Sei nella sezione Economia   -> Categoria:  Fisco e Tasse  
'Hanno rubato l'ICI riscossa' In carcere AD ed altri 4 di Tributi Italia

'Hanno rubato l'ICI riscossa' In carcere AD ed altri 4 di Tributi Italia
Autore: Redazione Economia
Data: 03/10/2012

 
 
Riscuotevano l'Ici per conto dei comuni ma non versavano i fondi. Cento milioni di euro è il danno accertato dalla guardia di finanza di Genova a carico di 400 comuni italiani, che avevano affidato a Tributi Italia Spa la riscossione delle proprie entrate. Cinque arresti tra cui il numero uno della società, Giuseppe Saggese.

Gravissime irregolarità gestionali sono state riscontrate in capo alla società indagata, azienda che esercitava la propria attività a livello nazionale occupandosi della riscossione di tributi locali (Ici, Tosap) e altre entrate. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, la società, che ha la sede operativa a Chiavari, in provincia di Genova, una volta introitate le somme provenienti dalla riscossione tributaria, anziché versarle agli enti a cui spettavano, al netto dell'aggio di sua competenza, le tratteneva sui propri conti correnti, appropriandosene indebitamente.

I fondi, poi, attraverso rapporti, privi di effettive ragioni economiche con altre società riconducibili all'amministratore di fatto dell'impresa di riscossione, vero artefice di tutta l'operatività aziendale, venivano distratte a beneficio di quest'ultimo. Operazioni con "imprese collegate", spesso documentate come consulenze o piani di riorganizzazione aziendale e operazioni societarie di natura straordinaria, come aumenti di capitale e costituzione di nuove società, sono risultate funzionali, anche queste, a distrarre ingenti somme.

Il "dominus" della maxi frode non ha infatti badato a spese, con prelievi giornalieri dai conti della società anche di 10 mila euro in denaro contante, autovetture di lusso, yacht e aerei privati, soggiorni in località prestigiose, feste mondane e concerti.

L'impresa di riscossione, a causa delle numerose denunce presentate da vari comuni vittime delle sottrazioni, che gli avevano anche revocato le concessioni per l'esazione tributaria, è entrata in stato d'insolvenza, venendo conseguentemente dichiarata fallita dal Tribunale di Roma. Molti dei circa 1000 dipendenti della società sono stati licenziati, molti altri sono in cassa integrazione mentre alcuni comuni sono arrivati sull'orlo del disesto finanziario.

Le attività d'indagine hanno consentito di comprovare in modo certo l'avvenuta appropriazione di fondi per un ammontare di circa 20 milioni di euro. I soggetti indagati sono nove, cinque sottoposti alle misure cautelari e altri 4 perseguiti a piede libero. Sono accusati dall'Autorità Giudiziaria chiavarese di peculato e reati fiscali.

Tra le persone finite in manette, il numero uno della società Giuseppe Saggese, vero "dominus" e artefice di tutta l'operatività aziendale. Nell'ambito dell'operazione, sono state eseguite 9 perquisizioni in abitazioni e uffici ubicati in varie località, in particolare in provincia di Genova, nella zona del Tigullio, a Roma e in provincia di Piacenza. I provvedimenti giudiziari sono stati emessi dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Chiavari, Fabrizio Garofalo, su richiesta del procuratore della Repubblica Francesco Cozzi.

L'operazione deriva da articolate e complesse indagini che hanno portato ad accertare gravissime irregolarità gestionali in capo alla società indagata, l'azienda di riscossione Tributi Italia, che esercitava la propria attività a livello nazionale, occupandosi della riscossione di tributi locali (ICI, TOSAP ed altre entrate) per oltre 400 Comuni distribuiti in varie regioni italiane. L'azienda, con sede legale a Roma e sede operativa a Chiavari, una volta introitate le somme provenienti dalla riscossione tributaria, anziché riversarle agli enti a cui spettavano, al netto dell'aggio di sua competenza, le tratteneva sui propri conti correnti, appropriandosene indebitamente.

I fondi, poi, attraverso rapporti privi di effettive ragioni economiche con altre società riconducibili a Saggese, l'amministratore di fatto dell'impresa di riscossione, venivano distratte a beneficio di quest'ultimo. Nel registro degli indagati sono state iscritte complessivamente 9 persone con l'accusa di peculato e reati fiscali.



Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 22/05/2022 03:23:06

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Fisco e Tasse

Autore: Emilia Urso Anfuso - Redazione Economia
Data: 15/05/2020
Bonus vacanze 2020: tutte le informazioni utili

Un dato interessante: le perdite economiche subite dal settore ricettivo ammontano a circa 81 milioni di euro.

Leggi l'articolo

Autore: Chiara Vicario - Redazione Economia
Data: 13/05/2020
Decreto rilancio: rinviata la lotteria degli scontrini

 

La partenza della lotteria degli scontrini, prevista dal 1° luglio 2020, slitterà al 1° gennaio 2021: è quanto si legge nell’ultima bozza del Decreto Rilancio 
Leggi l'articolo

Autore: Andrea Pascale - Redazione Economia
Data: 15/02/2020
Scongiurato l'aumento IVA per bar e ristoranti

Il Presidente di Fipe, Lino Enrico Stoppani: "Ci auguriamo che questa posizione sia mantenuta non tanto per porre fine alle speculazioni e alle voci che ciclicamente ritornano"...

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Economia
Data: 23/01/2020
Il Vademecum del contribuente 2020 presentato da Unione Fiduciaria

Chi vuole orientarsi nel mondo dei tributi senza perdere le più recenti norme introdotte dall’ultima Legge Finanziaria, deve avere con sé il volume “Vademecum del Contribuente 2020” 

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -