Sei nella sezione Cultura   -> Categoria:  Cinema  
'Italiani per Costituzione' il cortometraggio presentato in anteprima al Macro

'Italiani per Costituzione' il cortometraggio presentato in anteprima al Macro
Autore: Nostra inviata Chiara Picchietti
Data: 07/12/2013

Presentato il 5 Dicembre in anteprima, presso il Macro di Via Nizza,138  il cortometraggio "Italiani per Costituzione". Il video è stato ideato in occasione del 150' anniversario dell'Unità d'Italia, prodotto da Camera21 con il patrocinio del ministero dell'integrazione, regia di Simona Filippini e Matteo Antonelli e le musiche dell'Orchestra di Piazza Vittoria. Presenti all'anteprima l'assessore al sostegno sociale e sussidiarietà Rita Cutini, il giornalista di Liberation Eric Jozsec, il direttore di fotografia Marco Delogu, la scrittrice e presidente associazione incontri di civiltà Igiaba Scego.

Questo video si colloca all'interno della XII edizione di Fotografia- Festival internazionale di Roma promosso dall'assessorato alla cultura, creatività e promozione artistica di Roma Capitale, co-prodotto dal Macro e Zètema Progetto Cultura con la direzione artistica di Marco Delogu il cui tema è "vacatio", ovvero mancanza, assenza. Il video dura 12 minuti e raccoglie le interviste di 20 ragazzi, figli di immigrati in Italia e residenti in varie città, si parte da Trento fino a scendere a Palermo. Ogni ragazzo parla della propria famiglia, di sè, della città e della scuola.

Il cortometraggio è davvero efficace nel dar voce a una parte importante della popolazione giovanile che si sente italiana, ma non ha la cittadinanza italiana. Nel filmato emergono la grande varietà dei dialetti, le diverse cadenze: c'è chi ha una cadenza milanese, chi un inflessione napoletana e chi, prima ancora di sentirsi italiano si sente palermitano, e tuttavia non è ancora cittadino italiano. I ragazzi, oltre a raccontare di sè, leggono e commentano gli articoli della costituzione italiana. Un riso accoglie improvvisamente i presenti quando uno dei ragazzi intervistati racconta che nella sua famiglia ci sarebbe bisogno di un traduttore, perché lui non parla bene il cinese e i suoi genitori invece non parlano bene l'italiano. E ancora un riso, ma questa volta un pò amaro, quando una delle ragazze intervistate racconta un episodio in cui le viene chiesto di mostrare il permesso di soggiorno, e lei con sorpresa risponde: "ma io sono cittadina italiana".

Il filmato apre a un ampio dibattito sul diritto di cittadinanza dei giovani di seconda generazione, sul l'importanza dell'incontro tra culture differenti, un incontro che dovrebbe comportare un arricchimento reciproco e anche la possibilità di una reciproca modificazione. Se la prima generazione ha soprattutto il problema del farsi accogliere e di trovare una rispondenza rispetto alle proprie aspettative in relazione a un progetto migratorio, le generazioni successive si trovano a dover affrontare numerose sfide, anche in relazione a un proprio progetto di vita autonomo, che solo in parte può essere in continuità con le aspettative riferite al progetto migratorio familiare.

Il tema della continuità-discontinuità generazionale, cioè dell’esistenza o meno di un passaggio in termini di cultura, stili di vita, valori di riferimento, atteggiamenti e comportamenti da una generazione all’altra, diventa centrale nel considerare la realtà e le condizioni di vita dei giovani stranieri, esposti, analogamente ai loro compagni italiani, a una pluralità di riferimenti valoriali e ad una evidente discontinuità delle esperienze nei diversi contesti di vita.

Ad aprire il dibattito l'assessore al sostegno sociale e sussidiarietà Rita Cutini. A seguire le osservazione del direttore della fotografia Marco Delogu e il giornalista di Liberation Eric Jozsef che solleva la questione della mancanza in Italia del diritto del suolo e auspica presto un cambiamento legislativo in questa direzione. E lo sottolinea anche la scrittrice Igiaba Scego, mettendo in evidenza come siano proprio gli stessi articoli della nostra costituzione ad implorare di cambiare la legge italiana, una legge che non lascia la libertà, anzi neanche la possibilità di scegliere a quale cultura appartenere.

 

 




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 14/08/2022 05:08:59

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cinema

Autore: Redazione Cultura
Data: 29/04/2020
Amazon lancia Prime Video Store

Tutti i clienti Amazon in Italia potranno ora noleggiare o acquistare nuovi titoli, tra cui le uscite più recenti e i blockbuster

Leggi l'articolo

Autore: Erica Gasaro - Redazione Cultura
Data: 11/04/2020
Ghemon: fuori il video 'Buona Stella'

“Buona Stella,” disponibile su tutte le piattaforme streaming e download, è estratto dall’atteso nuovo disco “Scritto nelle stelle” che uscirà il 24 aprile per Carosello Records e Artist First.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cultura
Data: 24/02/2020
Roma, Nuovo Cinema Aquila: la programmazione fino al 26 Febbraio 2020

La nuova programmazione cinematografica presso il Nuovo Cinema Aquila di Roma

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cultura
Data: 22/02/2020
Roma, Nuovo Cinema Aquila - Gli eventi speciali dal 24 febbraio al 27 Marzo 2020

Ecco i nuovi eventi speciali presso il Nuovo Cinema Aquila di Roma, dal 25 Febbraio al 27 Marzo 2020

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -