Sei nella sezione Economia   -> Categoria:  Fisco e Tasse  
'Il Grande Fratello' ora scruta tutto dei nostri movimenti economici...

'Il Grande Fratello' ora scruta tutto dei nostri movimenti economici...
Autore: Emanuele La Fonte - Redazione Economia
Data: 24/06/2013

 

The Big Brother is watching us: ricordate Orwell e il suo romanzo 1984? Ecco, l'anagrafe tributaria, prevista dal Governo Monti,  realizzerà un pezzetto del "Grande Fratello" in materia fiscale. Dalla sua entrata in vigore infatti, tutti i dati di conti correnti, conti di deposito, titoli, obbligazioni, cassette di sicurezza, uso di carte di credito, rapporti fiduciari potranno essere comunicati da Banche, poste e intermediari finanziari direttamente all'Agenzia delle Entrate.

Ciò che si sa, è che tali dati verranno inviati al Fisco solo dopo essere stati "criptati" per garantire la riservatezza secondo le norme sulla privacy. Concetto non del tutto chiaro e trasparente visto che ciò che viene dichiarato è quasi impossibile da attuare: dalle istituzioni infatti, fanno sapere ad esempio che "nessun essere umano avrà accesso ai nostri dati e movimenti" ma poi dovrebbero spiegarci chi compie le verifiche e come e chi analizza i dati. Il sistema SID - Sistema di Interscambio utilizzato dall'Agenzia delle Entrate, dovrebbe garantire la Privacy, ma ci riserviamo di approfondire l'argomento a breve, con altri articoli che pubblicheremo.
 
Per chi volesse capirne di più, al link seguente trovate la pagina dell'Agenzia delle Entrate che parla del Sistema di Interscambio di dati: Sistema di interscambio
 
Tutto ciò, fa parte di una serie di strategie che il fisco ha realizzato per controllare e ricostruire il reddito di ogni singolo contribuente italiano.

L'obiettivo e quello di andare a scovare "situazioni anomale" nel rapporto tra reddito dichiarato, tenore di vita e movimentazioni di denaro fatte dal singolo cittadino.

Come viene dichiarato in queste ore dagli addetti ai lavori, un grande passo avanti contro la lotta agli evasori che sembra abbano eluso nel tempo cifre per un totale di 545 miliardi che nemmeno la potente arma contro l'evasione, Equitalia,  ha saputo/voluto appianare.

Ogni pagamento con bancomat e carte di credito, prelevamenti di denaro, addebiti sul conto corrente saranno tracciati e qualora il fisco dovesse riscontrare delle anomalie tra quanto incassato e quanto speso, allora potranno partire delle verifiche.

I dati relativi all'anno 2011 oggetto di tali verifiche, verranno inviati all'Agenzia delle Entrate entro il 31 ottobre 2013 mentre quelli relativi al2012 andranno inviati entro il 31 marzo 2014 e in seguito tutti gli operatori finanziari dovranno comunicare ogni anno i dati entro il 20 aprile dell'anno successivo a quello al quale sono riferiti.

Ma non è finita: con un decreto che apparirà oggi sulla Gazzetta Ufficiale, entrerà in vigore da marzo il temutissimo Redditometro, lo strumento con cui il Fisco italiano andrà a caccia di evasori. Definiti quindi tutti i criteri con cui funzionerà il nuovo sistema di verifica della congruità tra ciò che guadagniamo e ciò che spendiamo.

Riportiamo di seguito alcune anticipazioni apparse stamane sul quotidiano IlSole24Ore per capire subito come funzionerà il nuovo Redditometro:

Concetto di base
Il sistema mira a mettere sotto la lente d'ingrandimento tutte le nostre spese per capire se in effetti siano sostenibili in riferimento a quanto abbiamo guadagnato nell'anno di competenza. Un semplice raffronto dunque tra redditi e consumi, e qualora questi ultimi dovessero raggiungere livelli di spesa non compatibili con le nostre entrate scatteranno le verifiche. Per raggiungere questo obiettivo verranno messe al setaccio tutte le spese più significative di ogni famiglia: si andrà dagli alimenti all'abbigliamento, dai mobili agli elettrodomestici, e ancora dai trasporti all'abitazione, passando per l'istruzione e il tempo libero. Insomma una radiografia completa dei nostri consumi, che comprende più di 100 voci di spesa.

Come si calcolano i valori dei beni
Il fisco cercherà innanzitutto, ove possibile, di dedurre in maniera diretta quelle che sono state le spese sostenute da ogni singola famiglia Quando però questo sarà impossibile, farà riferimento a valori medi di un determinato bene, che saranno calcolati tenendo conto ovviamente delle tipologie di famiglia (11 in tutto), della zona geografica in cui si vive (5 quelle prese a riferimento) e del proprio tenore di vita. In generale si terrà conto dei valori medi calcolati e stimati dall'Anagrafe tributaria o rilevati dall'Istat. Nel caso però mancassero anche questi riferimenti, il fisco si riserva anche la possibilità di commissionare specifici studi o analisi di settore. Sarà il caso ad esempio dei dati che riguardano le spese per imbarcazioni, aerei o cavalli.

A noi l'onere della prova
Toccherà a noi cittadini, nel caso scatti un accertamento, dimostrare che l'eventuale livello dei consumi incongruo è in un qualche modo spiegabile. Si tratterà quindi di dimostrare che il finanziamento delle spese in questione è avvenuto cioè con redditi diversi da quelli posseduti nel periodo di imposta considerato, o con redditi esenti, e quindi non dichiarati, o ancora perché c'è stato il contributo di una terza persona, ad esempio di un genitore che ha elargito al proprio figlio una certa somma per sostenere appunto determinate spese.

Quando si parte
Tra la fine di febbraio e l'inizio di marzo l'Agenzia delle entrate definirà le liste dei contribuenti considerati a rischio e che saranno quindi sottoposti ad ispezione fiscale a partire proprio dal mese di marzo stesso. I criteri preliminari prevedono che il nuovo Redditometro prenderà di mira innanzitutto i cittadini per i quali si rilevano scostamenti tra spese per consumi e redditi dichiarati superiori al 20%. Da notare infine che la prima applicazione pratica del nuovo strumento anti-evasione avverrà sui redditi del 2009, ossia sulle dichiarazioni effettuate nel 2010.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 04/10/2022 02:55:01

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Fisco e Tasse

Autore: Emilia Urso Anfuso - Redazione Economia
Data: 15/05/2020
Bonus vacanze 2020: tutte le informazioni utili

Un dato interessante: le perdite economiche subite dal settore ricettivo ammontano a circa 81 milioni di euro.

Leggi l'articolo

Autore: Chiara Vicario - Redazione Economia
Data: 13/05/2020
Decreto rilancio: rinviata la lotteria degli scontrini

 

La partenza della lotteria degli scontrini, prevista dal 1° luglio 2020, slitterà al 1° gennaio 2021: è quanto si legge nell’ultima bozza del Decreto Rilancio 
Leggi l'articolo

Autore: Andrea Pascale - Redazione Economia
Data: 15/02/2020
Scongiurato l'aumento IVA per bar e ristoranti

Il Presidente di Fipe, Lino Enrico Stoppani: "Ci auguriamo che questa posizione sia mantenuta non tanto per porre fine alle speculazioni e alle voci che ciclicamente ritornano"...

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Economia
Data: 23/01/2020
Il Vademecum del contribuente 2020 presentato da Unione Fiduciaria

Chi vuole orientarsi nel mondo dei tributi senza perdere le più recenti norme introdotte dall’ultima Legge Finanziaria, deve avere con sé il volume “Vademecum del Contribuente 2020” 

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -