Sei nella sezione Cultura   -> Categoria:  Recensioni  
'Una donna nel ricordo' libro edito dall'Associazione Genere Femminile

'Una donna nel ricordo' libro edito dall'Associazione Genere Femminile
Autore: Teresa.Corrado
Data: 09/01/2014

Il I° Concorso Letterario "Una donna nel ricordo” dell'Associazione Genere Femminileha prodotto un libro, al cui interno vengono raccolti tutti gli elaborati giunti alla giuria. Un insieme di racconti, poesie, scritti per celebrare e soprattutto, come dal titolo del concorso stesso, ricordare, in modo particolare, una donna.

Quale che sia la donna che questi autori hanno voluto ricordare, ha per essi significato un momento particolare, un insieme di emozioni.

Scrivere è già un'elaborazione di emozioni che ci hanno colpito e animato. Scrivere su qualcuno che ci ricorda un momento particolare, soprattutto se donna, ha del magico. Non da meno la pensano in questo modo gli uomini, visto che la maggior parte dei componimenti giunti per il concorso viene proprio da figure maschili. Uomini che hanno dedicato alle donne della loro vita, poesie e racconti delle loro “imprese”, delle loro vite, dei loro pensieri.

In questi ricordi molto spesso si rispecchia la volontà di ricordare la figura femminile che più ci è stata vicina o vediamo vicina quale è la mamma. A lei sono state dedicate poesie e soprattutto racconti che ne esaltano la figura e il compito di genitrice, oltre a quello di donna all'interno della società.

Ci sono poi i ricordi di chi ha vissuto gli anni della guerra, quella che ha visto spesso le donne in prima fila, come il racconto di Marisa Graziani, con il suo racconto, “Una donna”, dove descrive la sua mamma combattiva nel periodo di occupazione nazista, oppure quello di Teresa Spano, dal titolo “Mamma Fortuna” che fa conoscere un episodio di amore di una donna verso i militari italiani feriti, alla quale la donna apre le porte della propria casa, curandoli, sfamandoli e anche dando loro una degna sepoltura.

Immagini di donne sono impresse anche nelle poesie, come quella di Giulia Penzo, dal titolo “Via M. Marangon”, dedicata ad una giovane ventiduenne morta nella strage alla stazione di Bologna avvenuta il 2 agosto del 1980, a cui è stata intitolata una via. 

La donna viene anche ricordata come amore, amore reale, vissuto per tutta la vita, come nel racconto “Il profumo della vecchiaia” di Sabrina Ferri, o amore impossibile ricercato in un ricordo del passato, un amore che non è mai sbocciato.

Nel libro e nel concorso c'è anche spazio per il ricordo di donne che hanno lasciato un segno indelebile nella cultura e società mondiale, come la descrizione di M. Lidia Arcerito, nel suo "Due donne meravigliose" dedicato a Madame Curie e Margherita Hack, due ingengni che hanno cambiato la storia umana,

Tutte queste storie, questi amori, questi ricordi che vivono nelle menti e nel cuore delle persone, hanno trovato un posto all’interno del libro “Una donne nel ricordo” di autori vari, edito dall’Associazione Genere Femminile.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 07/07/2020 16:39:35

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Recensioni

Autore: Recensione del nostro inviato Ettore Mazzanti
Data: 17/01/2020
Recensione: Tango del calcio di rigore - con Neri Marcorè - al Brancaccio fino al 19 Gennaio

Ritmo, passaggi rapidi e dribbling dei cocenti e pesanti temi condivisi, senza commettere falli di gioco troppo evidenti che facciano sussultare gli spettatori dell’arena Brancaccio.

Leggi l'articolo

Autore: Recensione del nostro inviato Ettore Mazzanti
Data: 14/01/2020
Recensione: Tosca e altre due - Teatro Belli

E’ di genio prendere a pretesto una narrazione arcinota, Tosca, per costruirne una parallela che conduce su un binario parallelo ad un’altra dimensione umana. 

Leggi l'articolo

Autore: Recensione della nostra inviata Susanna Schivardi
Data: 23/12/2019
Recensione: un insolito Natale al Teatro Vascello

Uno spettacolo per bambini e adulti, in scena dal 21 dicembre al 6 gennaio per accompagnare in allegria le festività natalizie. 

Leggi l'articolo

Autore: Recensione del nostro inviato - Ettore Mazzanti
Data: 20/12/2019
Recensione: Ismael, in viaggio dalla Siria - Off Off Theatre

Si annusano situazioni, si cercano elementi che accomunano, che ci rendono uguali a prescindere dal luogo di nascita. Il mare è blu dappertutto. Le parole hanno il medesimo senso.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -