Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Catastrofi Naturali  
Protezione Civile: chi l’ha vista?

Protezione Civile: chi l’ha vista?
Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 20/09/2011

 

Vorrei fare con coi un piccolo esperimento. Se scrivo il nome Franco Gabrielli, a chi pensate? Provate... Nulla? Immaginabile. Eppure, il Dott. Gabrielli ha un curriculum di tutto rispetto.

 

Una Laurea in Giusrisprudenza. Nel 1996 passa dalla Digos di Firenze al dipartimento centrale di protezione della polizia criminale. Diventa capo della Digos direzione centrale di Roma nel 2001, diventandone dirigente nel 2003.

 

Nel 2005, viene nominato capo del Servizio Centrale Antiterrorismo, e per un anno, dal 2007 al 2007, ha diretto il SISDE, ora AISI, servizi di informazione e protezione.

 

Con il terremoto in Abruzzo del 6 Aprile 2009, viene nominato Prefetto dell'Aquila ed è stato Vice Commissario Vicario dell'Emergenza Abruzzo, al fianco del Commissario Guido Bertolaso.

 

Non vi dice ancora nulla? Ok, la notizia è questa: Franco Gabrielli, dopo una carriera esaltante fra istituzioni di polizia e servizi di informazione e protezione, dal 13 Novembre 2010 è divenuto il Capo del Dipartimento della Protezione Civile al posto di Guido Bertolaso.  Cambio di mano per "pensionamento" dell'ex dirigente di cui tutti abbiamo ancora chiari ricordi.

 

Eravamo abituati agli show da grande protagonista del Guido nazionale. Un personaggio che – specialmente negli ultimi anni – aveva assunto un ruolo di spicco nel tessuto istituzionale italiano. Non più solo capo del dipartimento della protezione civile, ma uomo di fiducia del premier Silvio Berlusconi, faccendiere di promo grado ed astuto calcolatore non solo per ciò che riguardava eventuali guadagni supplementari ottenuti "grazie" alle tante deroghe alle normative in atto, ma anche per aver facilitato ed in alcuni casi sostenuto, anche affari diversi da quelli prettamente inerenti il suo ruolo.

 

La protezione civile di Bertolaso, ha dato da fare alle cronache nazionali ed ai Tg per anni. Ogni giorno le gesta, le frasi spesso ciniche ed i fatti scaturiti da un uomo con un potere ormai quasi illimitato, hanno riempito pagine e servizi televisivi.

 

Per giungere alla – quasi – conclusione di una investitura a Ministro, affettuosamente proposta da Berlusconi durante un congresso di Partito.

 

Bertolaso lascia la mano, nel pieno delle sue poliedriche attività, e non certo per limiti d'età raggiunti. No, lascia perchè preso nel cappio di alcune inchieste che lo vedono protagonista o in qualche modo coinvolto. Si parla di appalti facili, legati al post sisma in Abruzzo ma anche al tristemente famoso G8 che ha rovinato una Regione come la Sardegna, dopo che si è deciso in forte ritardo di farlo in Abruzzo, e dopo aver appozzato a piene mani dalle casse del Tesoro per progetti che poco avevano a che vedere con i principi fondamentali della stessa Protezione Civile.

 

Bertolaso. Più personaggio che persona. Più faccendiere che uomo del fare. Calcolatore. Cinico. Spesso sprezzante di tutto e tutti. Tranne che del senso del potere di cui si era invaghito e di cui lo avevano ampiamente investito gli attuali componenti dell'attuale governo.

 

Il gioco ed i giochi sono durati per anni. Ma ogni gioco – è risaputo – prima o poi deve finire. Ed anche il gioco del potere ad un uomo portato più a calcolare gli effetti delle proprie capacità di negoziazione che  gli effetti di eventuali disastri ambientali, è finito nel momento in cui troppe inchieste contemporaneamente lo hanno visto, protagonista ancora una volta, ma non dalla parte giusta.

 

Chiuso il sipario ed anche i siparietti. Come quelli che parlavano di escort e centri benessere, che a quanto pare tanto erano necessari a "distendersi" dopo tanto lavoro.
 

Chiusi i lacci della borsa: niente più scoribande nelle casse del Tesoro, non più per portare salvezza all'umanità o mettere in sicurezza territori nostrani, bensì per abellire siti che ospitavano congressi ed incontri internazionali o anche, per procurare mille lussuosi comfort ai partecipanti al G8 più triste e pesante della storia italiana: quello dell'Aquila. Mentre i capi di governo internazionali aloggiavano in lussuose suites approntate alla bisogna, a pochi metri i terremotati giacevano in tende che poco avevano di umano, di umanità e di decenza.

 

Chiuso. Bertolaso sceglie strategicamente di ritirarsi "in pensione". E sulla Protezione Civile cala silenzio ed oscurità.

 

Col nuovo dirigente, Franco Gabrielli, la Protezione Civile sembra essere nuovamente calata nel suo ruolo: quello di controllo del territorio e missioni di superamento delle crticità in aree – nazionali ed estere – colpite da una qualche calamità.

 

In queste ore, si è sentito nuovamente – e si è visto in televisione – di Guido Bertolaso. Barba incolta ed abbronzatura da record. Intervistato perchè in questi giorni si tengono le prime udienze relative agli appalti facili e persino ad eventuali incastri fra Bertolaso e l'ormai onnipresente Tarantini.

 

Non possiamo dire ora cosa accadrà e come ne uscirà, l'ex dirigente di un Dipartimento che per anni è stato in bilico fra la salvezza nazionale e gli onori di certe cronache.

 

Forse è più normale che in molti non si conosca il nome del nuovo capo della Protezione Civile.

 

Forse è più decente che essa operi. Punto. E lo faccia con l'intento e la determinazione di chi sa di lavorare per il bene comune. E non per il proprio.

 

Per una volta, non parlare di qualcosa o qualcuno, può essere un bene e non un danno. Vedremo se invece di calcolare aberranti "business plan" sui morti a venire "grazie" ad eventi sismici e non, la Protezione Civile al comando di Gabrielli, diverrà più umana e meno cinica. Vedremo...




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 05/08/2020 02:46:44

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Catastrofi Naturali

Autore: Redazione Attualita'
Data: 31/10/2017
Scuole e terremoto -  Save the Children: 4,5 milioni di studenti vivono in aree ad alto pericolo sis

L’Organizzazione lancia una petizione per mettere in sicurezza gli istituti scolastici nelle zone più a rischio

Leggi l'articolo

Autore: Emanuele La Fonte - Redazione Attualita'
Data: 17/08/2015
Meteo: arriva il ciclone Troy. Temperature in ribasso

Stanchi di soppoprtare il caldo tropicale? Tranquilli: il Meteo.it assicura che è in arrivo un peggioramento delle condizioni climatiche e questo a causa di Troy, il ciclone in arrivo sull'Italia e che porrà fine alle temperature calde e afose che hanno caratterizzato l'Estate 2015.

Leggi l'articolo

Autore: Angela Urso - Redazione Cronaca
Data: 14/08/2015
Summer Storm: arriva la burrasca su tutta l'Italia. Crollano le temperature

Summer Storm porterà un crollo delle temperature massime che arriveranno a 22° su buona parte della penisola. 

Leggi l'articolo

Autore: Max Murro - Redazione Attualita'
Data: 16/07/2015
Tornado in Veneto e altri strani eventi: dietro le quinte lobby come il Bilderberg

“È palese che ci sia qualcuno che orienti le cose, sia dal punto di vista economico, che climatico, che di gestione del pianeta. È tutto molto strano: in Veneto non avevo mai visto fenomeni di questo tipo. Ai tropici o negli Usa, sì; ma qui no. Può essere il cambiamento climatico; ma può essere sicuramente che qualcuno metta qualcosa apposta nell'aria...”

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -