Sei nella sezione Economia   -> Categoria:  Fisco e Tasse  
Equitalia: chi paga  il procurato stress ai contribuenti?

Equitalia: chi paga il procurato stress ai contribuenti?
Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 02/01/2012

 

 
Gli ultimi attentati dinamitardi contro Equitalia il giorno di Capodanno. Le sedi di Foggia e Modena nel mirino. Di chi? Anarchici insurrezionalisti. Dicono le istituzioni. Ma il dubbio che gli Anarchici non c'entrino un tubo, rimane nei sospetti di molti cittadini italiani.

 

Equitalia s.p.a. con le sue decine di distaccate territoriali, impresa di Stato per il recupero dei crediti, è l'unica impresa italiana ad avere quasi diritto di vita o di morte sui contribuenti.

 

Basta non pagare una multa o una cartella della nettezza urbana e zac! Il contribuente può trovarsi la vita rovinata da un susseguirsi di vessazioni senza pari. Si parte con interessi da usura. Si arriva a perdere la casa di prorietà per importi irrisori. C'è gente che si è suicidata. Invalidi col fermo amministrativo, perchè nessuno ha mai pensato che per certe fasce di contribuenti bisognerebbe pensare a normative diversificate.

 

Io stessa ho proposto più volte ad alcuni personaggi del mondo della politica di presentare normative a sostegno dei disabili: nessuno ha mai preso in seria considerazione la cosa.

 

Di Equitalia c'è chi vive. E chi muore. E nessuno fa davvero qualcosa per impedire che la strage di cittadini ormai in atto da anni continui a danneggiare la qualità della vita, le priorità ed anche la percezione di allerta continuo che ormai fa parte della genetica italiana.

 

Basta ormai ricevere una cartella da Equitalia per perdere il sonno. Magari hai già pagato. Ma come sappiamo, spesso persino chi aveva pagato ha perso tutto ciò che aveva. Aberrante, illimitatamente vessatorio. Entri in un gioco al massacro dove sai che vince sempre e comunuqe il Banco. E non puoi nemmeno scegliere se giocare o meno. E' così. E basta.

 

Ultimamente, qualcuno sta cercando di smuovere un pò le acque. C'è chi sta proponendo persino di cancellare Equitalia. A me personalmente, sembra una barzelletta. Vi pare che lo Astato Italiano, creatore dell'agenzia di recupero di proprietà quasi alla pari di Agenzia delle Entrate ed INPS possa davvero prendere in considerazione la cancellazione del mostro che ha creato ed a cui ha dato poteri enormi?

 

Sta di fatto, che ogni contribuente a mio parre, dovrebbe chiedere i danni psicologici ed organici, derivanti dalle vessazioni subite. Se non conosci i tuoi diritti non puoi proteggerti. Ed i tuoi Diritti non te li spiega quasi mai nessuno.

 

Vi faccio un esempio su cosa si produce ai danni dei cittadini a loro insaputa.

 

Il tetto attraverso il quale Equitalia poteva iscrivere ipoteca su un immobile era di 8.000 euro. "Era". Perchè nel DL 2/2009 "Decreto Anticrisi" all'art. 32 comma 7/a è possibile leggere che questo tetto viene abbassato a 5.000 euro. Decreto anticrisi? Contro la crisi di chi? Non certo dei cittadini.

 

Alcuni hanno denunciato Equitalia, riuscendo persino a farsi riconoscere un indennizzo per i danni subiti. Ma è poca roba. Fondamentalmente, l'italiano medio non conosce le normative, non sa cosa deve fare, non sa da chi deve andare, non sa come proteggersi e nel caso in cui abbia già pagato il denaro che gli viene fraudolentemente richiesto per la seconda se non addirittura per la terza volta, non ha la più pallida idea di come dimostrarlo.

 

Il giochetto è semplice. In primo luogo, quanti contribuenti conservano con religiosa attenzione le ricevute di tutte le multe, tasse ed imposte pagate negli anni? Pochi. Inoltre, la poca chiarezza che aleggia intorno al come/perchè/quando pagare non fa altro che alimentare confusione e disastri.

 

Mi chiedo come sia possibile, in una nazione cosidetta "civile" che il primo incubo di un cittadino sia lo Stato che quotidianamente viene foraggiato dai contributi di ognuno? Se il tuo peggior nemico è un'entità che stai pagando col sangue, c'è tutto che non va.

 

Milioni di persone, subiscono i difetti di un sistema palesemente contro il benessere dei propri componenti. Chi paga il procurato stress ai contribuenti? Chi si scusa per aver alimentato il malessere di massa? Chi ci ridarà le vite perse in troppi suicidi di Stato?

 

Nessuno, se nessuno denuncerà mai in massa la violenta azione vessatoria dello Stato italiano attraverso Equitalia s.p.a.

 

Ognuno di noi dovrebbe sentire il Dovere ed il Diritto di proteggere se stesso ed i suoi simili. Non è certamente con le lettere dinamitarde che si cambia il sistema, semmai con azioni di gruppo, coese e decise.

 

Se anche tu che stai leggendo in questo momento queste parole ti senti vittima di questo sistema, parlane con altri, alimenta il Diritto degli Italiani a non dover subire vessazioni e stress da parte dello Stato Italiano. Almeno, provaci.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 27/02/2021 13:48:55

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Fisco e Tasse

Autore: Emilia Urso Anfuso - Redazione Economia
Data: 15/05/2020
Bonus vacanze 2020: tutte le informazioni utili

Un dato interessante: le perdite economiche subite dal settore ricettivo ammontano a circa 81 milioni di euro.

Leggi l'articolo

Autore: Chiara Vicario - Redazione Economia
Data: 13/05/2020
Decreto rilancio: rinviata la lotteria degli scontrini

 

La partenza della lotteria degli scontrini, prevista dal 1° luglio 2020, slitterà al 1° gennaio 2021: è quanto si legge nell’ultima bozza del Decreto Rilancio 
Leggi l'articolo

Autore: Andrea Pascale - Redazione Economia
Data: 15/02/2020
Scongiurato l'aumento IVA per bar e ristoranti

Il Presidente di Fipe, Lino Enrico Stoppani: "Ci auguriamo che questa posizione sia mantenuta non tanto per porre fine alle speculazioni e alle voci che ciclicamente ritornano"...

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Economia
Data: 23/01/2020
Il Vademecum del contribuente 2020 presentato da Unione Fiduciaria

Chi vuole orientarsi nel mondo dei tributi senza perdere le più recenti norme introdotte dall’ultima Legge Finanziaria, deve avere con sé il volume “Vademecum del Contribuente 2020” 

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -