Sei nella sezione Mondo   -> Categoria:  Politica Estera  
Libia, assalito il Parlamento. Il governo:siamo ancora in carica

Libia, assalito il Parlamento. Il governo:siamo ancora in carica
Autore: Gabriele.Santoro - Capo Redazione Politica
Data: 19/05/2014

 Non c’è pace nella Libia del dopo Gheddafi, nella giornata del 18 maggio una milizia armata ha assalito la sede del Parlamento di Tripoli. Il colonnello Mokhtar Fernana, presunto comandante della polizia militare, ha annunciato “la sospensione del Cng (Congresso Nazionale Generale, ndr)”. Lo scontro è stato la conseguenza di una crisi politica acuitasi negli ultimi mesi con l’alternanza di ben tre primi ministri. Il ministro della giustizia Asalah al Marghani conferma tuttavia che il governo è ancora in carica, nonostante deputati e dipendenti siano stati evacuati dall’Assemblea.

Da giorni a Bengasi era in atto un conflitto fra i gruppi armati legati al generale a riposo Khalifa Haftar – accusato dal governo di essere fautore del golpe – e cellule islamiste stanziate nell’est petrolifero del paese. Ottanta morti e centinaia di feriti nel bilancio di una guerriglia che coinvolge jihadisti, ex ribelli e falangi tribali e paramilitari, ma dove ufficialmente non ci sarebbe la mano dell’esercito regolare. La tensione si è così spostata verso la capitale, contro le istituzioni giudicate incapaci di controllare e portare all’unità un paese troppo frammentato, per di più con un attuale premier, Ahmed Miitig, ritenuto troppo vicino agli ambienti fondamentalisti islamici.

Il presidente del Cng Nouri Abou Sahmein attribuisce la responsabilità della situazione ad Haftar, altre fonti incolpano i miliziani della zona di Zintan - già protagonisti di un ultimatum al Parlamento ma a cui non erano seguite azioni effettive – in controllo dell’aeroporto di Tripoli e in possesso di un ostaggio importante come il figlio del Colonnello Gheddafi, Saif al-Islam. Altri ancora ritengono che sia un corso un sodalizio fra le truppe di Haftar e quelle di Zintan in funzione anti-estremismo islamico, particolarmente presente a Bengasi attraverso Ansar al-Sharia, secondo gli Stati Uniti affiliata alla rete qaedista.

Il nemico comune, lo spauracchio del fondamentalismo, garantisce ad Haftar l’appoggio di frange dell’esercito, fornitore di armi e mezzi pesanti. Chiarissimo il messaggio del generale, che ha convinto diversi ufficiali e soldati ad associarsi al cosiddetto “Esercito nazionale libico”: “Non molleremo finché non avremo raggiunto i nostri obiettivi, difendere il popolo dai terroristi. Non voglio il potere, ho solo risposto agli appelli della popolazione stremata da tre anni di guerra”.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 03/03/2021 12:57:37

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Politica Estera

Autore: Laurent Joffrin - Redazione Esteri
Data: 08/04/2020
Coronavirus: gli USA e il disastro sociale

La tragica prova che gli Stati Uniti stanno attraversando apriranno finalmente gli occhi agli elettori americani? 

Leggi l'articolo

Autore: Angela Frazzetta - Redazione Esteri
Data: 22/03/2020
Coronavirus - Angela Merkel è stata posta in quarantena

La Merkel, 65 anni, sarà sottoposta a "test regolari" nei prossimi giorni e continuerà con il suo lavoro da casa, almeno per il momento.

Leggi l'articolo

Autore: Angela Frazzetta - Redazione Esteri
Data: 17/03/2020
Covid-19 - Macron: 'Siamo in guerra'

"L'epidemia di coronavirus è diventata una realtà immediata, presente. Siamo in guerra, una guerra sanitaria certamente: non lottiamo contro un esercito o contro un altro paese". 

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 16/03/2020
Covid-19: risposta insufficiente del Regno Unito all'emergenza sanitaria

Mentre molti paesi europei hanno adottato misure drastiche per arginare la diffusione del coronavirus, il Regno Unito non ha ancora introdotto misure di "distanziamento sociale"...

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -