Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Attualita  
Benzina: il prezzo cala. Ci avviamo verso le auto a bassa emissione...

Benzina: il prezzo cala. Ci avviamo verso le auto a bassa emissione...
Autore: Salvatore Carlini - Redazione Attualità
Data: 14/12/2012

 

Che la fonte primaria di energia per autotrazione - il petrolio - non sia illimitata, è un dato alla portata di tutti oggi come oggi. Si sa bene che stiamo succhiando praticamente ciò che rimane dell'oro nero esistente sul pianeta.

Che ci piaccia o meno è così. Qualcuno già qualche anno fa, faceva delle stime più o meno dettagliate su questo tema, qui una riflessione con alcuni dati.

Sta di fatto, che attualmente - e nessun TG nazionale ne parla - il prezzo della benzina nelle stazioni di rifornimento è calato drasticamente. Eravamo arrivati questa estate a quota 2 euro al litro in Regioni come la Sicilia che notoriamente paga il carburante per autotrazione più delle altre Regioni, a causa del fatto che, pur essendo il territorio che raffina  fino al 40% del greggio, le compagnie petrolifere sfruttano il fatto che, essendo un'isola, non possa approvigionarsi in altre Regioni, creando così un ambiguo cartello territoriale.

Poi, alla chetichella, e dopo la ventata di risparmio che tutti abbiamo potuto ottenere "grazie" ad alcune promozioni neiu fine settimana ad opera dell'Eni, il prezzo ha cominciato a scendere. Prima poco, per poi arrivare a prezzi che in alcuni casi oggi scendono a 1,62 euro/litro: quasi 30 cent. in meno del picco massimo toccato appunto nella bella stagione.

Appare strano a ben pensarci, questo calo del carburante, considerando che - almeno stando agli andamenti degli ultimi anni - nulla di particolare è accaduto affinché si potesse verificare un abbassamento così importante.

Ma se vogliamo riflettere a fondo, dobbiamo tornare all'inizio e riconsiderare che, allo scarseggiare di petrolio possa corrispondere una inversione di tendenza nel tipo di alimentazione che le auto del prossimo futuro potranno e dovranno utilizzare.

Intanto, ricordo che dal prossimo anno scattano gli incentivi per l'acquisto di auto a bassa emissione, che arriveranno fino a 5.000 euro. E' già un dato che deve farci pensare. Incentivare l'acquisto di una tipologia così innovativa di automobili, significa in qualche modo farci pervenire il messaggio che nel futuro prossimo, si potrà pensare di limitare se non vietare del tutto l'uso di vetture alimentate dal tradizionale carburante.

Una notizia che circola da qualche tempo sul web, parla di una proposta di Legge presentata in Norvegia che vieterebbe l'utilizzo delle auto a petrolio a beneficio di quelle a basse emissioni. Mentre in Irlanda addirittura, si sta pensando di autorizzare la circolazione alle sole auto elettriche già a partire dal 2020.

Ovviamente, sono proposte. Nulla di confermato. Anche se - come sempre - c'è chi si affretta a parlare di "bufala sul web" senza però chiarire per quale motivo una mera proposta debba essere una bufala in considerazione dell'effettiva condizione di scarsità del petrolio.

In ogni caso, sarà bene monitorare la situazione globale legata alla circolazione delle auto ed allo sviluppo del mercato dell'ibrido magari considerando l'acquisto di un modello a bassa emissione in considerazione degli incentivi in arrivo.

Ad ogni modo, come è già avvenuto negli anni con il divieto di circolazione di alcune vetture "datate" e con emissioni troppo alte, questo processo passerà sempre per due fasi. La prima, quella in cui le vetture ogetto di divieto, potranno circolare ma non più essere acquistate. La seconda, quella dell'effettivo divieto di circolazione.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 23/05/2022 11:11:23

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Attualita

Autore: Angela Frazzetta - Redazione Attualita'
Data: 25/05/2020
60.000 assistenti civici volontari per il rispetto del distanziamento sociale

I sindaci italiani arruoleranno 60.000 volontari maggiorenni, a patto che siano siano disoccupati, percettori di reddito di cittadinanza o di ammortizzatori sociali.

Leggi l'articolo

Autore: Sara Preatoni - Redazione Attualita'
Data: 23/05/2020
Fake news: come riconoscerle

Se volessimo individuare un trend che purtroppo sta caratterizzando questi ultimi anni, sicuramente la diffusione delle “fake news” sarebbe uno di questi. Cosa sono le fake news?

Leggi l'articolo

Autore: Editoriale di Daniel Abruzzese
Data: 19/05/2020
La crisi del lowcost: la fine dell'Europa?

Al di là dell’ottimismo sbandierato da Ryanair, che vorrebbe invogliare i clienti a tornare a volare ancora prima della fine dell’estate, l’era dei voli lowcost pare volgere al termine. 

Leggi l'articolo

Autore: Sergio Ragaini - Redazione Attualita'
Data: 18/05/2020
Se non puoi combatterli….

Questa è la vita: andare verso la bellezza, andare verso l’armonia. La vita è contatto, scambio. Non è ritrarsi, non è allontanarsi credo che il vero virus sia proprio questo allontanarsi, questo evitare il contatto e lo scambio, questo impedire le relazioni.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -