Sei nella sezione Cultura   -> Categoria:  Concorsi  
'Voce di donna 2013': il riconoscimento a Linda Laura Sabbadini, direttore dipartimento dell'Istat

'Voce di donna 2013': il riconoscimento a Linda Laura Sabbadini, direttore dipartimento dell'Istat
Autore: Nostro inviato Gabriele Santoro
Data: 27/11/2013

È Linda Laura Sabbadini, direttore di dipartimento statistiche sociali e ambientali dell’Istat, la vincitrice dell’edizione 2013 del premio nazionale “Voce di donna”, assegnato dal Mo.I.Ca. (Movimento Italiano Casalinghe) ogni anno ad una figura femminile che abbia contribuito alla crescita ed alla valorizzazione della donna. Il 26 novembre, un giorno dopo la giornata internazionale contro la violenza di genere, presso la Sala della Promoteca del Campidoglio, si è tenuta la cerimonia di premiazione di chi, si legge nelle motivazioni, nell’ambito statistico “ha posto l’attenzione sul cittadino e sulla qualità della vita”, integrando così “dati puramente economici”.

“Ho guardato sempre con entusiasmo ed affetto alle iniziative del Mo.I.Ca.”, commenta felice la Sabbadini. “Dal mio ingresso nell’Istat ho avuto l’obiettivo di rendere visibile l’invisibile, soprattutto nella vita sociale delle donne, bambini, anziani, disabili, per far emergere ciò che non è dato dai numeri”. Un’analisi particolare è stata riservata alla violenza contro le donne, denunciata “solo dal 7%” di chi ne subisce. Il lavoro è estremamente complesso, “chiedere se si ha subito violenza non è come domandare se si lavora o meno”, tanto che l’indagine è durata quattro anni.

“Bisogna mettere in condizione di dire la verità”, prosegue la Sabbadini, ma alla fine i risultati sono stati importanti, già che “il 30% ha confessato a noi gli abusi per la prima volta”, insomma si è riusciti ad instaurare un clima di fiducia, aggirando domande troppo dirette. Il lavoro di emersione del sommerso richiede anche un approccio multidisciplinare, combinando “statistica, psicologia, sociologia”, con ripercussioni anche per le operatrici che rilevano telefonicamente le storie: “dopo circa un anno vanno sostituite e gestite, per evitare che anche loro crollino durante i racconti”. Il suo obiettivo professionale è stato centrato “e il premio per questo è la cosa più bella”.

Premio “Voci di casa” Ma non è stata questa l’unica iniziativa del Mo.I.Ca., che con la IX edizione del premio letterario nazionale “Voci di casa” ha voluto dare spazio alle donne che lavorano fra le proprie mura domestiche contribuendo, con il benessere della famiglia, a quello della società. Centinaia gli scritti pervenuti, per le categorie racconti, poesie e fiabe, spaccato di un presente delicato sotto ogni punto di vista. Tutte le finaliste hanno comunque vinto, già che gli elaborati sono stati raccolti in un volume edito per l’occasione.

Sezione racconti Ma nel concreto, sul gradino più basso del podio si classifica “Tic e Tac” di Mirella Fascetti Profeti, “per la scrittura attenta ed intensa, con un clima narrativo che aggiunge un pizzico di romanticismo” nel trattare la visione del mondo di due gemelli dall’interno dell’utero materno. Piazza d’onore per Annunziata Mangione con “Riflessioni”, abile nel descrivere “una realtà nascosta” nella storia di una donna in un ospedale psichiatrico, separata dal figlio. Primo premio per “Ne è valsa la pena” di Bruna Cucco, racconto che parla “con fantasia e proprietà di linguaggio di rapporti indissolubili”.

Sezione poesie Terza classificata è Anna Maria Lavarini per “Gocce di giorni”, preceduta da Gianna Luigia Rossi con “Addio al mare”, “riflessione sulla resa dei conti cui nessuno si può sottrarre”. Ad aggiudicarsi la sezione è invece Ornella Olfi con “Come foglia”, per l’aver “aggiunto il desiderio di riappropriazione della leggerezza - non della superficialità – dell’amore per la vita e le sensazioni libere”. Menzione speciale che va ad “Amica” di Vanessa Rizzo, per il “mondo di emozioni racchiuso dalla parola ‘noi’”.

Una sola premiazione invece per la categoria “fiabe”, ed è per Linda Brugiafreddo Broglio e la sua “Sfratto cerca casa”, storia di un fantasma in cerca di un posto dove vivere: “racconta l’inverosimile con un coerente sviluppo della credenza più diffusa per farsi portavoce dell’insegnamento che la casa è il bene più prezioso”.

 




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 29/05/2020 15:51:05

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Concorsi

Autore: Comunicato stampa CReLDiS Coordinamento Regionale
Data: 19/05/2020
CReLDiS: La scuola è aperta a tutti

La Didattica A Distanza non è SCUOLA: non costituisce una modalità di insegnamento e di apprendimento valida ed efficace; non è inclusiva e non permette alcuna socialità con i propri compagni di classe e tra lo studente e l’insegnante. 

Leggi l'articolo

Autore: Lorenzo Vicenti - Redazione Cultura
Data: 31/03/2020
Casa del Cinema per #laculturaincasa: gli appuntamenti digital fino al 5 aprile

Sui canali social dell'istituzione proseguirà una programmazione giornaliera a partire da lunedì 30 in collaborazione con CSC-Cineteca Nazionale...

Leggi l'articolo

Autore: Lorenzo Vincenti - Redazione Cultura
Data: 28/03/2020
#laculturaincasa - Ecco gli appuntamenti digital dei Musei Civici

Nell’ambito dell’iniziativa Io resto a casa e disegno il pleistocene del Museo di Casal de’ Pazzi, continua il contest per bambini e ragazzi #Un mondo scomparso...

Leggi l'articolo

Autore: Adriano Conti - Redazione Cultura
Data: 27/03/2020
#ioscrivoacasa: un’iniziativa per gli scrittori reclusi: come partecipare

“Storie di resistenza al virus”. Così s’intitola il nuovo progetto editoriale promosso dalla casa editrice romana (ma anche un po’ livornese) Paesi Edizioni. 

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -