Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Politica Italiana  
Roma, Montecitorio: i piccoli Comuni della Provincia contestano le soppressioni

Roma, Montecitorio: i piccoli Comuni della Provincia contestano le soppressioni
Autore: Fabrizio Federici - Capo redazione Cultura
Data: 27/08/2011 18:54:32

 
Netta contrarietà sia agli ulteriori tagli agli enti locali previsti dal decreto di Ferragosto, sia alla soppressione delle 29 Province ( compresa, nel Lazio, Rieti ) e dei circa 2.000 Comuni con meno di mille abitanti che il Governo vuole sacrificare in nome di presunti risparmi.  Questa la posizione dell' Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI): organizzatrice, per il 29 agosto a Milano,  d'una manifestazione nazionale  contro la manovra, cui  hanno aderito, tra gli altri, anche i sindaci di Roma, Milano, Genova, Torino, Verona e i presidenti di Lombardia,  Formigoni, ed Emilia Romagna,  Errani.
 
Ma intanto, a Roma, l' Associazione Nazionale Piccoli Comuni Italiani, (ANPCI), non aderente all' ANCI, ha organizzato una  manifestazione davanti a Montecitorio, in cui è spiccata fortemente la protesta dei Comuni della Provincia di Roma. "In Italia – spiega Pierluca Dionisi, giovane sindaco del comune di Canterano ( Tivoli ) -  i Comuni sotto i 1.000  abitanti sono quasi 2.000, circa il 26% del totale.
 
Una norma come l'art. 16 del decreto che contestiamo mette in forse la vita di Comuni che rappresentano un pezzo essenziale della storia, della cultura, delle tradizioni locali del nostro Paese: il tutto in modo ambiguo e farraginoso, perché l'iniziale accorpamento delle municipalità sotto i 1000 abitanti previsto dal decreto ( nella forma delle "Unioni municipali" tra Comuni confinanti )  ora sembra, invece, preludere alla loro soppressione. Verrebbero eliminati Giunta e Consiglio comunale, e fasce consistenti di territorio passerebbero sotto l'amministrazione di "Sindaci-Podestà", privi di qualsiasi legittimazione  popolare.
 
Un Comune non  è un Consiglio d' Amministrazione, che si piega all'egemonia dell' amministratore delegato".

D. Sindaco Dionisi, cosa risponde alle tesi del Governo sui forti risparmi per i bilanci pubblici che deriverebbero  appunto dalla soppressione dei piccoli Comuni? 

R. Che c'è davvero poco da risparmiare in queste piccole municipalità, tra molte delle quali già da anni esiston convenzioni per la messa in comune di più organi ( segretario comunale e ufficio tecnico, ad esempio) e la gestione di vari servizi pubblici ( nettezza urbana,  polizia municipale, servizi di accompagnamento dei bambini a scuola, come abbiamo fra Canterano e Rocca Canterano,  ecc…): gestione che, volendo, si potrebbe anche rendere obbligatoria.

D. E a proposito della sforbiciata ai compensi dei politici  locali?

R.  E' ridicolo  parlare di 6 milioni di euro annui che sarebbero risparmiati tagliando indennità d'am- ministrazione e compensi vari:  in Comuni come il mio, un consigliere comunale prende 14 euro a seduta, per due –tre volte all'anno.

D. Che altre iniziative avete in programma?

R. Un "Tavolo della speranza", come  coordinamento permanente  tra sindaci della Provincia e prefetto di Roma Pecoraro: che tornerà a riunirsi il 1 settembre.

Sul tema è intervenuta anche Giustina Ratto, responsabile dei Circoli "Liberal" di Roma Capitale e della Provincia, e membro della Fondazione Belisario: rilevando che " una soppressione come questa prevista dal Governo significherebbe ridurre davvero la democrazia , colpendo quel tessuto di autonomie locali e democrazia attiva e partecipativa previsto, in modo molto preciso, sin dai Padri Costituenti. Oltre a confermare  ancor più l'allineamento vessatorio del Governo  con una certa politica italiana ormai sempre più distante dalla vita quotidiana dei cittadini".




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 19/10/2019 07:37:20

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Politica Italiana

Autore: Primo Mastrantoni
Data: 27/09/2019 06:32:04
Roma, i rifiuti, la Raggi e Alice nel Paese delle Meraviglie

La sindaca deve vivere nel mondo fantastico di Alice, perché non riesce a capire il diniego a ricevere i rifiuti prodotti nella città che governa.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Politica
Data: 24/09/2019 06:50:52
Luigi Marattin: Per la prossima manovra no deficit e taglio cuneo solo sui lavoratori'

Luigi Marattin, deputato di Italia Viva ex-consigliere economico di Palazzo Chigi a 24Mattino di Simone Spetia e Maria Latella su Radio 24...

Leggi l'articolo

Autore: Lucaa del Negro - Redazione Politica
Data: 20/09/2019 06:52:34
L'analisi (pseudo)politica che ti aspettavi ma che fai fatica a comprendere

Comunisti, fascisti, Democristiani, Zoroastrani, Juventini... vanno tutti bene (e male) ma politica... niente. “I valori dell'Europa Cattolica!” si sente risuonare dagli studi e dai palchi: Lutero? Non pervenuto.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Politica
Data: 18/09/2019 06:59:32
Francesco Boccia: 'Non capisco la scissione di Renzi'

"Non capisco il senso di questa scissione. Non so se il gruppo di Renzi nasce per una questione di bilanciamento di poteri"...

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -