Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Politica Italiana  
Legittimo impedimento? Legittimo sospetto…

Legittimo impedimento? Legittimo sospetto…
Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 12/06/2011 17:40:05

 

Da troppo tempo si parla di "legittimo impedimento". Il legittimo impedimento è quella norma, parzialmente riconosciuta dalla Corte Costituzionale, attarverso la quale il premier in carica ed i ministri di Governo, possono addurre un molteplice ventaglio di scuse per non apparire in aule di giudizio in cause che li riguardino da molto vicino.

L'opinione pubblica si spacca in due, come sempre accade.

C'è chi urla allo scandalo, recriminando una frase basilare della nostra Repubblica Democratica, che appare ancor oggi nelle aule dei tribunali e che recita "La Legge è uguale per tutti". Con tanto di disegno della bilancia perfettamente calibrata a metà.

C'è chi urla ad uno scandalo diverso. Alcuni pensano che sia uno scempio che un Premier o un Ministro della Repubblica siano "costretti" a recarsi in tribunale per le inchieste che li vedono "eventualmente coinvolti" in qualche scandalo penale.

Personalmente, più che di legittimo impedimento, parlerei di legittimo sospetto.

Sospetto che una parte del Paese abbia del tutto perso la famosa trebisonda. Sospetto che alcuni Italiani non comprendano più la differenza fra chi è onesto, trasparente e degno di governare il Paese, e chi lo faccia solo per garantirsi – appunto – squallide scorciatoie per non essere compromesso del tutto attraverso il giudizio supremo della Nazione.

Sospetto anche, che coloro che recriminano a gran voce che il legittimo impedimento sia legittimato, abbiano perso il senso della misura. Della Realtà. Della giusta pena. Del giudizio. Del senno.

Sospetto che alcuni al Governo, abbiano compreso come alcuni altri – nella nazione – non comprendano la differenza fra un onesto ed un eventuale disonesto. Sospetto confermato dalle grida di "sdegno" di questi italiani che non fanno differenza fra inquisiti ed inquisitori.

Legittimamente, sospetto il sospetto di legittimare il Male. Garanzia di intoccabilità per coloro che sono avvezzi alla corruzione. In entrata ed in uscita.

Sospetto legittimamente che c'erano quasi riusciti, a farci credere che un onesto premier ed onesti Ministri fossero ingiustamente trascinati nelle aule giudiziarie.

Forse ora, il mio legittimo sospetto è legittimamente decaduto. Probabilmente, in molti, sono riusciti persino a fare due più due. Ovvero: aula di tribunale=gatta ci cova.

Non ho mai messo piede in un aula di tribunale se non per assistere a volte ad alcuni giudizi che mi interessavano per la mia professione giornalistica. Lo stesso vale per tutte le persone del mio entourage. E se vado a chiedere lumi a conoscenti di conoscenti, la risposta è la stessa: non sia mai! Andare in tribunale è come essere bollati da una bestemmia. A meno che si parli di una sentenza di divorzio, ma è ben altra cosa. Ammetterete tutti.

Legittimamente, spero sia legittimata e per sempre, quella frase espressa prima: "La Legge è uguale per TUTTI". E TUTTI siano tutti, e non una parte del Paese.

Fra Legittimazione e sospetto, non vi sia più alcun raccordo. Troveremo tutti finalmente, il giudizio. Che non ha nulla a che fare con le aule dei tribunali.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 19/10/2019 07:59:36

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Politica Italiana

Autore: Primo Mastrantoni
Data: 27/09/2019 06:32:04
Roma, i rifiuti, la Raggi e Alice nel Paese delle Meraviglie

La sindaca deve vivere nel mondo fantastico di Alice, perché non riesce a capire il diniego a ricevere i rifiuti prodotti nella città che governa.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Politica
Data: 24/09/2019 06:50:52
Luigi Marattin: Per la prossima manovra no deficit e taglio cuneo solo sui lavoratori'

Luigi Marattin, deputato di Italia Viva ex-consigliere economico di Palazzo Chigi a 24Mattino di Simone Spetia e Maria Latella su Radio 24...

Leggi l'articolo

Autore: Lucaa del Negro - Redazione Politica
Data: 20/09/2019 06:52:34
L'analisi (pseudo)politica che ti aspettavi ma che fai fatica a comprendere

Comunisti, fascisti, Democristiani, Zoroastrani, Juventini... vanno tutti bene (e male) ma politica... niente. “I valori dell'Europa Cattolica!” si sente risuonare dagli studi e dai palchi: Lutero? Non pervenuto.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Politica
Data: 18/09/2019 06:59:32
Francesco Boccia: 'Non capisco la scissione di Renzi'

"Non capisco il senso di questa scissione. Non so se il gruppo di Renzi nasce per una questione di bilanciamento di poteri"...

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -