Sei nella sezione Cultura   -> Categoria:  Cinema  
'La nostra terra' di Giulio Manfredonia

'La nostra terra' di Giulio Manfredonia
Autore: Teresa Corrado - Redazione Cultura
Data: 15/09/2014

 

Tra i film italiani in uscita nelle sale, nei prossimi giorni, una menzione speciale è possibile assegnarla a “La nostra terra” di Giulio Manfredonia, con Sergio Rubini, Stefano Accorsi, Maria Rosaria Russo, Iaia Forte, Nicola Rignanese, Massimo Cagnina, Giovanni Calcagno, Giovanni Esposito, Silvio Laviano, Michel Leroy, nei cinema dal 18 settembre.

 

Il film racconta, in modo romanzato, la storia vera, della nascita di una cooperativa nel salento, sulle terre confiscate al boss del luogo, grazie anche all’aiuto dell’Associazione Libera presieduta da don Luigi Ciotti e del coraggio di chi, quelle terre le vuole cambiare.

Si parla di coraggio, determinazione, lotta, ma soprattutto di terra. È infatti la terra la vera protagonista del film. Per gli ettari di terra lotta la cooperativa che vuole, grazie ad essa, lavorare e creare una fonte di guadagno per chi il lavoro non ce l’ha, per la terra lotta il fattore del boss che, dopo il suo arresto e la confisca, continua a curarla per amore e per dedizione, per quella terra così importante lotta il boss che la rivuole per se. Possederla significa avere potere, ma il potere varia secondo chi la possiede. Per i componenti della cooperativa il potere è quello di ribellarsi alla mafia, è il potere della libertà.

Libera la mente dalle mafie, libera la mente dalle costrizioni delle mentalità cittadine e sociali di una terra che vive di paure e sottomissioni. Ma il riscatto avviene grazie anche alla terra, quella che ci da vita e sostentamento.

I tre personaggi Cosimo (Sergio Rubini), Filippo (Stefano Accorsi) e Rossana (Maria Rosaria Russo), si modificano all’interno del film, scoprendo anche qualcosa di loro che non possono dichiarare apertamente a tutti, ma che li spinge ad essere quello che sono.

Il regista Giulio Manfredonia, ha sottolineato che la finalità del film non era quella di parlare di mafia in termini forti, ma di mostrare allo spettatore la vera essenza del  sud, che non è per forza tutto bellissimo o tutto bruttissimo, ma un insieme di questi, come del resto sono le persone. Non siamo tutti o buoni o cattivi, ma in noi esistono entrambi i lati della stessa medaglia. Un mafioso è crudele con i suoi nemici, ma solidale con amici e familiari, qualcuno affascinante di cui ci si innamora. Non a caso anche i boss hanno una famiglia, amano e vivono una vita “normale” con le persone che gli stanno vicine.

Non è tutto bianco o nero, ma una varietà di sfumature di grigio, come solo può essere la vita di una persona. Per il film lo stesso regista ha incontrato più volte, persone che fanno parte di Libera, l’associazione che aiuta le cooperative a utilizzare i beni sequestrati alla mafia, facendoli diventare luoghi di lavoro per tutti. Un’esperienza importante che ha cercato di riportare all’interno del film.

Il cast al completo ha partecipato alla conferenza stampa che si è tenuta alla Casa del Cinema, dove è stato proiettato anche il film, che ha ricevuto gli applausi dei giornalisti presenti. Un film di impatto sociale, non banale e sempre vivace nei tempi e nelle tematiche.

D’impatto anche la colonna sonora e la canzone finale, scritta da Mauro Pagani, che ha prodotto una canzone nella quale vengono racchiusi i sentimenti che fuoriescono dal film.

Una nuova imperdibile pellicola italiana che sta a dimostrare quanto il cinema in Italia, sia in ripresa non solo come autori, ma anche con tematiche e risvolti importanti.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 16/08/2022 11:36:27

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cinema

Autore: Redazione Cultura
Data: 29/04/2020
Amazon lancia Prime Video Store

Tutti i clienti Amazon in Italia potranno ora noleggiare o acquistare nuovi titoli, tra cui le uscite più recenti e i blockbuster

Leggi l'articolo

Autore: Erica Gasaro - Redazione Cultura
Data: 11/04/2020
Ghemon: fuori il video 'Buona Stella'

“Buona Stella,” disponibile su tutte le piattaforme streaming e download, è estratto dall’atteso nuovo disco “Scritto nelle stelle” che uscirà il 24 aprile per Carosello Records e Artist First.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cultura
Data: 24/02/2020
Roma, Nuovo Cinema Aquila: la programmazione fino al 26 Febbraio 2020

La nuova programmazione cinematografica presso il Nuovo Cinema Aquila di Roma

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cultura
Data: 22/02/2020
Roma, Nuovo Cinema Aquila - Gli eventi speciali dal 24 febbraio al 27 Marzo 2020

Ecco i nuovi eventi speciali presso il Nuovo Cinema Aquila di Roma, dal 25 Febbraio al 27 Marzo 2020

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -