Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Politica Italiana  
Siria, Renzi ribadisce: 'I bombardamenti non risolvono il problema'

Siria, Renzi ribadisce: 'I bombardamenti non risolvono il problema'
Autore: Giulia Buongiorno - Redazione Politica
Data: 14/10/2015 15:31:10

Il premier Matteo Renzi, riferendo alla Camera sul Consiglio Ue di domani e dopodomani, ha parlato delle crisi internazionali: "Se qualcuno pensa di risolvere il problema della Siria dicendo 'stamattina mi alzo e decidiamo di fare i bombardamenti li', io dico: 'auguri e in bocca al lupo', ma non risolverà il problema".

E ha proseguito: "Non si risolvono i problemi internazionali  con soluzioni spot, ma costruendo condizioni di dialogo le più ampie possibili. Partendo dal dato di fatto che l'accelerazione della politica c'è anche nel nuovo ordine internazionale. Commette un errore chi immagina, dopo aver teorizzato l'esclusione della Russia da tutti i formati, di appaltare totalmente la questione della Siria alla Russia e ai suoi alleati. Noi il 6 marzo dello scorso anno andammo a Mosca proprio con questo obiettivo, evitare l'isolamento della Russia".

Renzi ha anche sottolineato come l'Europa debba impegnarsi sul fronte della crisi dell'immigrazione. Tutti i paesi devono partecipare e affrontare insieme il terrorismo.

Il presidente del Consiglio ha poi evidenziato i risultati ottenuti dall'Italia relativamente alle riforme: per Renzi, sono passi importanti che rendono il nostro Paese più autorevole ai tavoli europei.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 15/11/2019 01:18:37

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Politica Italiana

Autore: Angela Frazzetta - Redazione Politica
Data: 12/11/2019 07:14:11
Ex Ilva: Conte studia la controffensiva

Non esisterebbero le condizioni giuridiche per il recesso del contratto di affitto preliminari alla vendita dell’ex Ilva, di conseguenza Arcelor Mittel deve andare avanti. 

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Politica
Data: 11/11/2019 06:57:39
Italia: aumenta il consumo di droghe

''Vedo che l'utilizzo degli stupefacenti sta crescendo in modo esponenziale e per questo ho firmato una direttiva alle prefetture in modo tale che si facciano dei comitati dedicati su questo aspetto''. 

Leggi l'articolo

Autore: Pier Luigi Ciolli - Redazione Politica
Data: 10/11/2019 07:48:46
Seggiolini anti-abbandono: una batosta di circa 160 milioni di euro

Dal 7 Novembre 2019 è in vigore l’obbligo dei dispositivi antiabbandono a bordo delle automobili: un dispositivo di allarme la cui funzione è quella di prevenire l’abbandono dei bambini fino all'età di 4 anni.

Leggi l'articolo

Autore: Primo Mastrantoni - Redazione Politica
Data: 02/11/2019 07:19:58
Roma: da Mafia Capitale a Monnezza Capitale

Da Mafia Capitale a Mazzetta Capitale a Monnezza Capitale. Così potremmo definire il passaggio dei nomi della Capitale dì'Italia.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -