Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Politica Italiana  
Il Senato salva Antonio Azzollini

Il Senato salva Antonio Azzollini
Autore: Teresa.Corrado - Redazione Politica
Data: 30/07/2015

Il Senato, con votazione segreta, salva dagli arresti il senatore Ncd Antonio Azzollini. L'Aula dice no con 189 voti, i favorevoli all'arresto sono stati 96 e 17 gli astenuti. Un ribaltamento dei senatori che erano stati invitati dal presidente della giunta per l'immunità, ad accogliere la richiesta della procura di Trani che aveva chiesto l'arresto in ambito alla vicenda del crac della casa di cura Divina Provvidenza, al centro di una grande inchiesta. Intanto crescono i malumori all'interno del Pd, dove i senatori si sono divisi tra si e no, anche se, alla fine, il senatore è stato salvato dai propri colleghi a grande maggioranza.

Un cambio di rotta, sottobanco, visto anche lo scrutinio segreto adottato per la votazione, che ha ribaltato la decisione della Giunta del gruppo Pd, che, invece, dopo aver letto le carte arrivate dalla procura, era favorevole all'arresto di Azzolini. La senatrice Dem Lucrezia Ricchiuti, ha avvertito i colleghi affermando: "Attenti all'immagine che diamo al nostro elettorato", conscia della perdita di preferenze che il partito sta avendo. Non solo, ma anche la fiducia dei cittadini nel governo sta calando sensibilmente e scelte in Aula come queste, non fanno che aumentare la convinzione che, se si vuole un cambiamento, non è possibile ottenerlo con la politica attuale.

In Aula il senatore Azzollini si è difeso per circa mezz'ora, cercando di smantellare le accuse rivoltegli dalla procura e dicendo che contro di lui è in atto un "fumus persecutionis integrato a sufficienza". Si difende accusando di essere stato spiato da un uomo non autorizzato a farlo. In questo caso il legame tra il voto a favore di Azzolini e il discusso emendamento sulle intercettazioni in esame, non possono non essere messi in relazione. Il presidente del Senato Pietro Grasso, però, intervenendo ieri sull'argomento ha ribadito quanto importanti siano le intercettazioni e quanto valore viene anche da quelle non effettivamente autorizzate dalle indagini di qualche giudice.

La notizia del salvataggio di Azzollini arriva anche alla Camera, dove il M5S non si lascia scappare l'occasione per sottolineare, ancora una volta, come le due correnti, di centro destra e centro sinistra, si appoggino salvandosi vicendevolmente dalle indagini giudiziarie. È cocente anche la delusione per il modo in cui i senatori hanno votato, e cioè a scrutinio segreto, per non essere individuati nè dai propri colleghi e nemmeno dall'opinione pubblica.

La polemica esplode anche sul blog di Peppe Grillo e in rete, dove in molti condannano la scelta della votazione segreta e della volontà di salvare un altro politico dalle sue responsabilità giudiziarie. Ma i conti si fa presto a farli e dalle Aule si esce con la certezza che il Pd ha voluto salvare a tutti i costi il senatore, votando contro l'arresto, nonostante la Giunta avesse dato parere favorevole, dando ragione alle carte presentate dalla procura di Trani.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 24/02/2020 21:15:39

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Politica Italiana

Autore: Redazione Politica
Data: 19/02/2020
Ettore Rosato (Iv): ''Conte cerca maggioranza alternativa ma non ci riesce''

Volete cacciare Conte da Palazzo Chigi? “E’ lui che tutti i giorni cerca una maggioranza alternativa ma ahimè non ci riesce” 

Leggi l'articolo

Autore: Max Murro - Redazione Politica
Data: 13/02/2020
Caso Gregoretti: un video chiarisce il coinvolgimento di Giuseppe Conte

"Per quanto riguarda le collocazioni abbiamo sempre lavorato noi, col ministero degli Esteri, per le ricollocazioni".

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Politica
Data: 13/02/2020
Buoni pasto, FIPE: 'Buona l'apertura, ora attendiamo risposte concrete dal governo'

L'apertura arrivata oggi da Consip, con l'annuncio di imminenti audizioni sul tema dei buoni pasto, rappresenta un primo passo che va nella giusta direzione.

Leggi l'articolo

Autore: Primo Mastrantoni - Redazione Politica
Data: 12/02/2020
Governo: ecco perché in Italia non si investe

I motivi per i quali non si investe in Italia sono sotto gli occhi di tutti; putroppo gli occhi sono bendati, almeno quelli dei nostri governanti.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -