Sei nella sezione Cultura   -> Categoria:  Eventi  
Intervista a Massimo Canu, Direttore dell'agenzia capitolina sulle tossicodipendenze

Intervista a Massimo Canu, Direttore dell'agenzia capitolina sulle tossicodipendenze
Autore: Fabrizio Federici - Redazione Cultura
Data: 30/10/2011

 
La  recente presentazione, presso la sala Gonzaga del Comando della Polizia di Roma Capitale , della  "Relazione annuale sullo stato delle tossicodipendenze nei Servizi erogati dall'Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze " per il  2010 ci dà  l' occasione per discutere a fondo di  questi temi con Massimo Canu, Direttore dell' Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze. Laureato in Psicologia ad indirizzo clinico e di comunità, specialista in Psicoterapia Familiare e Sistemico-Relazionale, Canu è docente a contratto presso la facoltà di Psicologia 1 della "Sapienza", e sta cercando d' orientare maggiormente  il lavoro dell' Agenzia verso la prevenzione "primaria" delle tossicodipendenze.

D. Direttore,  quale situazione fotografa questa vostra Relazione per il 2010? Cos' è cambiato nel panorama delle tossicodipendenze a Roma?

R. Nel 2010 i servizi dell' A.C.T. han registrato complessivamente 2041 utenti e 2358 contatti ( cioè le molteplici registrazioni che i diversi servizi  effettuano per ogni utente).L' 87,3% degli utenti usufruisce dei "Servizi a bassa soglia",  destinati proprio a  chi, per vari motivi, non è  in grado d'intraprendere percorsi di disintossicazione, e quindi vòlti a realizzare essenziali obiettivi di partenza come salvaguardia  della salute, riduzione del fenomeno dell'overdose e soddisfacimento dei bisogni primari della persona. Solo il 12,7% usufruisce dei "Servizi ad alta soglia", cioè sta facendo attualmente un percorso di cura e riabilitazione. L'86% circa degli utenti appartiene al sesso maschile, il 14% circa a quello femminile, e ci sono anche 2 transessuali. Quasi la metà degli utenti ha avuto il primo contatto con la droga in un'età compresa fra 16 e 20 anni, e ben il 24% addirittura tra gli 11 e i 15 anni.

D. Dati preoccupanti, questi ultimi, purtroppo in linea con la letteratura scientifica del settore. E per quanto riguarda i tipi di sostanze stupefacenti?
R. Nel 2010 i servizi stanziali dell' A.C.T. han rilevato una percentuale di cocainomani identica a quella del 2009 ( 27,8%), mentre quella degli eroinomani accolti è leggermente cresciuta ( 50,8%).Gli utenti rivoltisi alle due linee telefoniche, invece, hanno parlato soprattutto della dipendenza da cocaina. Altro fenomeno preoccupante è il maggior diffondersi di droghe basate su sostanze liberamente acquistabili, che il drogato poi "assembla" ricavandone appunto degli stupefacenti. Mentre , tornando all'età del primo contatto con le droghe, altrettanto preoccupante è la cresciuta  percentuale di utenti che l'hanno avuto in tarda età, sui 60 anni ( rispetto ai 52 anni del 2009).  

D. Di questa Relazione, il Presidente dell' Agenzia, Luigi Maccaro, ha detto che i dati che ne emergono " indicano, in particolare,  l'importanza d' incrementare interventi di prevenzione, capaci di intercettare, prima possibile, il disagio degli adolescenti; oltre a proseguire nell' allargamento della rete di soggetti che, consapevolmente, collaborano negli interventi di lotta alla droga». Condivide quest' analisi?

R. Certo: direi anzi che il nostro obbiettivo, coerentemente con gli indirizzi dell' assessore alla Famiglia, all'Educazione e ai Giovani, De Palo, e del Consiglio d'Amministrazione della stessa A.C.T., dev'essere sempre più il miglioramento  della qualità della vita. I programmi di prevenzione, cura e reinserimento sociale  dei tossicodipendenti, attraverso una metodologia olistica, devono porre al centro la persona:  con l'obbiettivo futuro di evitare proprio il primo contatto del cittadino con la droga.

D. Ok: ma, in concreto, come sta proseguendo l'attuazione delle linee programmatiche dell' Agenzia proposte a dicembre 2009 dal Consiglio Comunale?

R. Recentemente abbiamo proposto due bandi per il reclutamento di nuovo personale, appunto per potenziare i servizi offerti dall' Agenzia: queste nuove professionalità, che saranno operative da aprile prossimo,  si dedicheranno in pieno non solo alla tossicodipendenza attiva, ma anche alla cura dei tossicodipendenti e al loro reinserimento anche lavorativo. Ma lo strumento principe di tutta la nostra attività, ripeto,  dev'essere la prevenzione primaria. Per questo, da un lato stiamo potenziando i servizi " A bassa soglia" ( 6 centri diurni, 3  notturni, e 2 comunità di pronta accoglienza). Dall'altro,  stiamo curando il migliore raccordo di questi servizi con quelli "Ad alta soglia" ( attualmente 2: Comunità di riabilitazione residenziale e Centro residenziale di reinserimento ), appunto per incoraggiare il percorso di disintossicazione dell'utente e il raggiungimento del suo  benessere. Una struttura importante che abbiamo creato recentemente, ad esempio,  è un casale , con un ettaro di terreno circostante dove gli utenti in corso di riabilitazione possono dedicarsi  ad attività sportive e ricreative. Ma vogliamo giungere a creare a Roma, col tempo, una vera comunità giovanile in senso lato: che ai giovani  non solo offra servizi alternativi  alla strada, ma proponga stili di vita  più sani e costrutttivi di quelli prevalsi sinora.   
D. E  di quali nuovi strumenti operativi si è dotata l' A.C.T. anzitutto per raccogliere dati aggiornati?

R. Nel 2009 abbiamo realizzato un Sistema per il monitoraggio delle dipendenze chiamato "GIANO" , Gestione Integrata, Analisi e Orientamento. Questo software consente, da un lato, d'uniformare il sistema di raccolta dei dati, per una miglior comprensione dei fenomeni di dipendenza; e dall'altro, di centralizzare e condividere il percorso di ogni utente all'interno del sistema dei servizi, garantendo sia la coerenza degli interventi riabilitativi che i necessari livelli di tutela dei dati.  



Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 07/12/2021 00:38:27

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Eventi

Autore: Lara Facco - Redazione Cultura
Data: 22/05/2020
Fondazione Arnaldo Pomodoro e Studio MARCONI ‘65

Più di un mese fa la Fondazione Arnaldo Pomodoro e lo Studio MARCONI ’65 hanno lanciato una campagna di raccolta fondi a favore dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri - IRCCS

Leggi l'articolo

Autore: Gabriella Gnetti - Redazione Cultura
Data: 21/05/2020
#laculturaincasaKIDS: attività e appuntamenti digital per bambini e ragazzi

...Nella serie di video per ogni età Gli abitanti del Museo dei Fori Imperiali si raccontano! i protagonisti sono i capolavori della collezione, che si animano raccontando la propria storia.

Leggi l'articolo

Autore: Gabriella Gnetti - Redazione Cultura
Data: 16/05/2020
#laculturaincasa: gli appuntamenti digital del fine settimana dal 15 al 17 maggio

Roma Capitale della cultura prosegue le attività su web e social con il programma #laculturaincasa. Sono tanti gli appuntamenti, gli approfondimenti e i video messi a disposizione online per tutti...

Leggi l'articolo

Autore: Gabriella Gnetti - Redazione Cultura
Data: 09/05/2020
#laculturaincasa: gli appuntamenti digital fino al 10 maggio

Roma Capitale della cultura, aderendo alla campagna #iorestoacasa, prosegue le attività su web e social con il programma #laculturaincasa. 

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -