Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Cronaca  
Torna il maltempo in Italia

Torna il maltempo in Italia
Autore: Teresa.Corrado - Redazione Cronaca
Data: 04/11/2014

Il maltempo è tornato ad imperversare sull’Italia. Dalle 17.00 di martedì 4 novembre la Protezione Civile ha fatto salire a 1 il livello 1 di attenzione nella zona di Genova e Savona Val Trebbia, fino alla mezzanotte di mercoledì. Resta invece fermo, per il momento, al secondo livello l’attenzione nelle zone della provincia di Imperia e Savona e nei bacini di Levante fino alla Spezia dalle 21.00 di martedì fino alla mezzanotte di mercoledì, a causa delle forti piogge che si stanno abbattendo sulla regione.

La perturbazione atlantica che ha investito la Liguria, ha portato con sé forti piogge e vento che hanno sradicato alberi , scatenato grandine e mareggiate. I Vigili del Fuoco sono stati impegnati nella risoluzione di problemi legati soprattutto alla caduta di alberi. Due cipressi infatti, sono caduti nel parcheggio di un supermercato, ma altri si sono abbattuti su vie, piazze e strade costringendo il traffico al rilento e l’intervento urgente delle squadre di soccorso.

A causa del forte vento e della conseguente mareggiata, il traghetto della Corsica Ferries Bastia-Nizza, è stato dirottato verso Vado Ligure.

A causare danni anche il forte vento che a Pietra Ligure ha scoperchiato il tetto della sottostazione Enel. Sulla A10 tra Cervo e Andorra, gli automobilisti sono stati costretti a fermarsi sulle piazzole e lungo la strada a causa di una forte grandinata che ha ridotto la visibilità a poche decine di metri.situazione sotto stretta sorveglianza anche in Val Bormida dove sono tenuti sotto stretta sorveglianza gli argini del Bormida e monitorate le strade per paura di esondazioni.

Il maltempo ha costretto anche a dirottare su Torino il volo da Monaco di Baviera diretto a Genova. La visibilità era scarsa, la pioggia battente e il vento troppo forte, mentre, a causa delle stesse condizioni atmosferiche, veniva annullato il volo per Monaco di Baviera.

Lo stesso è accaduto per i traghetti diretti all’isola d’Elba. Da Piombino sono stati annullati alcuni collegamenti diretti per l’isola, dove la compagnia Moby ha annullato alcune partenze sulla tratta Portoferraio-Piombino. Tutto regolare invece sulle altre tratte.

Anche in Piemonte il tempo durante la giornata è peggiorato durante la giornata con forti piogge, anche se la situazione lungo i fiumi è stata monitorata e non inserita in quelle ad alto rischio. Restano invece da controllare le zone nelle province di Verbania, Vercelli e Biella e nei settori meridionali del Piemonte per possibili frane del terreno.

In Emilia Romagna resta alta l’attenzione lungo i margini dei fiumi Trebbia e Taro per possibili esondazioni. La protezione civile ha infatti confermato la fase di preallarme per la zona, mentre a causa delle intense piogge si potrebbe avere un innalzamento delle soglia 1 per le pianure di Modena e Reggio Emiali.

Le zone più colpite da questa nuova ondata di maltempo, sono le stesse che sono state interessate dalle esondazioni e dalle frane avvenute il 13 ottobre scorso e il pericolo di maggiori danni è alto perché la zona è già stata ferita dalle forti piogge.

Intanto si lavora per mettere in sicurezza la zona e i cittadini che vi abitano monitorando strade e argini, pronti ad intervenire in caso di bisogno.

 




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 05/06/2020 21:17:48

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cronaca

Autore: La Redazione
Data: 15/05/2020
E' morto il Maestro Ezio Bosso, aveva 48 anni

Restiamo senza parole per la morte del Maestro Ezio Bosso, esempio di cultura, genialità, capacità artistica ma anche grande cuore, onestà intellettuale e sensibilità umana.

Leggi l'articolo

Autore: Valerio L'Abbate - Redazione Economia
Data: 13/05/2020
Agricoltura: pronti i fondi per rilanciare il settore apistico

In Italia ci sono circa 56.000 apicoltori, con 1,5 milioni di alveari e una produzione annua pari a 23.000 tonnellate concentrate per lo più nelle regioni del Nord, che ci collocano al quarto posto tra i Paesi Ue.

Leggi l'articolo

Autore: Sergio Ragaini - Rubrica LiberaMente
Data: 08/05/2020
Fasi lunari, curve dei contagi e bufale...

Si era generata tanta aspettativa sull’agognata “Fase 2”. molti si aspettavano davvero una libertà di circolazione...

Leggi l'articolo

Autore: Angela Frazzetta - Redazione Cronaca
Data: 04/05/2020
Roma: una donna da fuoco sul balcone al corpo senza vita di un 59enne

Sono stati i vicini ad allertare le forze dell’ordine, quando dalle loro finestre hanno visto l’incendio sul balcone: era il corpo dello sloveno, dato alle fiamme.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -