Sei nella sezione Cultura   -> Categoria:  Cinema  
Viaggio alla ricerca dei figli della Shoah

Viaggio alla ricerca dei figli della Shoah
Autore: Teresa Corrado - Redazione Cultura
Data: 22/10/2014

Israel Cesare Moscati, figlio della Shoah, ha deciso di fare un viaggio alla ricerca di altri figli o nipoti della Shoah, per scambiare informazioni, ricordi, dolori e vicissitudini che hanno accompagnato o accompagnano ancora la sua vita.

Grazie a questo viaggio tra passato e presente, è stato girato un documentario dello stesso Israel Cesare Moscato, per la regia di Beppe Tufarullo, dal titolo “I figli della Shoah, Un viaggio nell’animo dei figli della Shoah”, presentato al Festival Internazionale del Film di Roma 2014 nella sezione Eventi.

Israel è un figlio della Shoah e come tanti altri che hanno vissuto con genitori morti o che sono sopravvissuti ai campi di concentramento nazisti, porta dentro di sé, invisibile me sempre presente, una cicatrice familiare.

Il documentario vuole raccontare proprio questo, la difficoltà del cambiamento dopo aver subito e vissuto una tragedia umana immane come quella della shoah, che ha caratterizzato la seconda guerra mondiale.

Emerge dal documentario la differenza delle varie generazioni, di affrontare lo sterminio avvenuto durante la guerra. Chi l’ha subito sulla propria pelle, o ha perso genitori, fratelli, familiari e amici, per anni non ne aveva voluto parlare, non essendo in grado di affrontare un momento così doloroso. Nei campi di concentramento, le persone venivano spogliate della propria dignità e chi lo ha subito non ha perso solo quella, ma sicuramente ha perso la fiducia nelle persone, nel genere umano.

Le difficoltà affettive e umane sono state trasportate all’interno delle famiglie che successivamente queste persone hanno formato. Paure, ansie, difficoltà di relazione, in alcuni anche mancanza di affetto verso i familiari, come a proteggersi dal grande dolore che ne sarebbe scaturito per una loro probabile dipartita.

I figli della Shoah hanno incamerato dentro le proprie vite i dolori, le diffidenze dei genitori, vivendo un’infanzia ben lontana da quella che vivono i bambini adesso, riempiti dalla paura più grande, quella che avrebbe potuto far ritornare una nuova Shoah.

Di generazione in generazione, le difficoltà affettive si sono riscontrate anche nei nipoti o in molti di essi, che sono cresciuti attraverso i ricordi della famiglia e al doloro di avere una famiglia piccola e spezzettata a causa di un genocidio che voleva sterminare un intero popolo.

Per uscire da questo stato di diffidenza, alcuni, soprattutto i figli della Shoah, hanno fatto ricorso a terapie psicologiche che hanno cercato di far emergere problematiche ma anche soluzioni. Non a caso, nel documentario viene raccontato che i sopravvissuti e i loro figli, nella maggior parte dei casi, non torna nei luoghi della reclusione, è un compito che lascia portare a termine ai propri nipoti. Loro, alla fine, cercano solo di ricordare, raccontare quello che è avvenuto, per evitare che una cosa del genere possa ancora accadere.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 14/08/2022 04:43:06

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cinema

Autore: Redazione Cultura
Data: 29/04/2020
Amazon lancia Prime Video Store

Tutti i clienti Amazon in Italia potranno ora noleggiare o acquistare nuovi titoli, tra cui le uscite più recenti e i blockbuster

Leggi l'articolo

Autore: Erica Gasaro - Redazione Cultura
Data: 11/04/2020
Ghemon: fuori il video 'Buona Stella'

“Buona Stella,” disponibile su tutte le piattaforme streaming e download, è estratto dall’atteso nuovo disco “Scritto nelle stelle” che uscirà il 24 aprile per Carosello Records e Artist First.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cultura
Data: 24/02/2020
Roma, Nuovo Cinema Aquila: la programmazione fino al 26 Febbraio 2020

La nuova programmazione cinematografica presso il Nuovo Cinema Aquila di Roma

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cultura
Data: 22/02/2020
Roma, Nuovo Cinema Aquila - Gli eventi speciali dal 24 febbraio al 27 Marzo 2020

Ecco i nuovi eventi speciali presso il Nuovo Cinema Aquila di Roma, dal 25 Febbraio al 27 Marzo 2020

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -