Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Politica Italiana  
Brunetta: le nozze del giullare

Brunetta: le nozze del giullare
Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 10/07/2011 20:07:46

 
L'Anno dei matrimoni, questo infuocato 2011. Dopo il Principe William d'Inghilterra, Alberto di Monaco, qualche attrice di grido, ecco l'evento che mancava: il Ministro Brunetta si sposa.

No, non è che lui non possa sposarsi. Il problema semmai è diverso. Si sposa. In un momento in cui il rigore di cui parla, sarebbe bene germogliasse anche dalle sue parti, a casa sua. Invece, ecco spuntare una lussuosa lista di nozze, che prevede persino "7 tavoli da pranzo" (quante camere da pranzo avranno mai i novelli sposi?) e "Tappeti vintages" che hanno certamente prezzi ben diversi dai servizi da 12 di posate mediocri di tante liste di nozze da comuni mortali. Ma tant'è.

Nel corollario dell'evento,  che si è svolto a Ravello, con tanto di spostamento di Sala all'ultimo minuto, costato appena - sembra - 9.000 euro, ci sono i precari. Che avevano promesso guerriglia e l'hanno portata in dono. Al ministro ed alla consorte. Degna di nota, una manifestazione all'interno della manifestazione dei precari: i poliziotti aderenti al sindacato indipendente Coisp, hanno esposto sagome di poliziotti colpiti alle spalle da pugnali. A ricordare i gravi tagli effettuati da Brunetta proprio al comparto Sicurezza.

Insomma: il giorno del matrimonio, resterà sicuramente ben stampato nella mente di Brunetta e della consorte. E non solo perchè è il giorno più bello della Vita...

Ma c'è qualcosa in più di cui parlare. A quanto pare, il Ministro ha concesso una esclusiva sul proprio matrimonio alla rivista "Chi", di proprietà del Cavaliere più nominato degli ultimi decenni. Fin qui, quasi nulla di male, visto che le dichiarazioni parlano della decisione di devolvere in beneficenza i 25.000 euro che questa esclusiva dovrebbe far guadagnare agli sposini. Peccato però, che di questa fantomatica associazione "I bambini del sorriso" non si trovi alcuna traccia.

Provate anche voi a fare una ricerca su un motore come Google, e scoprirete - appunto - che non esistono tracce di alcun tipo. Strano. Perchè proprio in quel mondo del web 2.0 del Ministro nostrano, oggi è quasi del tutto impossibile non trovare almeno un piccolo spazio sulle onde del web. Che so...Un comunicato stampa. Un sito istituzionale. Un evento. Una raccolta fondi...Nulla.

I "Bambini del sorriso"  - almeno sul web - non esistono

Tana per il Ministro dunque? Che fra un epiteto e l'altro lanciato ora agli elettori ora ai lavoratori,  sembra passare indenne per la storia semicomica di un Governo che sembra composto da attori di terzo livello e pure un pò sguaiati.

A ben vedere però, proprio indenne non passa, il Ministro delle frasi più sconvenienti che Italiano medio ricordi di avere udito. Perchè potrà fregiarsi pure del titolo di "Onorevole" finchè la sorte lo manterrà in carica, senza comprendere di esser già disonorevolmente ammesso nel girone di coloro che sputano sulle stesse persone che gli hanno concesso tanti onori e sfarzi e possibilità – persino – di prendere a schiaffoni i propri elettori.

Insomma: tanti auguri signor Ministro. Magari, ci dica e ci spieghi dove diavolo sia possibile trovare un qualche riferimento utile sull'Associazione cui dice di voler devolvere gli introiti dell'esclusiva giornalistica del giorno più bello della sua Vita. Potremmo desiderare anche noi, precari, fannulloni, panzoni ed assassini, di devolvere un centesimo dei nostri introiti alla stessa Associazione benefica.

 




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 19/10/2019 06:43:42

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Politica Italiana

Autore: Primo Mastrantoni
Data: 27/09/2019 06:32:04
Roma, i rifiuti, la Raggi e Alice nel Paese delle Meraviglie

La sindaca deve vivere nel mondo fantastico di Alice, perché non riesce a capire il diniego a ricevere i rifiuti prodotti nella città che governa.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Politica
Data: 24/09/2019 06:50:52
Luigi Marattin: Per la prossima manovra no deficit e taglio cuneo solo sui lavoratori'

Luigi Marattin, deputato di Italia Viva ex-consigliere economico di Palazzo Chigi a 24Mattino di Simone Spetia e Maria Latella su Radio 24...

Leggi l'articolo

Autore: Lucaa del Negro - Redazione Politica
Data: 20/09/2019 06:52:34
L'analisi (pseudo)politica che ti aspettavi ma che fai fatica a comprendere

Comunisti, fascisti, Democristiani, Zoroastrani, Juventini... vanno tutti bene (e male) ma politica... niente. “I valori dell'Europa Cattolica!” si sente risuonare dagli studi e dai palchi: Lutero? Non pervenuto.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Politica
Data: 18/09/2019 06:59:32
Francesco Boccia: 'Non capisco la scissione di Renzi'

"Non capisco il senso di questa scissione. Non so se il gruppo di Renzi nasce per una questione di bilanciamento di poteri"...

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -