Sei nella sezione Mondo   -> Categoria:  Cronaca dal Mondo  
Emergency: aperto nuovo ospedale di chirurgia di guerra in Libia, a Gernada

Emergency: aperto nuovo ospedale di chirurgia di guerra in Libia, a Gernada
Autore: Simonetta Gola - Ufficio Stampa Emergency
Data: 14/10/2015 14:41:22

  IN LIBIA, A GERNADA

IL NUOVO OSPEDALE

 DI CHIRURGIA DI GUERRA DI EMERGENCY

Lunedì 12 ottobre Emergency ha aperto un Centro chirurgico per vittime di guerra a Gernada, in Libia.

L’intervento di Emergency è stato richiesto quattro mesi fa dal ministero della Sanità del governo di Tobruk, di stanza ad Al-Bayda, per garantire assistenza ai feriti dei combattimenti nelle zone di Bengasi e Derna tra milizie dell’Isis e forze governative.

Secondo l’Oms, sarebbero circa 20 mila i feriti in Libia negli ultimi mesi. 

 Milano, 14 ottobre 2015 - Lunedì 12 ottobre Emergency ha aperto un Centro chirurgico per vittime di guerra a Gernada, in Libia. L’intervento di Emergency è stato richiesto quattro mesi fa dal ministero della Sanità del governo di Tobruk, di stanza ad Al-Bayda, per garantire assistenza ai feriti dei combattimenti nelle zone di Bengasi e Derna tra milizie dell’Isis e forze governative.

Un Centro chirurgico per vittime di guerra

La guerra in Libia, iniziata nel 2011, ha danneggiato gravemente il sistema sanitario del Paese: ovunque mancano le risorse e il personale necessario a offrire assistenza di base e specialistica, anche per le fasce più vulnerabili della popolazione, come i bambini.

Con l'inizio del conflitto, il personale sanitario straniero - fondamentale per il funzionamento del sistema sanitario - ha lasciato il Paese mentre la maggior parte della classe medica è fuggita o è stata allontanata dai propri incarichi. La riduzione dell'esportazione di petrolio e il crollo del sistema finanziario hanno avuto un effetto devastante sull'economia del Paese e hanno portato a una drastica riduzione dei fondi disponibili per la sanità.

Il progressivo deterioramento delle condizioni di sicurezza, inoltre, impedisce l'accesso alle cure alla popolazione soprattutto nelle aree di Bengasi, Derna, Zintane e Kikla.

Per questa ragione il ministero della Sanità del governo di Tobruck lo scorso giugno ha messo a disposizione di EMERGENCY una struttura ospedaliera nel villaggio di Gernada, a circa 70 km da Derna e 150 Km da Bengasi. Lo staff di Emergency ha attrezzato la struttura e l’ha adeguata agli standard di Emergency: oggi l'ospedale è costituito da due sale operatorie, una sala X-ray, una terapia intensiva, un laboratorio, il pronto soccorso e 18 posti letto per il ricovero dei feriti.
Presso il Centro lo staff internazionale dell’associazione lavora insieme allo staff locale messo a disposizione dal ministero della Sanità
.

Oltre a curare le vittime della guerra, lo staff di Emergency si occuperà anche della formazione del personale locale e dell’organizzazione delle attività fino al raggiungimento dell’autonomia operativa.

Per mantenere la sua posizione neutrale, come in tutti i suoi progetti, nei mesi scorsi EMERGENCY aveva avviato contatti con le autorità di Zintane e Misurata alle quali ha fornito scorte di medicinali come da loro richiesta.

Gli altri interventi di EMERGENCY in Libia

Già nel 2011, nei primi mesi dall’inizio del conflitto, Emergency aveva inviato due team di chirurgia di guerra a supporto dell’ospedale Hikmat e allo Zarrok field Hospital della città di Misurata, allora sotto assedio.


L'articolo ha ricevuto 656 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 16/07/2019 17:12:43

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cronaca dal Mondo

Autore: Redazione Scientifica
Data: 16/07/2019 06:58:44
Ebola in Congo: primo caso a Goma conferma che l'epidemia non è sotto controllo

“Il caso di Ebola a Goma dimostra che la situazione continua a essere preoccupante e che di fatto l’epidemia non è sotto controllo” dichiara Ruggiero Giuliani, medico infettivologo e vicepresidente di MSF, che ha lavorato nella risposta all’epidemia.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 13/07/2019 06:25:53
Infanzia: fondi insufficienti per la protezione umanitaria

In occasione del summit politico in corso a New York sugli obbiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, e sull’impegno presoper porre fine alla violenza contro i bambini, un nuovo rapporto rivela enormi lacune nei fondi per la protezione dei minori

Leggi l'articolo

Autore: Celine Deluzarche - Redazione Attualita'
Data: 10/07/2019 06:21:07
Biciclette: ecco le 10 piste ciclabili più incredibili al mondo

Ovunque nel mondo la bicicletta sta facendo il suo grande ritorno. Mezzo di trasporto economico, alleggerisce il traffico stradale, incoraggia l’attività fisica e riduce l’inquinamento in città.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 10/07/2019 07:16:38
Tossicodipendenti: in Cina li curano con la realtà virtuale

Negli ultimi tre anni oltre 1.000 tossicodipendenti sono stati sottoposti a Shanghai a un nuovo programma di terapia che si avvale anche della realta' virtuale per permettere loro di superare la propria dipendenza.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -