ricorda: i contributi regionali sono riservati ai datori di lavoro che acquistano (o hanno già acquistato) voucher a partire dal 21 dicembre 2010. Le domande possono essere inviate fino al 31 dicembre 2011.

La Regione mette a disposizione un set informativo e di assistenza operativa composto da:

       scheda informativa sintetica

       pagina informativa VO.LA sul Portale regionale lavoro (questa);

       modulistica on line editabile e inviabile via mail;

       indirizzo email (vola@regione.lazio.it) a cui inviare la domanda e/o porre dei quesiti sulle modalità di compilazione e lo stato delle istruttorie.



ALLEGATI:

       Avviso progetto VoLA  (pdf - 264,13 Kb)

       Progetto VoLA Modulo di domanda  (doc - 1.004,00 Kb)

       Progetto VoLA Determinazione approvazione avviso  (pdf - 2.056,30 Kb 

Avviso pubblico "Lavoro formato famiglia - Interventi di Flessicurezza per favorire la conciliazione tra vita familiare e vita lavorativa"

 

La Regione Lazio intende sostenere aziende e lavoratori nella gestione del tempo dedicato alla famiglia ed al lavoro per permettere, alle famiglie, di affrontare la vita con maggior flessibilità e sicurezza, facendo in modo così che sempre meno persone, in particolare donne, affrontino rinunce per il lavoro.

L'avviso è aperto alla candidatura di datori di lavoro e finanzia progetti di flessibilità - sicurezza, conciliazione tra tempi di vita e di lavoro delle lavoratrici e dei lavoratori, attraverso:

a) l'introduzione e/o il potenziamento di modelli flessibili di organizzazione del lavoro;

b) l'attivazione di servizi di conciliazione in favore dei lavoratori con carichi di cura.

I progetti devono prevedere entrambe queste azioni.

L'avviso è finanziato con 9.500.000,00 euro derivanti dal POR FSE (Asse I e Asse II).
 

Per informazioni:

E-mail: bandifselavoro@regione.lazio.it 



ALLEGATI:

       Testo della Determinazione B1573 del 03/03/2011  (pdf - 1.825,12 Kb)

       Testo dell'Avviso  (pdf - 263,04 Kb)

       Allegato 1 - Formulario  (doc - 714,00 Kb)

       Allegato 2 - Domanda di finanziamento  (doc - 54,50 Kb)

       Allegato 3 - Dichiarazione di intenti per costituzione ATI/ATS  (doc - 51,00 Kb)

       Allegato 4 - Dichiarazione antimafia  (doc - 49,00 Kb)

       Allegato 5 - Schema di convenzione  (doc - 610,50 Kb)

       Allegato 6 - Dichiarazione partecipazione attiva ente pubblico  (doc - 45,50 Kb)

       Scheda informativa  (pdf - 57,74 Kb)

  Exprom, progetto per l'internazionalizzazione 

Si è aperto lunedì 7 marzo 2011 il primo Bando EXPROM Executive Program per l'internazionalizzazione, un progetto volto alla formazione di Export Manager per le imprese del Lazio, realizzato nell'ambito dell'Accordo di Programma tra il Ministero dello Sviluppo Economico e la Regione Lazio, e organizzato attraverso l'Istituto nazionale per il Commercio Estero - ICE e Sviluppo Lazio S.p.A., in collaborazione con SACE, Simest, BNL Gruppo BNP Paribas e Unicredit.

Il Corso EXPROM, articolato in 10 moduli della durata complessiva di 20 giornate, si rivolge a rappresentanti di PMI laziali, consorzi export e aggregazioni di impresa, e ha l'obiettivo di formare figure qualificate in materia di internazionalizzazione sul piano gestionale, economico, finanziario e giuridico.

Il percorso di formazione a numero chiuso prevede la selezione di 25 partecipanti in rappresentanza di altrettante aziende. Il corso si rivolge a soci lavoratori, dipendenti a contratto a tempo determinato, indeterminato o a progetto, e a laureati o laureandi con contratto in essere per un periodo minimo di 18 mesi non oltre l'avvio del corso.

La documentazione in formato cartaceo dovrà essere inviata entro il 15 aprile 2011 tramite posta Raccomandata A.R., per la quale farà fede il timbro postale di partenza, al seguente indirizzo: Sviluppo Lazio S.p.A. - I° "EXPROM" Executive Program per l'internazionalizzazione - Via Vincenzo Bellini, 22 - 00198 ROMA.

Per scaricare il Bando EXPROM clicca qui.  

Allegato A

Allegato B 

Per Informazioni:
SprintLazio
c/o Sviluppo Lazio S.p.A.
Tel. 06 84568.266/607/367
E mail:
sprintlazio@agenziasviluppolazio.it  
 

10/03/2011 - Registro Regionale delle Organizzazioni di Volontariato - L.R. n. 29/93

10/03/2011 - Registro Associazionismo - L.R. n. 22/99



09/03/2011 - Avviso 2° Ciclo di Seminari di Orientamento relativi alla Redazione dei Progetti di Servizio Civile 2011




25/02/2011 - L. R. 28/06/1993 n. 29 e s.m.i. " Disciplina dell'attività di Volontariato nella Regione Lazio": adempimenti ex art.3 bis . (L'allegata modulistica è scaricabile).

Avviso pubblico per la presentazione delle proposte progettuali rivolte alle Cooperative sociali

Approvazione dell'Avviso Pubblico "Invito a presentare proposte progettuali rivolte alle Cooperative Sociali e/o loro consorzi inerenti l'inserimento e la stabilizzazione occupazionale, lo sviluppo delle competenze e l'organizzazione di beni e servizi" (Allegato A, e Allegati 1, 2, 3, 4, 5, 6).

Scheda informativa semplificata(pdf)

ALLEGATI:

       B5398 del 02/11/2010 - Testo della Determinazione  (pdf - 36,21 Kb)

       Allegato A - Testo dell'Avviso  (pdf - 284,23 Kb)

       Allegato 1 - Formulario  (doc - 659,00 Kb)

       Allegato 2 - Domanda di finanziamento  (doc - 53,50 Kb)

       Allegato 3 - Dichiarazione antimafia  (doc - 50,50 Kb)

       Allegato 4 - Convenzione  (pdf - 142,98 Kb)

       Allegato 5 - Fabbisogni  (doc - 32,50 Kb)

       Allegato 6 - Estratto  (pdf - 121,85 Kb)

       Guida alla compilazione del formulario  (pdf - 164,24 Kb)

       Guida alla rendicontazione delle spese  (doc - 339,50 Kb)

       Guida alla scheda di valutazione  (pdf - 123,74 Kb)

ATTENZIONE! Area Interventi per lo Sport: modificata scadenza per la presentazione delle domande di contributo relative agli artt. 31, 32, 33 e 40 L.R. 15/02

Si informa che la scadenza per la presentazione delle domande di contributo relative agli artt. 31, 32, 33 e 40 L.R. 15/02 è stata modificata con l'ultima Legge Regionale di assestamento di bilancio (art. 13 L.R. 3/2010) e che, pertanto, per l'anno 2011 le suddette domande andranno presentate entro il 30/06/2011 previa pubblicazione sul B.U.R.L. di apposita deliberazione della Giunta Regionale e compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili per l'anno 2011.

ATTENZIONE! Area Interventi per lo Sport: modificata scadenza per la presentazione delle domande di contributo relative all'articolo 37 L.R. 15/02

Area Interventi per lo Sport: si informa che a breve uscirà il nuovo avviso pubblico per la presentazione delle domande di contributo per lo svolgimento di manifestazioni sportive promozionali come previste dall'art 37 della LR 15/2002.

Si fa presente in proposito che le scadenze per la presentazione delle domande sono state modificate con l'ultima legge regionale di Assestamento del bilancio ( art. 13 della L.R. 3/2010 ) e che pertanto le domande di contributo relative all'anno 2011 per gli interventi previsti dall'art. 37 andranno presentate alla Regione entro:

1) Il 31 ottobre 2010, per le iniziative il cui svolgimento è previsto nel primo semestre 2011 (gennaio-giugno 2011)
2) Il 30 aprile 2011, per le iniziative il cui svolgimento è previsto nel secondo semestre del 2011 (luglio-dicembre 2011).

Non saranno prese in considerazione domande inoltrate prima della pubblicazione del bando sul B.U.R.L. e sul sito delle Regione Lazio.

 

Approvazione dell'Avviso pubblico per la presentazione delle domande di contributo di cui alla legge regionale 5 luglio 2001, n. 15 e della deliberazione della Giunta Regionale 24 settembre 2010, n. 420. Esercizio Finanziario 2010 - € 1.145.000,00 sul capitolo R45504 (parte corrente) ed € 600.000,00 sul capitolo R46501 (in conto capitale). PER COMUNI E MUNICIPI

Allegati:

 

 




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 19/08/2022 12:25:44

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Occupazione

Autore: Emilia Urso Anfuso - Redazione Economia
Data: 24/05/2020
Decreto rilancio: approvato il Bonus colf e badanti

Nella precedente versione del decreto, gli importi del sostegno economico erano stati fissati dai 400 ai 600 euro...

Leggi l'articolo

Autore: Andrea Pascale - Redazione Economia
Data: 10/05/2020
Fase 2, allarme delle imprenditrici: ''Le donne rischiano di essere tagliate fuori''

“Nel dibattito sulla fase due le donne sono del tutto assenti. Il Governo sembra essersi dimenticato di mettere le imprenditrici e le lavoratrici... 

Leggi l'articolo

Autore: Fausta Tagliarini - Redazione Economia
Data: 30/04/2020
Covid-.19: Cassa Dottori Commercialisti: online il bando per contributi agli iscritti

È online da ieri sul sito della Cassa Dottori Commercialisti il bando per la richiesta di contributi assistenziali a supporto degli iscritti che lavorano in uno studio professionale in affitto.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Economia
Data: 27/04/2020
Settore ristorazione: si rischia il fallimento

Moriranno oltre 50.000 imprese e 350.000 persone perderanno il loro posto di lavoro. Bar, ristoranti, pizzerie, catering, intrattenimento, per il quale non esiste neanche una data ipotizzata...

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -