Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Cronaca  
Caos a Roma per l'apertura del nuovo centro Trony. E la crisi...?

Caos a Roma per l'apertura del nuovo centro Trony. E la crisi...?
Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 27/10/2011

 

 
E' paradossale. La crisi minaccia ogni nostro minimo movimento. Le tasse e le imposte lievitano. Le fasce medio basse – a quanto si dice – si avvicinano sempre più sull'orlo della nuova povertà e cosa accade? Che si aptrano le porte di un nuovo centro commerciale di articoli elettronici e si verifica un qualcosa di assolutamente bizzarro, visti – appunto – i tempi che corriamo.

 

Il fatto: apre a Roma Nord un nuovo Centro Trony. E' una catena di negozi specializzata in articoli elettronici di varo genere che vanno dalla telefonia cellulare ai televisori. I prezzi? Nella media. Per alcuni articoli civetta si possono risparmiare un pò di euro.

 

Cosa è accaduto? E' successo che migliaia di persone in fila in attesa dell'apertura del nuovo centro commerciale abbiano addirittura sfondato una vetrina. Molti addirittura, per non perdersi l'evento dell'apertura, ha dormito nei sacchi a pelo per garantirsi la priorità di ingresso. Di buon mattino poi, il traffico in zona e nelle vie conoslari è andato letteralmente in tilt: migliaia di automobilisti in palese crisi di astinenza da acquisto hanno procurato enorme confusione del traffico locale e non solo: sembra che addirittura le 28 linee di autobus che transitano in zona abbiano subito forti ritardi sulla tabella di marcia.

 

Ma è all'apertura delle porte che è avvenuto il finimondo. La calca spaventosa di gente che si è affollata agli ingressi: è stato calcolato che gli avventori erano circa 8.000. Calci, spintoni, una porta a vetri rotta. Nemmeno regaalssero la spesa alimentare per un intyero anno.

 

No: la calca spaventosa che ha costretto l'impiego di 250 vigili urbani e diverse unità del corpo di Polizia, non è li per avere gratis qualcosa. E' lì per acquistare l'ultimo modello di Iphone o, nella migliore delle ipotesi, l'offerta più ambita: una tv digitale a 99 euro.  Il prezzo civetta. Quello per cui in migliaia ci si prende a pugni e calci pur di accaparrarsi "l'offerta delle offerte".

 

Ma chi sono le persone protagoniste di questa manifestazione pura di consumismo estremo? Giovani, molti. Erxtracomunitari, molti. In particolare cinesi e indiani. I nuovi ricchi Italiani…

 

Eventi come questi devono portare tutti noi a ruflettere: come si può in tempi come questi mandare in tilt una parte della capitale per garabtirsi l'accesso per primi in un nuovo centro commerciale? Come si può far questo mentre contemporaneamente gli stessi clienti che stamane hanno creato il caos per acquistare l'ultimo gioiellino della tecnologia si lamentano delle condizioni di "assoluta disgrazia economica" in cui si ritrovano per colpa del debito pubblico e della crisi internazionale?

 

Come ci si può aspettare poi che chi governa prenda in seria considerazione le richieste di equità e sostegno se è la stessa società civile a palesare una condizione economica che non è certamente quella di chi fatica a mettere insieme il pranzo con la cena?

 

Ovviamente, ciò che è accaduto a Roma non è lo specchio delle situazioni economiche di tutte lel famiglie italiane. Ma c'è da interrogarsi sul perchè si compiano certi avvenimentio che molto stridono con il rigore cui tutti siamo chiamati a partecipare a livello nazionale.

 

Ora, dopo questo ennesimo evento – altre volte in occasione di apertura di nuovi centri commerciali il copione è stato simile – che mostra una faccia diversa dell'Italia che si indigna e protesta mentre poi corre a comprare il comprabile, come volete che chi è chiamato oggi a fare i nostri eventuali interessi possa prendere per buono il fatto che tutti e non solo alcuni, necessitiamo di essere confortati che nessuan altra mannaia calerà sulle teste e le tasche di ognuno di noi?

 

Credo di poter dire che siamo giunti ad una fase sociale effettivamente da ripensare. La Massa prende come esmepio la dirigenza del Paese. E se la dirigenza del Paese in primis non insegna il rigore facendosi degno rappresentante di scelte sagge e condivisibili, ecco che tutti noi siamo messi nella posizione di poter fare qualsiasi cosa. Anche errori e bizzarrie.

 

Il Codacons, onnipresente organizzazione a tutela dei consumatori, ha comunque aperto una richiesta di risarcimento danni per tutti i cittadiniche hanno subito pesantissimi ritardi

Nel raggiungere il posto di lavoro o la scuola per i più giovani. Ed anche, un risarcimento di 100 euro a testa per tutti i clienti che hanno dovuto aspettare ore per poter giungere all'interno dello store.

 

Grande pubblicità per Trony. Cattiva per una parte di romani.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 30/05/2020 13:53:12

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cronaca

Autore: La Redazione
Data: 15/05/2020
E' morto il Maestro Ezio Bosso, aveva 48 anni

Restiamo senza parole per la morte del Maestro Ezio Bosso, esempio di cultura, genialità, capacità artistica ma anche grande cuore, onestà intellettuale e sensibilità umana.

Leggi l'articolo

Autore: Valerio L'Abbate - Redazione Economia
Data: 13/05/2020
Agricoltura: pronti i fondi per rilanciare il settore apistico

In Italia ci sono circa 56.000 apicoltori, con 1,5 milioni di alveari e una produzione annua pari a 23.000 tonnellate concentrate per lo più nelle regioni del Nord, che ci collocano al quarto posto tra i Paesi Ue.

Leggi l'articolo

Autore: Sergio Ragaini - Rubrica LiberaMente
Data: 08/05/2020
Fasi lunari, curve dei contagi e bufale...

Si era generata tanta aspettativa sull’agognata “Fase 2”. molti si aspettavano davvero una libertà di circolazione...

Leggi l'articolo

Autore: Angela Frazzetta - Redazione Cronaca
Data: 04/05/2020
Roma: una donna da fuoco sul balcone al corpo senza vita di un 59enne

Sono stati i vicini ad allertare le forze dell’ordine, quando dalle loro finestre hanno visto l’incendio sul balcone: era il corpo dello sloveno, dato alle fiamme.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -