Sei nella sezione Mondo   -> Categoria:  Cronaca dal Mondo  
Yemen in rivolta

Yemen in rivolta
Autore: Teresa.Corrado - Redazione Esteri
Data: 21/01/2015 22:42:29

Lo Yemen è nel caos. Il premier Khaled Bahhah è riuscito a mettersi in salvo riuscendo a raggiungere un luogo sicuro, dopo che ieri i ribelli sciiti hanno circondato la sede del governo a Sanaa. La notizia è giunta dalla tv al Arabiya. I ribelli hanno circondato anche il palazzo presidenziale, al cui interno viene tenuto agli "arresti domiciliari" il capo di Stato.

È il terzo giorno d'assedio del palazzo. I miliziani che si schierati attorno al palazzo sono fedeli all'imam Abdel Malik al Houthi. Per sicurezza le autorità hanno chiuso il porto e l'aeroporto di Aden. In mattinata i miliziani sono riusciti ad occupare una base militare a Sanaa, senza che nessuno abbia opposto resistenza. Nell'obiettivo dei ribelli, l'arsenale militare e le armi, formate da batterie missilistiche, da utilizzare contro l'esercito fedele al presidente assediato.

Intanto arrivano altre notizie dal sud del paese, dove le tre regioni dello Yemen, Aden, Abyen e Lahaj hanno chiuso le frontiere per impedire il passaggio delle forze sciite al seguito dell'imam al Houthi.

Tutto è scattato sabato scorso, quando i ribelli hanno rapito il capo di gabinetto del presidente Hadi, Ahmed Awad bin Mubarak per bloccare una bozza della costituzione che avrebbe diviso il paese, in guerra civile da anni, in sei regioni. La divisione avrebbe assegnato le zone più ricche, quelle con i giacimenti di petrolio, alle tribù sunnite, mentre agli sciiti sarebbero toccate le zone del nord. Differente richiesta era stata fatta dagli stessi sciiti che avrebbero voluto dividere il paese in due grandi regioni.

Da qui è partita l'offensiva dei ribelli sciiti che hanno attaccato la capitale, circondando i palazzi del potere e i leader del governo, con violenti scontri. Parte dell'esercito non risponde più agli ordini del presidente Abed Rabbo Mansur Hadi. Gli scontri fra le due fazioni vanno avanti da settembre e le due fazioni, gli sciiti e i sunniti, il cui luogo di scontro è rimasto il sud del paese, luogo dove le due fazioni risiedono maggiormente.

Il ministro dell'informazione, Nadia ak Sakkaf, parlando alla tv araba Al Jazira, ha affermato che "parte dell'esercito non obbedisce più agli ordini del presidente Abed Rabbo Mansur Hadi". Fonti non confermate del governo, hanno anche segnalato l'evacuazione in elicottero di Abdrabuh Mansur Hadi.

Gli Usa, invece, stanno pensando di richiamare in patria il proprio personale,  tanto che le navi da guerra in transito nel Mar Rosso, sono state dirottate verso lo Yemen, pronte ad intervenire in caso di bisogno e a salvare il personale dell'ambasciata. 


L'articolo ha ricevuto 400 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 23/08/2019 19:04:41

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cronaca dal Mondo

Autore: Redazione Esteri
Data: 22/08/2019 06:30:10
Rohingya: appello di 61 ONG sul peggioramento della crisi in Myanmar.

Dopo le notizie appena circolate sul possibile rimpatrio accelerato di 3.450 rifugiati Rohingya le ONG chiedono ai governi del Bangladesh e del Myanmar di garantire che qualsiasi processo di rimpatrio avvenga in sicurezza e che sia volontario e dignitoso 

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 17/08/2019 07:10:39
Lotta alla droga: l'ascesa del cartello Jalisco Nueva Generación in Messico

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti considera il CJNG come uno dei sei più importanti cartelli del Messico e anche uno dei cinque gruppi criminali transnazionali più pericolosi al mondo.

Leggi l'articolo

Autore: Amy Swearer - Redazione Esteri
Data: 13/08/2019 06:28:19
USA: l'uso delle armi in alcuni casi salva la vita

Sulla scia delle tragiche sparatorie di massa, come quelle avvenute negli ultimi giorni a El Paso, Texas e Dayton, Ohio, è comprensibile che la nazione cerchi risposte.

Leggi l'articolo

Autore: Chris Moore - Redazione Scientifica
Data: 12/08/2019 06:40:43
Cannabis legale: negli USA chi la consuma beve meno alcolici e assume pochi farmaci

I ricercatori hanno intervistato 8.805 consumatori di cannabis di età compresa tra 21 e 64 anni che vivono in uno dei 21 Stati Usa dove la cannabis è legale. 

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -