Sei nella sezione Mondo   -> Categoria:  Cronaca dal Mondo  
Iran: un anno di prigione a Ghoncheh Ghavami

Iran: un anno di prigione a Ghoncheh Ghavami
Autore: Teresa Corrado - Redazione Esteri
Data: 02/11/2014

Ghoncheh Ghavami ha 25 anni, è una bella ragazza anglo irachena e studia legge, ma non è famosa per la sua intelligenza, anche se in Inghilterra, paese in cui ha studiato, in molti potrebbero dire il contrario. Questa giovane donna è balzata agli onori della cronaca per aver rivendicato alcuni diritti che in Iran non sono concessi alle donne e che invece, nei paesi in cui viviamo, sono così scontati che a volte non li reputiamo nemmeno diritti.

Ghoncheh voleva partecipare come spettatrice alla partita di pallavolo della World League che si è disputata il 20 giugno scorso in Iran tra la squadra di casa e quella italiana. Insieme ad alcune attiviste del paese, aveva provato a entrare, ma le donne sono state arrestate e poi rilasciate.

Lo stesso giorno del rilascio, la giovane era tornata nella ormai famosa prigione di Evin perché al suo interno le avevano trattenuto alcuni oggetti personali. Forse una scusa che l’ha obbligata a tornare indietro, ma da allora è stata trattenuta in carcere, in isolamento.

Immediatamente i social si sono mobilitati per la sua liberazione, per lei è stato aperto anche un profilo Facebook e gli attivisti hanno portato avanti tante iniziative che dovevano portare la giovane verso la liberazione.

Invece oggi si è appreso, tramite il suo avvocato, che Ghoncheh Ghavami è stata condannata a un anno di reclusione per aver disobbedito a un divieto imposto dalla rigida morale islamico-sciita. In carcere la giovane aveva anche cominciato uno sciopero della fame per sensibilizzare maggior persone verso la rigidità islamica. Il suo caso desta preoccupazione ma non ferma la resistenza e la voglia di libertà espressa dalle donne irachene, costrette a subire l’egemonia maschile.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 31/05/2020 05:06:19

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cronaca dal Mondo

Autore: Redazione Esteri
Data: 27/05/2020
Traffico di droga: le società fantasma dei cartelli messicani

La rete più articolata, e che riguarda uno degli importi più elevati da record, è stata scoperta dall'Unità di informazione finanziaria (FIU) del Tesoro nel 2014.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 14/05/2020
Afghanistan: attacco a un reparto maternità di Kabul

I primi momenti della vita di un neonato dovrebbero trascorrere tra le braccia di sua madre, non in un ospedale in fiamme con proiettili e bombe che piovono...

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cronaca
Data: 08/05/2020
Allarme Interpol: droga consegnata domicilio con il cibo

Le organizzazioni criminali stanno ricorrendo ai servizi di consegna di cibo per trasportare la droga e altre sostanze illecite, mentre i Paesi sono in preda al lockdown a causa della pandemia globale di Covid-19. 

Leggi l'articolo

Autore: Di Luca De Rossi - Redazione Esteri
Data: 07/05/2020
Coronavirus: in Olanda aumenta l'uso di cannabis a causa dell'isolamento forzato

Il consumo di cannabis in Olanda e’ aumentato durante la crisi causata dall’avvento del coronavirus.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -