Sei nella sezione Economia   -> Categoria:  Fisco e Tasse  
Ministeri: quello del lavoro ci costa più di tutti…

Ministeri: quello del lavoro ci costa più di tutti…
Autore: Emanuele La Fonte - Redazione Economia
Data: 11/06/2012

A quanto pare, la crisi economica va sempre a due marce se non addirittura a tre. In piena fase discendente, il nostro Paese spicca in un altro di quegli elementi per cui faremmo tutti davvero a meno di essere ai primi posti: la spesa pubblica.

Ogni anno, spendiamo circa 800 miliardi per il sostentamento del mondo politico, dei ministeri e di tutto ciò che fa Istituzione. E se in Francia – ad esempio – i Parlamentari "pesano" ogni giorno circa 2,5 euro a cittadino, in Italia c'è da rabbrividire: 27,50 euro è la cifra netta che ci tocca sborsare sul nostro territorio per ogni singolo parlamentare.

Ma ecco che, dopo le "lacrime e sangue", dopo il flusso inarrestabile di nuove tasse e troppi tagli ai danni della società civile, ora tocca anche ai Ministeri, che – conti alla mano – pesano economicamente l'assurda cifra di 1 miliardo di euro al giorno. Al giorno!

E' bene anzi sapere, che il Ministero che ci sosta di più è quello presieduto attualmente da Elsa Fornero, con il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali che, ogni anno mette in conto spese, circa 100 miliardi di euro. Per creare poi,  il dissesto sociale cui tutti stiamo assistendo. Non male, davvero…

Di seguito, Ministero per Ministero, quanto ci costano:

Ministero del Lavoro. La spesa è pari a 100 miliardi, di cui 98 in politica sociale, con 300 milioni che vanno al funzionamento degli uffici territoriali.

Ministero dell'Istruzione. Una spesa complessiva che ammonta a 44 miliardi, di cui 444 milioni all'università e 40 miliardi all'istruzione scolastica.

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. La spesa del dicastero ammonta a 7,5 miliardi, di cui la voce di spesa più consistente 85,5 miliardi) è rappresentata dagli investimenti e dagli interventi.

Ministero della Difesa. Spesa complessiva di 19 miliardi, di cui 17 servono per il suo funzionamento.

Ministero dello Sviluppo. Costa 7 miliardi, di cui 6,6 sono in conto capitale.

Ministero dell'Economia. Il dicastero ha ricevuto ben 79 miliardi, tra le cui voci di spesa compaiono Inps (4,3 miliardi), Ferrovie, Enav e Anas (1,8 miliardi) e Guardia di Finanza (1,4 miliardi).

Ministero della Giustizia. Ogni anno vengono spesi 7 miliardi, di cui ben 3,2 servono per il funzionamento dei Tribunali e solo 848 milioni per le tante odiate intercettazioni.

Ministero degli Esteri. Il ministero spende 1,7 miliardi, con 579 milioni spesi per il funzionamento delle sedi estere e 461 per il contributo a organismi internazionali.

Ministero dell'Interno. Spesi 11 miliardi, di cui 200 milioni per i servizi di accoglienza agli stranieri, 54 milioni alla protezione dei collaboratori di giustizia e 486 milioni per il funzionamento delle Prefetture.
 
Si riuscirà, attraverso la spending review, a limare per bene questi costi e finalmente fare cassa non più e non sempre sul sangue dei cittadini?...



Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 27/09/2022 20:27:25

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Fisco e Tasse

Autore: Emilia Urso Anfuso - Redazione Economia
Data: 15/05/2020
Bonus vacanze 2020: tutte le informazioni utili

Un dato interessante: le perdite economiche subite dal settore ricettivo ammontano a circa 81 milioni di euro.

Leggi l'articolo

Autore: Chiara Vicario - Redazione Economia
Data: 13/05/2020
Decreto rilancio: rinviata la lotteria degli scontrini

 

La partenza della lotteria degli scontrini, prevista dal 1° luglio 2020, slitterà al 1° gennaio 2021: è quanto si legge nell’ultima bozza del Decreto Rilancio 
Leggi l'articolo

Autore: Andrea Pascale - Redazione Economia
Data: 15/02/2020
Scongiurato l'aumento IVA per bar e ristoranti

Il Presidente di Fipe, Lino Enrico Stoppani: "Ci auguriamo che questa posizione sia mantenuta non tanto per porre fine alle speculazioni e alle voci che ciclicamente ritornano"...

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Economia
Data: 23/01/2020
Il Vademecum del contribuente 2020 presentato da Unione Fiduciaria

Chi vuole orientarsi nel mondo dei tributi senza perdere le più recenti norme introdotte dall’ultima Legge Finanziaria, deve avere con sé il volume “Vademecum del Contribuente 2020” 

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -