Sei nella sezione Mondo   -> Categoria:  Cronaca dal Mondo  
Multinazionale americana bloccata in India per l'arresto di un presunto stupratore

Multinazionale americana bloccata in India per l'arresto di un presunto stupratore
Autore: Teresa Corrado - Redazione Esteri
Data: 08/12/2014

Attacco alla società americana di noleggio d'auto Uber, da parte delle autorità indiane, dopo che un loro autista è stato arrestato per aver violentato una turista che aveva richiesto il servizio di trasporto. La società, secondo un comunicato del dipartimento di Trasporti di New Delhi si legge che "tutti i servizi di trasporto legati al website www.Uber.com sono vietati con effetto immediato".

L'uomo, secondo le accuse, avrebbe violentato una giovane cliente, minacciandola di gravi violenze fisiche si fosse opposta o avesse denunciato l'accaduto alla polizia. Secondo quanto riportato ancora dalle accuse da parte della polizia, la società americana, avrebbe ingannato i clienti con la promessa di un servizio "sicuro" che si è rivelato mendace. Infatti, molte sono le norme di sicurezza che l'azienda non ha rispettato, per questo il servizio è stato bandito dall'India con effetto immediato.

All'azienda vengono contestate molte norme non rispettate, cominciando dall'assunzione dell'autista, Shiv Kumar Yadav, 32 anni, il presunto stupratore. Su di lui pesa una condanna per stupro per cui era già stato arrestato trascorrendo due anni in carcere. Non solo, ma sull'auto dell'autista non era presente il Gps, strumento obbligatorio per i radio taxi indiani, soprattutto quelli della capitale. La stampa indiana, su questo caso, ha insistito molto sulla mancanza di misure di sicurezza sull'auto dello stupratore. Inoltre l'uomo, sempre secondo la polizia, non possiede la licenza per gli autisti di servizi rivolti al pubblico.

Non solo, ma le forze dell'ordine hanno informato i media sui procedimenti di cattura del giovane, che si era rifugiato in una casa e dalla quale è stato arrestato dopo aver buttato giù la porta. Quindi, il giovane arrestato, è stato mostrato alle telecamere dei giornalisti fra due agenti, con il volto coperto, da dove si vedevano solo due fori per gli occhi.

La polizia ha anche chiesto alla multinazionale di partecipare all'inchiesta e la stessa si è detta pronta a collaborare con le autorità giudiziarie. Tutto sembrerebbe nella norma, se solo non si conoscessero le reali situazioni delle donne e degli stupri all'interno del paese indiano.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 23/01/2021 10:53:11

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cronaca dal Mondo

Autore: Redazione Esteri
Data: 27/05/2020
Traffico di droga: le società fantasma dei cartelli messicani

La rete più articolata, e che riguarda uno degli importi più elevati da record, è stata scoperta dall'Unità di informazione finanziaria (FIU) del Tesoro nel 2014.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 14/05/2020
Afghanistan: attacco a un reparto maternità di Kabul

I primi momenti della vita di un neonato dovrebbero trascorrere tra le braccia di sua madre, non in un ospedale in fiamme con proiettili e bombe che piovono...

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cronaca
Data: 08/05/2020
Allarme Interpol: droga consegnata domicilio con il cibo

Le organizzazioni criminali stanno ricorrendo ai servizi di consegna di cibo per trasportare la droga e altre sostanze illecite, mentre i Paesi sono in preda al lockdown a causa della pandemia globale di Covid-19. 

Leggi l'articolo

Autore: Di Luca De Rossi - Redazione Esteri
Data: 07/05/2020
Coronavirus: in Olanda aumenta l'uso di cannabis a causa dell'isolamento forzato

Il consumo di cannabis in Olanda e’ aumentato durante la crisi causata dall’avvento del coronavirus.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -