Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Cronaca  
Berlusconi: depositata la sentenza di condanna sul caso Ruby

Berlusconi: depositata la sentenza di condanna sul caso Ruby
Autore: Teresa.Corrado
Data: 22/11/2013

 

Depositate le motivazioni dei giudici contro la condanna di Silvio Berlusconi a sette anni di prigione e all’interdizione a vita dai pubblici uffici. I giudici di Milano sono stati chiari nell’esporre la loro tesi, accreditata dal materiale probatorio che l’accusa ha prodotto durante tutto il processo. È “provato che l’imputato abbia compiuto atti sessuali con Ruby in cambio di ingenti somme di denaro e di altre utilità, quali gioielli” è quello che viene scritto nelle pagine consegnate che ne delineano i fatti avvenuti ad Arcore.

La villa di Arcore, infatti, oggetto di indagine per i numerosi “festini” a cui avrebbero partecipato esponenti del mondo politico e numerose veline o giovani ragazze che venivano accompagnate lì per prostituirsi. I giudici milanesi ne sono certi. Ad Arcore era in attività un vero circuito di prostituzione e il regista di tutto era lo stesso Berlusconi a cui le ragazze invitate “si attivavano per soddisfare i desideri dell’imputato”.

Una descrizione dell’ex premier italiano che non lascia ombra di dubbio sulla situazione che si era venuta a creare nella villa, tanto che, quando la giovane Ruby venne arrestata a Milano, l’allora premier si attivò personalmente, abusando della sua carica, per far liberare la giovane, temendo che ella potesse svelare ciò che accadeva nelle serate private in compagnia del premier.

Inoltre, sempre secondo le motivazioni dei giudici, è provata, nelle cronologia degli eventi e delle intercettazioni, “al di là di ogni ragionevole dubbio, la prova della consapevolezza” da parte dello stesso Berlusconi, “della minore età” di Ruby, fatta passare, la notte dell’arresto, per la nipote del premier egiziano Mubarak.

I suoi interventi, la notte dell’arresto della ragazza, minarono la “libertà di autodeterminazione del capo del Gabinetto” e anche sul funzionario in servizio in Questura. Tutto al fine di tutelare se stesso evitando un probabile atto di accusa da parte della ragazza, neo confronti della sua persona e di quello che accadeva ad Arcore, visto come un luogo di prostituzione.

La motivazione della sentenza descrive anche Silvio Berlusconi come un uomo con una “capacità a delinquere …. consistita nell’attività sistematica di inquinamento probatorio a partire dal 6 ottobre 2010 attuata anche corrispondendo a Ruby e ad alcune testimoni ingenti somme di denaro”, per comprare, in questo modo, il loro silenzio e far decadere un velo sulle vicende che avvenivano nella sua villa ad Arcore.

Non solo, ma ha abusato della sua autorità di Presidente del Consiglio dei Ministri quando “ha costretto Pietro Ostuni a dare disposizioni ai funzionari della Questura di Milano di rilasciare” Ruby, appena fermata, “affidandola a Minetti Nicole”. Anche lei indagata per quello che riguarda il giro di prostituzione che ruotava attorno alla villa di Arcore e di cui sono stati accusati anche altre personalità vicine a Berlusconi.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 18/02/2020 16:38:52

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cronaca

Autore: Luca De Rossi - Redazione Cronaca
Data: 08/02/2020
Marco Vannini: la Cassazione annulla la sentenza e riapre il processo

"Marco Vannini non è morto per un colpo di arma da fuoco, ma è morto per un ritardo di 110 minuti nei soccorsi".

Leggi l'articolo

Autore: Angela Frazzetta - Redazione Cronaca
Data: 06/02/2020
Lodi: deraglia un Frecciarossa. Morti i due macchinisti

Il Frecciarossa Av 9595 Milano-Salerno è deragliato sulla linea alta velocità nei pressi di Livraga, in provincia di Lodi.

Leggi l'articolo

Autore: Angela Frazzetta - Redazione Cronaca
Data: 03/02/2020
Coronavirus: rimpatriati 56 italiani provenienti da Wuhan

Il Boeing KC767 dell'Aeronautica militare, ha riportato in patria gli italiani rimasti a Wuhan. 

Leggi l'articolo

Autore: Angela Frazzetta - Redazione Esteri
Data: 26/01/2020
Terremoto in Turchia: sale il numero di morti e feriti

Il terremoto che ha colpito la provincia di Elazig in Turchia ha provocato almeno 29 vittime. Il numero dei feriti accertati è di 1.243. 

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -